Utente 156XXX
Cari Medici, ho una curiosità sui linfonodi. Vorrei sapere quando è il caso di preoccuparsi, quando occorre temere di avere qualcosa che non va? Vi spiego da cosa nasce questa mia curiosità: tanti anni fa, avevo più o meno 18 anni, si ingrossò un linfonodo sotto il mento, però in quello stesso periodo avevo una sorta di herpes facciale. Il mio ex medico mi diede una cura di antibiotici ed il tutto passò. Da allora ogni tanto si è ingrossato lo stesso linfonodo e notavo che accadeva poco prima che arrivassero le mestruazioni. Il mio attuale medico, l'ultima volta, mi prescrisse degli antibiotici e mi disse che se non andava via, avrei dovuto sottopormi ad un'ecografia. Lui non vedeva alcuna correlazione con il ciclo. Il linfonodo tornò normale e quindi nulla di preoccupante. L'ultima volta risale all'estate scorsa, però il mio medico mi disse di aspettare le mestruazioni ed infatti non appena arrivarono, il linfonodo diminuì di grandezza. Premetto che qualche mese prima avevo fatto un esame del sangue e i globuli bianchi e linfociti erano tutti nella norma, tranne una microcitosi apparsa per via di una carenza di ferro. Inoltre premetto che per vari periodi ho sofferto di dolori presso il dente del guidizio e di otite e per la maggior parte delle volte accadevano poco prima delle mestruazioni. Ora mi chiedo: come mai questo linfonodo si è ingrossato diverse volte? Se avessi una brutta infezione, dagli esami di qualche mese prima si sarebbe verificato qualcosa? Spero possiate aiutarmi. Grazie mille e buon lavoro! PS ammiro il vostro lavoro, siete degli angeli per noi!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sulle causa della reazione dei linfonodi certamente il suo medico può essere più preciso che a distanza tramite Internet. Evidentemente la causa è infiammatoria perchè questa reattività(=i linfonodi reagiscono ingrossandosi) alternante non è solitamente un segnale di malattie gravi.

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/69-tumori-ereditari.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm