Utente 166XXX
Gentilissimi dottori, vi scrivo perchè non so darmi pace.premetto che sono una persona molto ansiosa. io ho avuto un rapporto con un ragazzo(il mio nuovo, era il primo rapporto) circa 3 settimane fa. il rapporto è stato protetto da preservativo dall'inizio alla fine e lui a fine rapporto ha controllato non fosse rotto(e infatti non lo era!) non abbiamo avuto rapporti orali, sono un pò di masturbazione a vicenda. 2 settimane dopo il rapporto ho avuto un pò di mal di gola(cosa che avevo avuto con placche in gola e febbre anche 1 mese prima curato con un antibiotico) e linfonodi del collo gonfi e dolenti. sono andata preoccuapta del medico che mi ha ordinato di nuovo l'antibiotico(anche se io l'ho trovato eccessivo dato che non avevo ne febbre, ne eccessivo mal di gola) mi ha visitato e ha trovato una linfoadenopatia solo sul collo(non in ascelle e inguine) e milza e fegato nella norma. ora ho quasi finito la scatola di antibioico,il mal di gola è sparito quasi subito e però io sento al tatto i linfonodi.non saprei dire se sono gonfi o no, sento delle palline piccole quando mi tocco il collo, non grandi, però si sentono. adesso ho la fobia di essermi presa qualche malattia, in primis hiv. so che se il rapporto era protetto da preservativo e non si è rotto è impossibile, ma è possibile che magari il mio ragazzo possa aver avuto dei tagli nelle mani (si mangia le pellicine delle unghie!) e avermi infettato così???mi è venuto il dubbio una sera che eravamo fuori assieme che mi sono accorta che aveva un pò di sangue coagulato nel bordo dell'unghia tipico di chi mangia le pellicine...può essere stato così?sono preoccupata ma non ho il coraggio di parlarne con nessuno(tanto meno con lui dato che siamo all'inizio del nostro rapporto,che però si sta incrinando dato che non voglio più avere rapporti intimi con lui e non capisce il perchè!)io ho fatto tutto con precauzione, ma ho comunque molta paura.mi potete tranquillizzare? quando i linfonodi del collo si definiscono ingrossati? io sento delle piccole palline(di grandezza davvero minuscola, tranne un linfonodo nella parte posteriore che è un pò più grosso!) poi sto sempre a toccarmi quindi non vorrei peggiorare la situazione! ho perfino chiesto al mio ragazzo di andare a donare il sangue,così gli facevano tutti i controlli, ma ha la fobia degli aghi...non mi do pace! Vi ringrazio molto del tempo che mi dedicate
ps dopo 1 gg di antibiotico ho avuto 2 scariche diarroiche, poi ho preso un bel pò di fermenti lattici e il gg dopo non potrei più definirla diarrea, erano scariche più liquide del solito, ma una al giorno (non so se può essere utile!)
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

si è trattato di un rapporto protetto; perciò, stia tranquilla.
La masturbazione reciproca non è a rischio di contagio di HIV.

Le scariche diarroiche possono essere dovuto proprio all'antibiotico come effetto collaterale.

Quanto alle unghie e alle "pellicine", la sua paura è infondata.

http://www.medico-legale.it/sesso_aids.html
http://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/516-rapporti-sessuali-aids-misurare-rischio.html

Cordiali saluti.