Utente 164XXX
Evidentemente soffro di questo problema. Vi scrivo, poichè ho intenzione di provare a risolverlo, per cominciare a chiarire le idee ed avere una maggiore conoscenza-consapevolezza del problema e a cosa andrei incontro.

Le domande a proposito dell'ipersensibilità e secchezza del glande sono:

1) i due problemi sono sempre correlati?

2) mi sono operato di frenulotomia e la situazione è migliorata,questo mi ha spinto ad andare più a fondo. Quali sono le possibili cause dell'ipersensibilità e secchezza?

3) è possibile che la mia caratteristica di avere costantemente il glande ricoperto dal prepuzio anche in erezione (per scoprirlo devo farlo volontariamente) abbia inciso su un eccessiva 'delicatezza' del mio glande e sull'incapacità di un azione autoidratante efficace?

In caso fosse proprio questo il punto, quali sono i tipici approcci (intendo, del tipo, necessità di circoncisione o mantenere il glande scoperto durante la giornata per 'abituarlo', non si risolve, ecc.) ?

4) l'unico approccio medico esistente è di tipo dermatologico (in caso fatemi sapere se ho sbagliato a postare e se è il caso che riporti il 'consulto' in dermatologia)?

5) statisticamente è un problema che si risolve nella maggior parte dei casi?

6) è legato all'alimentazione? se si, a degli specifici generi alimentari?
quanto può incidere, però, l'alimentazione sulla gravità del problema?

7) gentilmente fornitemi qualsiasi altra informazione importante che un paziente è giusto che conosca quando si informa su un problema che lo riguarda e che al momento non mi sovviene.

Ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ha sbagliato specialità , le sposto il quesito in area dermatologia.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Prof. Francesco Bruno
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Gentile lettore,
il suo è un problema molto comune con a volte implicazioni psicologiche. Consulti uno specialista dermatologo. Non sbaglierà a lavarsi con saponi acidi ed applicare una pasta all'ossido di zinco e qualche goccia di olio di mandorle dolci. Eviti di applicare creme al cortisone.
Cari auguri"
[#3] dopo  
164353

dal 2012
Dottor Beretta, la ringrazio per la gentilezza; dottor Bruno la ringrazio per la risposta.

In qualsiasi caso, vorrei chiedere al dottor Bruno come mai non abbia voluto rispondere alle mie domande ma abbia preferito una risposta generica con l'ovvio e comprensibile 'rimando' allo specialista, in conclusione.

Voglio sottolineare che questa mia curiosità nasce dal fatto che mentre penso che il mio approccio sia il più adatto alla funzione di questo sito, visto che chiedo semplicemente un 'consulto di tipo informativo',
allo stesso tempo la scelta della risposta del dottore mi sembra consapevole, come se avesse pensato che fosse inutile rispondere alle domande.
Sono incuriosito dall'aspetto, per così dire, 'medico' della scelta e mi piacerebbe comprenderlo.

Ringrazio anticipatamente nel caso la mia ulteriore richiesta sia soddisfatta.
[#4] dopo  
Prof. Francesco Bruno
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Caro lettore,
non ho mai pensato che fosse inutile rispondere alle sue domande. Rimandare alle cure di uno specialista è ovviamente nel suo interesse.
Le rispondo nei limiti del possibile ai suoi quesiti, sempre in termini generali.

1) i due problemi sono sempre correlati?
R.No i due problemi sono spesso associati, ma non sempre. Il glande non è costituito da mucosa come molti credono, bensì di pelle. Un'alterazione dello stato corneo può dare una maggiore sensibilità della pelle.

2) mi sono operato di frenulotomia e la situazione è migliorata,questo mi ha spinto ad andare più a fondo. Quali sono le possibili cause dell'ipersensibilità e secchezza?
R. In genere, lavaggi sbagliati o di tipo costituzionale

3) è possibile che la mia caratteristica di avere costantemente il glande ricoperto dal prepuzio anche in erezione (per scoprirlo devo farlo volontariamente) abbia inciso su un eccessiva 'delicatezza' del mio glande e sull'incapacità di un azione autoidratante efficace?
R. Sì è possibile.

In caso fosse proprio questo il punto, quali sono i tipici approcci (intendo, del tipo, necessità di circoncisione o mantenere il glande scoperto durante la giornata per 'abituarlo', non si risolve, ecc.) ?
R. In genere la circoncisione è il migliore metodo

4) l'unico approccio medico esistente è di tipo dermatologico (in caso fatemi sapere se ho sbagliato a postare e se è il caso che riporti il 'consulto' in dermatologia)?

R-

5) statisticamente è un problema che si risolve nella maggior parte dei casi?
R. In genere è risolvibile

6) è legato all'alimentazione? se si, a degli specifici generi alimentari?
quanto può incidere, però, l'alimentazione sulla gravità del problema?
R. Non c'è alcun legame con l'alimentazione

7) gentilmente fornitemi qualsiasi altra informazione importante che un paziente è giusto che conosca quando si informa su un problema che lo riguarda e che al momento non mi sovviene.

Un caro abbraccio e buon anno"
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

approfitto per aggiungere il mio parere in merito ad una secchezza + ipersensibilità del glande:

la sua storia - parlo in termini generici - parla piuttosto chiaro;

un glande "criprato" in un foglietto prepuziale è un glande che ha una natura alterata in senso conformazionale.

Ritengo però che il Collega Beretta, che è un urologo abbia ben impostato il consulto in area dermatologica poichè la competenza è quella;

Riteniamo difatti che in caso di fimosi serrata (glande impossibilitato alla apertura anche da flaccido) l'intervento di circoncisione si renda indispensabile, mentre in tutti gli altri casi, gli approcci dermatologici tesi a "rinforzare" ed "educare" il glande ad avere la giusta sensibilità (il glande deve essere più sensibile del resto della pelle: a quello serve il prepuzio difatti) ed a limare gli eccessi di questa.

Si rivolga prima di tutto al dermatologo per ben impostare questa situazione.


Legga in proposito il mio articolo dedicato a questa condizione se vorrà:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=53686


carissimi saluti