Utente 160XXX
Salve sono una ragazza di 20 anni con cataratta congenita dalla nascita e quindi un difetto visivo importante in quanto miope e con 2-3 gradi per occhio...
Quest'anno ho deciso di sottopormi ad intervento di sostituzione del cristallino ed ho scelto di impiantare un cristallino per vedere meglio da lontano perdendo un po' da vicino e quindi per leggere dovrò fare gli occhiali.
Ho già effettuato l'intervento al primo occhio e presto eseguirò il secondo.
Il primo (all'occhio con più difetto visivo) ha riscontrato un miglioramento anche se minore di quello sperato (sono a 4 gradi circa)e volevo sapere quali sono i requisiti minimi per poter prendere la patente B (per l'auto) e se devo sottopormi a regole speciali avendo effettuato la sostituzione del cristallino oppure semplicemente devo attenermi alle normali regole e considerare la vista con eventuali occhiali aggiuntivi.
Grazie in anticipo a chi risponderà.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Cara utente,

Se non erro, occorre avere circa dodici decimi complessivi con entrambi gli occhi. Se Lei, quindi, con l'occhio che vede meno arriva al massimo a quattro decimi, sarebbe necessario che l'altro occhio riuscisse a vedere almeno otto decimi, non importa se con occhiali o senza.

Per la sostituzione del cristallino, comunque, non ci sono "regole speciali".

In bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Ok, la ringrazio per la risposta...
sinceramente mi sembra poco realizzabile un salto così elevato considerato il fatto che nel primo occhio il miglioramento è stato minore di quello atteso...
eventualmente quali sono i requisiti per la patente speciale?
Crepi il lupo.
La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi le volevo chiedere un'altra cosa che mi turba non poco.
Avendo messo il cristallino per vedere meglio da lontano ora come ora da vicino non riesco a leggere sui libri, ma solo dove è scritto più grande e volevo sapere se con occhiali da lettura risolvo il problema, o se dovrò convivere con questo problema, perchè prima della sostituzione da vicino vedevo bene...
[#4] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Cara signorina,

Il cristallino artificiale standard ha un'unica distanza focale e, nella scelta, si tende sempre a privilegiare la visione da lontano. Per vedere meglio da vicino, quindi, bisogna inforcare degli appositi occhiali da lettura. Esistono, in realtà, anche dei cristallini "multifocali", che consentono di vedere bene a tutte le distanze, ma il loro impianto non è indicato in tutti i soggetti che si operano per cataratta.

Buona giornata!
[#5] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Ok ma quindi con appositi occhiali da lettura risolvo il problema di leggere da vicino o avrò comunque difficoltà?
La ringrazio ancora per la disponibilità...
[#6] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Con gli occhiali da lettura non dovrebbe avere nessuna difficoltà da vicino. Se si è operata da pochi giorni, Lei può comunque acquistare degli occhiali da lettura "provvisori", in attesa di avere poi la Sua prescrizione definitiva dal collega che La tiene in cura.

Saluti!
[#7] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Ok la ringrazio molto.
Ho eseguito l'intervento all'altro occhio pochi giorni fa e ora ho come la sensazione di vedere nuovamente opaco dall'occhio già operato in precedenza...
Mi sono già sottoposta all'intervento ambulatoriale per la rimozione della cataratta secondaria e sono un po' preoccupata per questa opacità in quanto il dottore che mi ha operata diceva che poteva formarsi entro i 3 mesi dall'intervento, ma i 3 mesi sono già passati...
E' possibile che si sia riformata anche a distanza di 6 mesi dopo averla già rimossa 3 mesi fa??
Altrimenti cosa potrebbe essere?
[#8] dopo  
Dr. Antonio Pascotto
52% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2001
Gentile signorina,

L'opacizzazione della capsula posteriore del cristallino, una volta che viene rimossa con la capsulotomia YAG- laser, non può più riformarsi.

Le consiglierei, pertanto, di parlare con il Suo chirurgo per conoscere nei dettagli il motivo di questo apparente calo del visus.

Buona giornata!
[#9] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera, sono andata alla visita di controllo per l'intervento all'occhio sinistro (operato da poco) e mi sono fatta controllare anche il destro (operato in precedenza) di cui ho notato questo "annebbiamento" della vista ed è risultato che il sinistro è perfetto, mentre nel destro hanno detto che dovrebbe essere un distaccamento della gelatina vitrea dalla retina.
Hanno anche detto che dovrebbe sistemarsi da sola e mi hanno fissato un esame tra un mese (OCT tomografia a coerenza ottica analizz. retinico).
Le volevo chiedere cosa significa tutto ciò? E' preoccupante o si può risolvere facilmente? E inoltre se non si risolve da solo cosa si può fare.
La ringrazio.

Saluti
[#10] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Qualcuno può rispondermi?