Utente 464XXX
Buonasera, da circa 10 giorni sono afflitto,in primo momento da piccoli puntini rossi e poi in tante vesciche bianche su tutte le dita e palmo della mano. Sono stato da un dermatologo e mi ha detto che si tratta di DISIDROSI.La cura 21 giorni di cortisone 'deltacortene' piu pantorc e anche una pomata a base di ac. borico vaselina e lanolina. Purtroppo dopo 5 giorni di questa cura le vesciche di prima si sono seccate mentre altre ne vengono di nuove, sono preoccupato cosa mi consigliate? dimenticavo posso lavarmi la mano. grazie per la vostra risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Se la diagnosi è disidrosi, credo che il suo Dermatologo le abbia anche spiegato il decorso e la prognosi: ad ogni modo sappia che la patologia non passa in 5 giorni e le terapie spesso debbono essere modulate o modificate.
abbia fiducia e prosegua i controlli ocn il suo dermatologo.
Le mani debbono essere lavate.
Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA

[#2] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
in cinque giorni la terapia non può dare benefici, quindi è indicato proseguirla.
Lavi pure le mani ed esegua gli opportuni controlli presso il suo dermatologo.
Avrei alcune domande: le lesioni sono localizzate solo ad una mano? Le vesciche sono a contenuto limpido oppure purulento? Che sintomatologia ha? Quale è il suo lavoro?

Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri

[#3] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2007
Innanzitutto vi ringrazio per la vostra immediata risposta, rispondo alla Dr.ssa Serena Mazzieri, le lesioni sono localizzate solo sulla mano destra e precisamente in modo quasi totale 'indice-laterale e sotto- meno al medio e un po sul palmo della mano sotto il pollice e poi alcuni sparsi puntini sulle altre dita.Le vesciche si gonfiano e dentro si forma un liguido limpido come acqua, quando si seccano rimane un piccolo puntino marrone. La sintomalogia inziale era di prurito fino al momento che diventa vescica, alcuni diventono grandi per il motivo che si formano tanti puntini tutti insieme raggruppate altri rimangono piccoli. E la prima volta che mi capita questo problema. Il mio lavoro da piu di 20 anni è il portalettere.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Genitle Utente,

Mi sembra che la diagnosi fatta direttamente del suo Dermatologo, valga più di ogni domanda o consulto che si può fornire telematicamente: ritengo mediamente il nostro supporto utile prima della visita, ma dopo di questa e, soprattutto, dopo una diagnosi chiara e precisa diretta (bene ha fatto ad eseguirla quindi; ben altro quando invece esistono seri dubbi, misdiagnosi, o riferiti difetti nella comunicazione), rischia di ingenerare solo confusione e minare in qualche modo la fiducia che deve essere sempre primaria nel rapporto diretto fra Medico e Paziente :

il nostro orientamento da tal sede non può, allo stato attuale, sovvertire alcuna diagnosi, ma solo reinviarla alla nuova consultazione, a mio avviso con il medesimo Collega, soprattutto per chiarire la tempistica della terapia ed eventualmente modulare la stessa (dopo un periodo sufficiente, che ribadisco non essere di 5 giorni per la "disidrosi palmare")
Carissimi saluti.

Dott. LAINO,
Roma
[#5] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dott. Laino,
la ringrazio per la sua risposta, ma vede qua non si tratta di aver fiducia nel rapporto medico e paziente ma io ho chiesto un parere a voi, prima di tutto per tranquillizarmi e poi anche per vedere se ci sono accorgimenti per migliorare e velocizzare la guarigione. Purtroppo lei sa bene che quando si chiede appuntamento visita passano dei giorni per averla e viene fissata altra visita di controllo dopo 10 giorni. Adesso io dopo 6 giorni quello che avevo prima si è asciugato lasciando la pelle secca che si sta squamando mentre ne sono venute altre nuove meno violente, dunque mi chiedevo se era normale dopo 6 giorni di cortisone?
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la ringrazio per aver risposto alle domande che le ho rivolto, tengo a precisare, solo per una mia maggiore comprensione e non per mettere in dubbio la diagnosi che le era stata fatta.
Tanto è vero che le ho consigliato di proseguire la terapia e tornare per i successivi controlli dal dermatologo che l'aveva in cura.
Mi scuso qual'ora avessi generato in lei dubbi o ansie come ipotizzato dal Dott. Laino, non mi permetterei mai di mettere in dubbio la diagnosi di un collega che l'ha visita, primo perchè non sarebbe nè etico nè professionale in questa sede, secondo perchè mi ritengo un medico serio.
Torno a consigliarle la cura in atto, l'evoluzione, da quello che lei descrive è tipica della terapia in atto, 6 giorni sono ancora pochi per vedere miglioramenti, abbia costanza e fiducia nel suo medico.

Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri
[#7] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la risposta Dottoressa Mazzieri, ne approfitto per una ulteriore domanda, come lei ha capito la scorsa settimana non sapevo affatto cosa fosse la "DISIDROSI".
Tramite mie ricerche sono venuto a conoscere che questa malattia una volta avuta, puoi avere in qualsiasi altro momento la ricomparsa della stessa. Adesso io mi chiedo la prossima volta che si manifesta lei cosa mi consiglia di fare? ci sarà un modo di bloccare queste vesciche e che non si espandono senza il bisogno di prendere tutto questo cortisone?
La ringrazio per la sua professionalità e gentilezza
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
La disidrosi o pompholyx, è un'eruzione vescico-bollosa che normalmente risolve con desquamazione nel volgere di due settimane, ma come da lei letto tende, a volte, a dare recidive periodiche.
In passato era messa in relazione con la ritenzione di sudore, oggi viene considerata come una forma idiopatica stagionale ( forse con componente psicosomatica).
La terapia visto la velocità di risoluzione del quadro normalmente è con creme a base di cortisone ( e non si impressioni se deve usare questi preparati anche per 2 settimane, l'assorbimento sistemico è minimo) associate o meno ad antistaminici orali, altre volte da valutare caso per caso in sede di visita, possono anche risolvere con creme antinfiammatorie non steroidee con o senza antistaminico orale.
Una volta guarito si faccia consigliare dal suo dermatologo la terapia migliore per il suo caso qual'ora dovesse comparirle di nuovo.

Un saluto cordiale

Dott.ssa Serena Mazzieri
[#9] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio tanto per la sua gentile risposta.
Carissimi saluti a tutti voi e buon lavoro.
[#10] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2007
Egregi Dottori

sono di nuovo a chiedervi un parere riguardo il mio problema, vi sembra possibile che appena 15gg dopo aver smesso la cura (21gg di cortisone)ed essere guarito, che il problema delle vesciche al dito si ripresenta? cosa mi consigliate di fare. grazie per le vostre risposte.