Utente 191XXX
Buongiorno a mio nonno di 92 anni è stato diagnosticato un tumore allo stomaco con metastasi al fegato.
Referto: TC addome completo senza e con MDC
Grossolana formazione vegetante, del diametro massimo di circa 6 cm, si rileva in corrispondenza del fondo-piccola cuvatura gastrica che infiltra la parete ed occupa lo spazio epato-gastrico, con associate linfoadenopatie satelliti di circa 22 mm con aspetto necrotico-colliquativo.In ambito epatico si rilevano almeno sei lesioni espansive, con tendenza alla confluenza, la maggiore delle quali di circa 12 cm occupa interamente il lobo sinistro, l'altra di circa 9 cm localizzata tra IV e VIII segmento; queste ultime comprimono e verosimilmente infiltrano la sovraepatica di sinistra.Non dilatazioni delle vie biliari intra ed extra-epatiche.Regolare il pancreas (minuta cisti di circa 5 mm nella porzione cefalica).Due minute formazioni cistiche a carico della milza. Surreni regolari;reni in sede dimensionalmente nei limiti, con corticale conservata nel cui contesto si osservano multiple cisti corticali la maggiore a destra,settata,di circa 6 cm.Non dilatate le vie escretrici bilateralmente.Discreto versamento libero perisplenico ed in corrispondenza del cavo di Douglas.Vescica e prostata regolari.Aorta regolare con modica ectasia (38 mm)nella porzione sovra-diaframmatica.Nulla da segnalare nelle scansioni più craniali passanti per la base toracica.
Volevo chiederle alla luce di questi dati secondo lei quali soluzioni sono possibili?L'ipertermia può servire a qualcosa dato che sono da escludere la chirurgia e la chemioterapia data l'età avnzata?
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

siamo in presenza di una malattia assai seria. In effetti per età ritengo che l'unica via di contenimento praticabile sia l'ipertermia, con tutti i pregi ed i limiti del caso.

Cari saluti