Utente 190XXX
Salve vorrei sapere se vi sono differenze tra metforal e glucophage cioe' il principio attivo e' lo stesso, ma gli eccipienti e la digeribilità di ciascuno sono molto diversi per esempio assumendo metforal ho molto piu' dolore addominale e crampi e stranamente visto che dovrebbe succedere l'opposto anche molta stipsi, quindi da questo punto di vista preferisco il glucophage poichè lo tollero molto di' piu', mentre dal punto di vista del dimagramento e dei capelli mi trovo meglio col metforal...ora la mia domanda e' questa come e' possibile una differenza del genere se sono la stessa cosa??

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
I diversi farmaci contenenti la stessa molecola principale a volte si differenziano per la presenza di differenti eccipienti, che possono variarne la tollerabilità individuale.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta, ma siccome mi capita spesso di avere crisi ipoglicemiche con 3 al giorno o anche con 2 ravvicinate da 500mg, volevo sapere con una glicemia bassa a 68 e un insulinemia a 18(poiche' soffro di pco e non diabete)quanta ne dovrei prendere al di' visto che mi viene quest' ipoglicemia e anche anemia, ho notato che una ogni 12 ore mi da meno fastidi... ma vorrei un parere medico a proposito, so che il dosaggio varia anche in base al peso, quindi faccio presente che sono 63 chili per 1.65m e che i valori che ho sopra indicati li ho senza attivita' fisica quindi agggiungedo il moto credo che ne avrei bisogno ancora meno di farmaco per cui vorrei un suo parere sul dosaggio
[#3] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Sicuramente la posologia va adeguata alle esigenze di ogni singolo paziente; perciò, se ha crisi ipoglicemiche, si rivolga al suo medico per eventuali adeguamenti posologici, poichè non sarebbe nè deontologico, nè legale consigliare una terapia medica online, senza avere visitato il paziente.
Distinti saluti