Otite catarrale e mal di testa

Salve,
Sono un ragazzo di 16 anni, e Premetto che vengo da un mese di febbricola poi risoltasi da sola, gastrite, allergie e raffreddori vari.. Il tutto accompagnato da stress, ansia e spesso somatizzazione.
Dopo questi due mesi passati malissimo, mi sonoripreso, edisintomi sono via via spariti, uno per uno.
Ieri però, sono andato da un otorino in quanto sentivo le orecchie tappate da almeno quattro mesi.
Mi è stato detto che ho un otite cattarrale in fase avanzata.. E che ci metterò mesi a guarire.
Fin qui tutto ok.
Dopo essere uscito dallo studio, comincio a pensare (come al solito) e vengo preso da u a strana sensazione alla testa.. Come un formicolio, ma non vero e proprio, che si espande.. Con un po' di mal di testa pulsante.
Stamattina esco, e comincio a sudare. Sento di nuoo questa sensazione e cominciano a farmi male le tempie.. Ovviamente il dolore era leggero.
Ci penso di continuo, ed ho notato che quando non ci penso il dolore e soprattutto il "formicolio" che mi accompagnano quasi tutto il giorno scompaiono.
Ora, può essere l' otite la causa di formicolio e mal ditesta, oppure devo soltanto rilassarmi e riprendermi da questo periodo? Aggiungo che sono diventato anche piuttosto ipocondriaco, e che non posso sentire il mio medico fino alla settimana prossima. Grazie in anticipo per le risposte!
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

con tutti i limiti del consulto on line, escluderei che i sintomi riferiti siano di origine otitica. Piuttosto penserei all'origine ansiosa, soprattutto per il fatto che scompaiono quando non ci pensa.
Un aiuto da uno psicologo potrebbe essere utile.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la celere risposta.
Ad esempio, due ore fa, ho smesso di pensare al mal di testa (che ora sta tornando) ed ho cominciato a pensare a come mi sentivo quando avevo la febbricola, ed a cosa potessi avere.
Risultato: mi sento di nuovo fiacco ed accaldato.

Sono praticamente sicuro che sia tutto di origine ansiosa, anche perché ho fatto parecchi esami di routine accompagnati da alcuni esami più "approfonditi" e non hanno riscontrato assolutamente nulla.
Il problema è che la mia evidente ipocondria, con la bruttissima abitudine di cercare spiegazioni online, uniti al molto tempo passato a letto perché penso di stare seriamente male mi portano a pensare molto ed a viaggiare attraverso le peggiori malattie.. Spinto anche dal fatto che mi sono accorto di aver fatto un grande sbaglio a fumare per un anno e mezzo.

Comunque, oggi comincerò la cura per l' otite.
In caso, mi farò risentire.

Grazie ancora!
[#3]
dopo
Utente
Utente
Ah, un ultima cosa.

Dato che tutti i miei familiari (senza esclusioni) soffrono di sinusite, ed io è da tempo ormai che pur avendo il naso completamente libero, ho difficoltà a respirare perché lo sento chiuso nella parte iniziale.. Potrebbe trattarsi di sinusite?
E se non curata per molto, può portare anche ad episodi di febbricola, contando che pur avendo avuto forti allergie e raffreddori non posso soffiarmi il naso da più o meno 9 mesi a causa di una grossa varice?
Ho dovuto ingoiare molto muco pieno di allergeni e germi, che mi irritava spesso la gola e mi ha causato, appunto, l' otite.
Scusi la lunga serie di domande, in una sezione magari non molto attinente.. Ma sono convinto che trovare la causa della febbricola possa essere la soluzione ai miei problemi di ansia ed ipocondria.. Che si sono manifestati la prima volta con la comparsa di questa strana temperatura.

Grazie ancora.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Un aggiornamento.
Il formicolio alla testa è sparito.. Probabilmente era psicologico.
Ora però, pur non avendo nessun fastidio, (a parte un leggero formicolio nella parte superiore della cute) è come se avessi perso sensibilità al tatto.
Per spiegarmi meglio, è come se la cute di mezza testa fosse leggermente anestetizzata, essendo molto meno sensibile di prima.
Non ho nessun tipo di dolore o fastidio.. L' unica cosa è questa leggera sensazione di formicolio.
Può essere riconducibile a stress o a qualcos' altro?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

i sintomi che menziona possono essere somatizzazioni d'ansia. Per le domande sulla sinusite Le consiglio di chiedere un nuovo consulto nella sezione "Otorinolaringoiatria".

Cordialmente
[#6]
dopo
Utente
Utente
Eccomi di nuovo!
Ho cominciato la cura per l' otite, con nessun rislutato per ora, ma so che sarà una cosa lunga.
Nel frattempo ho cercato di rilassarmi, ed ho notato che non pensando più al formicolio, esso si attenuava fino a sparire del tutto.. Lasciandomi però un leggero mal di testa (quello vero) ed un po' di sensazione di testa pesante.
Ho notato anche però, che questa sensazione fra il formicolio ed il fastidio, che parte dalla parte centrale della testa e si irradia tutto intorno, sparisce del tutto quando vado a dormire o comunque quando sono sdraiato, per poi ricomparire la mattina.
Spinti dalla curiosità mi sono misurato la pressione, già bassa un mese fa, ed ho riscontrato un valore di 103 di massima e 64 di minima.
Può essere quindi un fatto di pressione amplificato dall' ansia?
Considerando che mi passa quando sono sdraiato?
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non ritengo probabile che i Suoi problemi siano dovuti alla pressione arteriosa. Forse una cefalea di tipo tensivo è più giustificabile.

Buon pomeriggio
[#8]
dopo
Utente
Utente
buongiorno! Le cose vanno decisamente meglio.. La cura per l' otite sta facendo effetto, e dopo un viaggio rilassante e lontano da fonti elettroniche, anche il mal di testa è passato!
Ora però, rimane qualche volta una leggera pulsazione alle tempie, occasionale.. Ed un quasi perenne "dolorino" anche se non è proprio un dolore, nella parte centrale della testa, ma più verso la parte posteriore.
Mi sono accorto che il muscolo, o nervo, che si trova fra il cervelletto ed il collo, mi brucia leggermente, e quando muovo il muscolo o comunque lo contraggo o lo tiro, il dolorino aumenta, compreso quello alla testa.
Quello che mi chiedo è: può essere una leggera infiammazione del muscolo/nervo a causarmi questo dolorino?
grazie counque per l' interessamento. e sxusate per l" ipocondria.. Ma avendo passato mesina pensare a tumori al cervello ed ai polmoni, devo ancora finire di smaltire il tutto :)
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi fa piacere apprendere il miglioramento della Sua sintomatologia. Per quanto riguarda il problema nella regione occipito-cervicale potrebbe essere probabile non tanto un'infiammazione ma una contrattura dei muscoli della regione, sempre a livello ipotetico però.

Buonanotte
[#10]
dopo
Utente
Utente
Dott. Ferraloro, grazie per la celere risposta!

Quello che mi ha portato a pensare ad un infiammazione o comunque ad una contrattura è il fatto che girando la testa in alcune posizioni potevo chiaramente sentire un muscolo che mi "bruciava", contando poi che in questo periodo dormo poco, e quel poco tempo che dormo assumo una posizione scorretta che mi fa svegliare ogni mattina come se avessi l' acido lattico ai muscoli del trapezio, sono portato a pensare che sia quello.
Anche perché quando sono a letto da un po', o comunque quando mi alzo la mattina non ho alcun fastidio (penso perché i muscoli siano più rilassati) .. Quando invece mi alzo e comincio a fare quello che faccio di solito, il leggero fastidio comincia.
Considerando poi che in concomitanza con il mal di testa di qualche giorno fa il fastidio era molto più marcato, magari mi sto portando dietro ancora i postumi di quel mal di testa.

Ovviamente però le mie sono solo autodiagnosi, e non sono un medico.. Quindi se il fastidio persisterà, faro una visitina al mio medico.

Grazie mille ancora!
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

condivido l'origine da posture prolungate o poco corrette e l'intenzione di effettuare un controllo dal Suo medico curante qualora il problema dovesse persistere.

Buon 2 giugno
[#12]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per la velocità nel rispondere, e buon due giugno anche a lei!
In caso, la terrò aggiornata
[#13]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per la velocità nel rispondere, e buon due giugno anche a lei!
In caso, la terrò aggiornata
[#14]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Ok, volentieri.
[#15]
dopo
Utente
Utente
Eccomi di nunovo con delle novitá.
Ho notato che non stando davanti a schermi di vario genere, il mal di testa è sparito, tornandomi solo in alcuni casi, come ad esempio nel passaggio da un ambiente molto caldo ad uno fresco.. per poi passare di nuovo.
L' unica cosa che mi accompagna ora, è una strana sensazione di testa leggera, con sensazione di "vertigine" .. che poi vertigine non è perché non ho nessunn problema di equilibrio o altro.. E' solo una sensazione.. non so come spiegarmi bene, scusatemi!
In più, oggi mi è tornato un leggerissimo mal di gooa poi passato dopo due ore.
Tutto questo mmi ha fatto di nuovo, ahimè, viaggiare con il pensiero.. con come conseguenza un leggero stato di malessere e l' aumento di questa sensazione di testa leggera.
Per inquadrare meglio la mia storia in questo periodo, la rimando a questo link
https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/218103-prima-febbricola-poi-non-ne-ho-idea.html

Era stata proprio questa strana febbricola con tutti gli esami apposto a dare l' inizio alla mia forte ansia ed ipocondria.. Mi dica un po' lei se è il caso di farmi visitare da un neurologo o da uno psicologo.. Sono sempre stato una persona forte, ma in questo periodo ho bisogno di rassicurazioni. Scusi questa paranoia, ma purtroppo non posso fare altrimenti!

Grazie mille per la sua disponibilità.
[#16]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

sa bene che on line si possono dare soltanto delle indicazioni generali. Possibilmente nel Suo caso da un piccolo problema medico è scaturita una forma ipocondriaca che La fa stare male ma questa è soltanto un'ipotesi. Un approccio di tipo psicoterapico Le verrà certamente utile.

Cordialità
[#17]
dopo
Utente
Utente
Già, ne sono consapevole.. Anche perché quasi in tutti i casi quando. svago e penso ad altro tutti i "sintomi" passano.
Purtroppo la psiche è una brutta bestia! La paura dip un tumore al cervello mi attanaglia, e mi chiudo nel mio guscio. Parlerò con i miei per cercare uno psicoteraoeuta adeguato. Scusi se l' ho assillata :)

[#18]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non mi ha assillato certamente, capisco le preoccupazioni e le paure dei pazienti.
Consideri però che i sintomi di un tumore cerebrale non scompaiono con gli svaghi e pensando ad altro....

Buona serata
[#19]
dopo
Utente
Utente
Già.
In più ieri sera sono andato ad una festa, ed il dolore sll' inizio c' era.. Poi ho cominciato a non pensarci, ed il dolore è svanito, per poi ritornare quando sono tornato a casa e svanire di nuovo quando mi sono rilassato a letto.
E stamattina niente dolore, come succede ogni mattina al risveglio.
Penso proprio di dovermi rilassare un bel po' .. Grazie dell' aiuto!
[#20]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!
Premettendo che il "mal di testa" è molto diminuito ed ho notato che si accentua insieme ad altri sintomi quando la mia tendenza ansiosa mi fa agitare, penso che una causa banale ci sia.. Poi accentuata dal forte stress e dall' ansia provata in questi due mesi passati a star male, dei quali due settimane le ho passate con la febbricola ed il resto a somatizzare sintomi di tumori ovunque, che passavano con lo svago.
Da più o meno tre mesi, ho avuto un crollo psicologico, ed ho passato gran parte delle mie giornate seduto al pc, o sdraiato a guardare la tv.. Assumendo pose piuttosto scomode.Ho anche notato che stando davanti al pc il mal di testa viene, o si accentua.. Quindi, può essere un misto di postura e troppo tempo passato davanti al pc ad avermi provocato questo leggero mal di testa che ho da più o meno 10 giorni?
Anche se penso che dovrei spostare questa discussione nella sezione "psicologia" , continuo a scrivere qui per un motivo ben preciso: l' ipocondria!

La ringrazio per la sua pazienza e per una sua eventuale risposta, se vorrà.
[#21]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

è possibile che il Suo mal di testa sia di tipo tensivo, provocato da posture prolungate, a volte scorrette, e dall'ansia.

Buonanotte
[#22]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!
Scusi se la importuno ancora.. Ma ho un dubbio.
Ormai honappurato che tutti i miei fastidi alla testa, che comunque si sono attenuati quasi del tutto, scompaiono quando non ci penso.
Ma ogni volta che ci penso ritornano. Ok che è la descrizione di una somatizzazione, ma è davvero popssibile che l' ansia e la postura siano l' unica causa?
Andando in giro su internet (ahime), ho avuto modo di capire che il dolore è cervicale, e penso di aver capito anche l' origine di questo problema.. Che sarebbe il fatto che ho passato ore seduto con il collo allungato in avanti, la schiena gobba e la testa rialzata rispetto al collo.
Per avere conferme sono stato qualche ora davanti al pc in quella posizione.. E puntualmente è tornato il fastidio alla testa con vertigini.
Pur non essendo un medico, penso che sia questa la causa.. anche perché assumo quella posizione ogni giorno per almeno 6 ore da due tre mesi ormai.
L' unica cosa che non mi tranquillizza e mi continua a far somatizzare, è il fatto che la febbricola che ho avuto due mesi fa non ha avuto una spiegazione.. E, sempre girando su internet, ho letto di cose non molto simpatiche legate alla febbricola.
Quindi, ogni volta che ci penso, tendo a collegarla con i sintomi che ho ora.. E l' ansia mi attanaglia.
Nel periodo di maggiore ansia ho avuto sintomi di svariati tumori.. E questo mi fa pensare al fatto che sicuramente questo non è altro che un altro periodo di somatizzazione dell' ennesimo tumore.. Ma il dubbio rimane.. Ed è proprio il dubbio la cosa peggiore.

Scusi ancora se la disturbo! Avrà sicuramente altro da fare, ma leggendo la sue risposte ho avuto modo di capire che è una persona molto obbiettiva, e devo dire che a livello psicologico mi tranquillizza più lei di chi lo psicologo lo fa di mestiere!
Detto questo, risponda solo se vorrà. Sicuramente avrà molto altro da fare!

Un saluto.
[#23]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

Lei stesso ha verificato che la postura prolungata di fronte al pc Le provoca la cefalea, pertanto una causa è già scoperta. L'ansia poi continua opera....
Il fatto poi che la sintomatologia regredisca non pensandoci darebbe ulteriore conferma.
Pertanto si tranquillizzi anche perchè riferisce che in atto i sintomi si sono attenuati quasi del tutto.

Buona giornata
[#24]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno!
Scrivo per darle buone notizie, in quanto sia il mal di testa, sia i dolorini vari sono spariti.
Mi è bastato passare una giornata al mare con gli amici per far passare tutto.. Quindi mi sono fatto un paio di domande.
L' unica cosa che mi è rimasta ora sono delle leggere "vertigini" anche se non c' è una reale perdita di equilibrio.. Ansia?

Una cosa che mi ha lasciato un po' perplesso è stato un brusco risveglio stanotte.. Con la testa che mi girava non poco, ed un senso di agitazione notevole.
Ha idea di cosa possa essere?

Grazie un anticipo.

p.s: ho provato, come mi ha consigliato lei, di scrivere nella sezione di otorinolaringoiatria un post per chiedere se l' otite potesse causare i miei disturbi, poi anplificqti dall' ansia.. Ma non mi è stato possibile a causa delle troppe richieste di consulto. Riproverò fra qualche giorno
[#25]
dopo
Utente
Utente
Dottore, in tutti questi giorni ero talmente concentrato sulla risoluzione del problema che mi sono dimenticato dinrenderle noti dei particolari che potrebbero essere importantinper individuare l' origine e la tipologia del mio mal di testa.
Circa due giorni dopo aver avuto quella sensazione di formicolio, mi sono svegliato con i muscoli del trapezio completamente rigidi e doloranti al tatto.
Quando scuoto la testa, anche ora che il mal di testa non c' è, ma che c' è una strana sensazione di "oppressione" alla testa, mi fa male.. Mentre se la muovo a destra e a sinistra lentamente, la vertigine aumenta leggermente, ma provo sollievo. In più, sento come degli ossicini che schricchiolano quando uovo la testa.

Possibile che c' entri qualcosa con il mio mal di testa?
Ora sono relativamente tranquillo, niente ansia.. Il mal di testa è sparito, ma questa sensazione di oppressione mi da molto fastidio.. Se poi la si unisce a questa finta sensazione di mancanza di equilibrio, preferisco stare a letto.. In quanto è solo da sdraiato o da seduto che la "vertigine" scompare, lasciando spazio solo al senso di oppressione.
Ho solo 16 anni e mi sento un vecchio.. Questa situazione mi sta decisamente stancando.

Scusi per lo sfogo.. Spero proprio che i particolari che le ho dato servano Ad indirizzarla verso un disturbo, e , magari, ad una cura.

Grazie per la disponibilità.
[#26]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi fa particolarmente piacere che alcuni disturbi siano scomparsi del tutto. Per il resto, dalla Sua descrizione, la componente ansiosa non è da escludere.
On line, come Lei certamente sa, non è possibile fare diagnosi nè prescrivere terapie. Per questo deve rivolgersi al Suo medico curante o ad uno specialista.

Cordiali saluti
[#27]
dopo
Utente
Utente
Salve di nuovo Dottore!
Premettendo che domani andrò dal mio medico, volevo aggiornarla.

Ieri sera, ho cominciato, purtroppo, a pensare al fatto che tutto quello che sto passando non può essere solo ansia. Dopo averci pensato, l' ansia si è presentata, e non mi abbandona da quel momento.
Ieri ho avuto sensazione di disequilibrio che effettivamente non c' è, ed una sensazione di testa pesante, accompagnata talvolta da delle pulsazioni alle tempie e dietro la nuca, ma nella parte alta a destra.
Tutti questi sintomi, quando ci pensavo, aumentavano decisamente.. E si innescava una reazione a catena.
Stanotte ho dormito male e, our essendomi svegliato alle 8.40, sono rimasto a letto fino alle 11 perché mi sentivo "debole".
Dopo essermisvegliato, mi ha ripreso l' ansia.. E la testa mi girava, oltre ad avere una forte sensazione di oppressione.. Ma diversa dal solito.
Così, mi sono misurato la pressione che era di 130-85 .. Mentre solitamente ho 115-60.
Ho deciso di non pensarci più di tanto.. Ma non ci sono riuscito.
Questo mal di testa e sensazione di vertigini mi ha accompagnato finché non sono andato in piscina con degli amici.
Nel periodo in cui non ci pensavo, mi sono tuffato ed ho nuotato tranquillamente, senza avvertire alcun fastidio.
Una volta uscito dalla piscina, ho ricominciato a pensarci.. Ed eccomi qui: a letto, con uno strano formicolio nella parte posteriore destra della testa. Ora, queste non sono altro che conferme di una possibile somatizzazione, ma è possibile che l' ansia sia l' unica causa?
Il dubbio rimane, e la paura di avere qualcosa di grave.. E più nello specifico un tumore al cervello, è davvero forte.
Ho bisogno di essere tranquillizzato.
Dopo aver scritto tutto questo le vorrei chiedere:
Data tutta la mia storia.. Ritiene che si possa escudere un tumore al cervello? Anche, magari, considerando la mia età? (16 anni)
E l' ultima domanda è: quando domani andrò dal dottore, pensa sia opportuno farsi prescrivere una RM solo con lo scopo di tranquillizzarmi?
Grazie per la sua disponibilità.. Veramente.
Cordiali sauti.
[#28]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

dal Suo racconto si evince soltanto una forte componente ansiosa. Non pensi a tumori cerebrali.
Più che delle rassicurazioni mie o del Suo medico curante, dovrebbe pensare a curarsi. Faccia pertanto una visita psichiatrica per avere una diagnosi precisa ed un'adeguata terapia.

Cordialmente
[#29]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore!
Oltre che per ringraziarla per la sua pazienza e per aver risposto alla mia ennesima domanda tranquillizzandomi, le scrivo anche per aggiornarla.
L' altro ieri sono finalmente riuscito ad andare dal mio medico di famiglia, che dopo avermi fatto fare degli esercizi per l' equilibrio ed avermi toccato dei punti intorno al trapezio facendomi quasi urlare dal dolore, ha detto che i sintomi sono quelli tipici della cefalea muscolo tensiva, e che lo stress era tanto.
Il fatto che mi ha tranquillizzato é che il medico è arrivato a questa conclusione senza che gli dicessi di aver avuto dei fortissimi stati ansiosi con qualche attacco di panico proprio per i miei sintomi.. Cosa che poi gli ho detto dopo.
In più mentre facevo questi test per l' equilibrio, ho notato, ed ha notato anche lui, che mentre avevo le mani in avanti, mi tremavano le dita della mano sinistra.
Dopo essersene uscito con la frase : "quanto stress che hai accumulato", mi ha detto che i miei muscoli erano contratti e molto rigidi, e che sicuramente lo stress e l' ansia erano la causa, insieme all' otite, del mio mal di testa.
Mi ha prescritto dei banalo ricostituenti e mi ha detto di stare tranquillo, ma di chiamarlo nel caso fosse ricomparsa la febbricola.. Anche se non penso che questo c' entri con il motivo per cui sono andato da lui.
Non mi ha consigliato di andare dal neurologo.
Il dottore è stato molto rassicurante, convincente e, come al solito, mi ha ispirato molta fiducia.
È d' accordo con quello che ha detto?
E, ultima domanda, è possibile che svagandomi e non pensando al mal di testa esso sparisca, per poi ripresentarsi PUNTUALMENTE quando ci ripenso, e diventare più forte se entro in paranoia?

A presto, e grazie in anticipo per la sua eventuale risposta!
[#30]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

concordo perfettamente con quanto Le ha detto il Suo medico curante. Segua le sue indicazioni.

<<E, ultima domanda, è possibile che svagandomi e non pensando al mal di testa esso sparisca, per poi ripresentarsi PUNTUALMENTE quando ci ripenso, e diventare più forte se entro in paranoia?>>
Certo che è possibile, anzi in questi casi è la regola.

Cordialità
[#31]
dopo
Utente
Utente
Dottore, grazie per la risposta.
Finalmente, grazie alle parole del mio medico e alle sue, sono riuscito a tranquillizzarmi. E indovini? Il mal di testa e le vertigini sono COMPLETAMENTE spariti.
Ogni tanto però, e questo non mi ricordo di averlo detto, sento un dolorino nella zona sopra la nuca, verso destra.
Lo stesso "fastidio" che ho sentito una volta e che poi è continuato per due settimane insieme ai mal di testa, per poi sparire perché la mia concentrazione si era spostata su altro.
Da due giorni sento di nuovo questo dolorino/fastidio (più fastidio) in un punto preciso.. Ma non riesco a capire se è un dolore superficiale o interno.
Questo, da ieri, è accompagnato alla sensazione di avere un "nervo scoperto" in testa, che mi fa male quando scuoto la testa o la "sbatto" contro una superficie morbida.
Questa sensazione è esattamente nel punto che mi da fastidio.. Cosa può essere?
La sensazione è meglio descritta come "sensazione di avere un nervo scoperto".
Tutto questo però, come al solito passa quando mi svago. Solo che non riesco a capire se passa o semplicemente non me ne accorgo.

Questo, unito al dolorino in un punto Preciso ha fatto ritornare la mia ansia, anche se non in grande quantità, quindi per estinguerla subito ho deciso di scriverle di nuovo, per evitare di pensare, di nuovo, ad un tumore al cervello.
.. È come se cercassi per forza qualcosa che non va.
È l' unico dubbio che mi è rimasto.. Una sua ultima opinione mi farebbe molto piacere.

Grazie ancora e a presto!
[#32]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

se pressa il "punto" con le dita il dolore o fastidio si accentua?
[#33]
dopo
Utente
Utente
Dipende.. Fino a una settimana fa si, ora no.
Però, se premo con tre dita o con qualsiasi altra cosa a destra del punto che mi da fastidio, e sempre tenendo premuto trascino il dito da destra a sinistra passando Per il punto dolente, avverto quella sensazione di nervo scoperto.. Anche se meno forte di quando premo con la testa contro una superficie e la muovo oppure quando la scuoto, o peggio quando la sbatto contro una supericie morbida.
[#34]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Dalla Sua descrizione dovrebbe essere un fatto esterno, stia tranquillo e non ci pensi.

Buon pomeriggio
[#35]
dopo
Utente
Utente
Capito, provvederò.
Anche perché non mi fa sempre male, mifa male solo quando muoo forte la testa o quando ci penso ed aspetto inconsapevolmente la fatidica "fitta", che qusndo non ci penso non arriva mai.
Probabilmente proprio esterna non è, ma neanche interna.
Non può essere, quel dolore simile ad un nervo scoperto che viene toccato, nient' altro che, appunto, un nervo dolente? Nella zona cervicale/parietale ce ne sono?
[#36]
dopo
Utente
Utente
Anche perché, non sono un medico, ma non penso che il dolore sia esterno.. Perché il dolore che avverto, pensandoci, è interno ma non troppo. Appunto è come se ci fosse un nervo o qualcosa di simile, teso, o comunque dolente, che mi provoca "dolore" nei casi che ho citato sopra.
In più è come se si irradiasse mooolto velocemente lungo una linea precisa.. Proprio come un nervo scoperto.
Non so che pensare, può essere, ancora una volta, qualcosa di grave?
Scusi l' insistenza, ma una volta chiarito tutto mi si presentano sintomi nuovi, o ne torna qualcuno vecchio.. E non so che pensare.
[#37]
dopo
Utente
Utente
Mi spiego.. È come se, a volte, riuscissi a "toccare" la parte dolente, pur non essendo esterna. Come quanto ci si tocca un muscolo di qualsiasi parte del corpo per intenderci, non lo tocchiamo direttamente perché c' è la pelle in mezzo, ma lo riisciamo a sentire.
La stessa cosa accade con questo dolore.. Solo che non riesco a sentire nulla. So solo che quando lo tocco con le dita premendo e trascinando il dito, o quando struscio la nuca contro una parete, "tocco" questo punto interno, causando il dolore.
Non so se sono riuscito a spiegarmi, ma era un po' difficile farlo.. Scusi :)
[#38]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

per esterno s'intende non all'interno del cranio in quanto un dolore interno alla scatola cranica non ha le caratteristiche che Lei descrive.
Non ci pensi.

Buona serata
[#39]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, grazie ancora per la pronta risposta e per la rassicurazione.
Ci terrei a precisare che la sensazione di nervo scoperto.che avevo ieri è sparita.
Il solito dolorino lovalizzato in un punto preciso però rimane (esattamente fra la parye cervicale e quella parietale.. Leggermente verso destra), e come dolore da la pulsazione tioica del mal di testa.. Solo che la da ogni tanto nell' arco della giornata, e non quando sono sdraiato o i muscoli del collo sono rilassati.
Questo dolore aumenta il mio stato d' ansia, in quanto era presente due mesi fa.. Poi è sparito ed ora si è ripresentato. È questa la mia vera preoccupazione.

Considerando il fatto che non è un dolore fisso ma che compare con la frequenza di tre/quattro volte all' ora, più il fatto che scompare quando mi sdraio, quando mi rilasso o quando il collo non deve sforzarsi di reggere la testa, e che ho i muscoli delle spalle e del collo rigidi per via dell' ansia.. Si possono escludere patologie gravi?
So che mi riduco a fare sempre la stessa domanda, ma ogni volta che si presenta questo dolorino arriva come una pulsazione, e fa salire il mio stato d' ansia.
Da wualche giorno mi stavo riprendendo dal periodo ansioso e, senza l' aiuto di uno psicologo, stavo riflettendo per scoprire la causa della mia ansia.
La paura è quella di un tumore, ed essendo sicuramente ipocindriaco, per ogni dolore penso al peggio.
Solo che questo dolorino c' era già prima e poi è sparito per ritornare di nuovo. Cosa può essere?

Mi faccia sapere quando e se ha tempo, e scusi ancora per il disturbo.
[#40]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non pensi a patologie importanti, probabilmente è dovuto a contrattura muscolare o è una somatizzazione.
Comunque alla Sua età, in queste condizioni, non ha una buona qualità della vita.
Penserei ad un supporto psicologico.

Saluti
[#41]
dopo
Utente
Utente
Già.. Ne sono consapevole e mi creda, passare dall' essere una persona solare e piena di vita, a questo.. È ancora più frustrante.
Solo che dopo l' estate cambierò città, quindi preferisco aspettare settembre prima di rivolgermi ad uno psicologo.. Ed intanto sforzarmi per dimenticare tutto e godermi l' estate il più serenamente possibile.

Intanto, due ore fa sono riuscito a rilassarmi, ed il dolore è sparito per presentarsi solo quando facevo certi movimenti con la testa.. In più, ho bruciore ai muscoli del collo e della zona cervicale.
Penso sia un misto di infiammazione muscolare, contrsttura e somatizzazione.
Grazie infinite per il supporto medico e morale che mi ha dato in questo periodo.. Veramente.
Perché nonostante non fosse tenuto a farlo mi ha incoraggiato, ed ha continuato a rispondermi pur notando la mia tendenza ipocondriaca.
I medici dovrebbero essere tutti come lei!

Grazie ancora, e spero proprio di non dovermi far sentire più. :)
Arrivederci!
[#42]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore!
Le scrivo per darle buonissime notizie, in quanto ho pensato che potesse farle piacere :)

Da quando mi sono tranquillizzato, mal di testa e dolori vari sono spariti.. Anzi, è sparita qualsiasi cosa.
Ogni tanto mi ritornava, ma succedeva quando ci pensavo.
Poi ho smesso di pensarci, perché mi sono concentrato su un dolore piuttosto acuto, che avverto nella zona centrale della testa, leggermente verso destra.
Ora, considerando che il dolore si presenta o aumenta quando ci penso, comunque c' è stato.
Non sono più portato a pensare ad un tumore, ma è comunque un "fastidio" abbastanza forte che si presenta 5-6 volte al giorno.. E sempre quando sono in piedi o quando muovo la testa in modo strano.
Quando sto seduto diminuisce, e quando sono sdraiato sparosce del tutto.
Non sono un dottore, ma Questo mi ha portato a pensare che non sia un tumore.
Il problema è che è molto fastidioso.. E che spesso sento l' ansia che torna.. Quando invece dovrei rilassarmi e basta.
Può consigliarmi qualcosa che mi faccia passare questo dolore? (ovviamente solo se acquistabile senza ricetta e solo nel caso abbia capito più o meno di cosa si tratta)
Scusi ancora per il disturbo, buona giornata!
[#43]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi fa molto piacere che le cose siano nettamente migliorate. Circa la Sua richiesta, non è possibile soddisfarla perchè, anche per prescrivere un prodotto da banco, occorre fare una diagnosi che on line non è possibile effettuare.
Pertanto ne parli col Suo medico curante.

Buon fine settimana
[#44]
dopo
Utente
Utente
Eccomi di nuovo. Capisco la sua risposta.. Chiederò al miomedico appena potrò :)

Ho da farle un altra domanda purtroppo..

Sono in vacanza.. Ma sono dei giorni un po' stressanti e spesso sono costretto a fare cose che non voglio fare perché sono ospite..
Ieri ho avuto forti fitte nel solito punto dietro la testa ed un po' ovunque.. Oggi invece è successa una cosa che mi ha preoccupato e mi ha fatto tornare l' ansia di avere qqualcosa di grave.
Oggi nessun mal di testa.. Ma, dopo essermi alzato tranquillamente, siamo dovuti uscire per forza.. Ed ho cominciato ad avvertire un leggero mal.di testa nel solito punto dietro la testa e sopra l' occhio.
In seguito, ho avvertito come una sensazione di "brivido" lungo tutta la testa, ed ho cominciato ad avere una forte sensazione di instabilità (non vertigine).. Che dopo un po' è diventata leggera instabilità reale.
Siamo andati in un museo, e sono dovuto rimanere 1 ora seduto su una sedia perché stando in piedi non mi sentivo bene.
In seguito la cosa è migliorata.. Ed ho smesso di pensarci.
Circa un ora fa è tornata mentre ero in barca (forse per pensieri strani?) accompagnata da forte ansia, sensazione di svenimento e di "non avere via di scampo" .. O di essere vicino alla morte.
Riconosco che la maggior parte di questi sintomi sono indicativi di un attacco di panico.. Ma questo continuo dolore alla testa?
Dopo tutto questo, sono dovuto uscire dal museo insieme alla mia ragazza.. Lasciando la situazione scomoda.. E mi sono sentito molto meglio.. Quasi del tutto.
Ora sono solo accaldato (mi misurerò la febbre), con la gola secca e con una sensazione di spossatezza presente anche al museo, ma ora meno marcata.

Possibile che SOLO l' ansia e lo stress siano la causa di tutto questo? Ora sono a letto.. Preso da brutti pensieri.

Probabilmente lunedì andrò da un neurologo.. Intanto però l' ansia c' è.. Come il pensiero di avere qualcosa di grave aa solo 16 anni.. Quindi se risponderà alle mie ennesime domande, mi farà un ENORME piacere.
Scusi ancora per il disturbo e, la prego, cerchi di capirmi. I soggetti ansiosi sono una brutta cosa immagino.. Soprattutto se sono agli inizi :D

[#45]
dopo
Utente
Utente
Mi sono misurato la febbre tre volte in 15 minuti riscontrando una temperatura di 37.2 , poi di 36.9 ed infine di 37.
Uniti alla stanchezza vorrebbero dire la ricomparsa della febricola che mi ha afflitto per più di due settimane.. Ma ho misurato la temperatura dopo aver fatto uno sforzo fisico equivalente ad una corsetta di 40 minuti.. Quindi potrebbero essere valori sballati.
Aspetterò altri 20 minuti e le farò sapere.
[#46]
dopo
Utente
Utente
Niente febbre.. Ma mi sento abbastanza strano.
[#47]
dopo
Utente
Utente
Un altro aggiornamento.
Stanotte, un po' penso per ansia, ed un po' perché non mi sentivo bene, non ho dormito granché.
Mi sono svegliato alle 5 molto riposato.. Ma con una sensazione di stanchezza incresibile addosso, e la sensazione di avere di nuovo la febbricola.
Cosí, mi sono alzato per andare in bagno, ma pur essendo comunque piuttosto fiacco.. Hoconstatato di non esserlo poi cosí tanto.
Tornato a letto mi misuro la febbre, che alle 6 è di 36.9.
Sentendola scendere, l' ho rimisurata 10 minuti dopo.. Ed invece ho riscontrato una temperatura più alta: 37.
Associando fin dall' inizio, la febbricola che ho avuto ad un tumore, va da se che tornandomi sia portato a pensare a quello.. E sale l' ansia.

Quindi le chiedo: un tumore, può portare febbricola? Oppure è solo una reazione dell' organismo alle infezioni o infiammazioni?
Ho anche mal di gola.. Può centrare qualcosa?

Scusi ancora per averla assillata. Ma se la situazione "febbricola" si dovezse ripresentare sarà un bel casino. A presto, e grazie in anticipo per una eventuale risposta!
[#48]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

certamente l'ansia può provocare tutti i sintomi che ha descritto. Non misuri la temeratura ogni 10 minuti .
Faccia la visita neurologica.
[#49]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!
Allora.. La febbricola non era febbricola, ma era una alterazione dovuta al mal di gola. Probabilmente anche per il fatto che ora come ora il mio sistema immunitario non è proprio al massimo della forza.
Comunque, le scrivo per aggiornarla anche sul mio mal di testa.

Il mal di testa vero e proprio non è più presente.. L' unica cosa che rimane, è una strana sensazione presente da quando mi sveglio, fino a quando vado a letto. Anche se non è presente quando mi muovo parecchio.
E' come se avessi il cervello "infiammato".. E muovendo la testa più velocemente di come la muovo normalmente, oppure rimanendo in posizioni strane, mi fa male.
Prima mi faceva male nella parte posteriore, poi è passata alla parte sopra la tempia destra, ed ora alla parte sopra la tempia sinistra. Se invece la scuoto velocemente, il dolore si irradia in tutta la testa.
Ci tengo a specificare che dopo aver mosso la testa il dolore sparisce istantaneamente, ma mi rimane una sensazione di muscoli rigidi ai lati della testa e della faccia, anche se meno marcata del solito.
In più, questa sensazione di testa infiammata, mi provoca anche dei leggeri mal di testa non pulsanti ai lati della testa e nella parte sopra la fronte, che hanno dei picchi in cui il dolore è abbastanza forte.. Ma durano qualche secondo.

Stando ai sintomi che ho descritto, cosa pensa possa essere?

Mi piacerebbe avere un suo parere, anche se online.. In modo da avere le idee un po' più chiare.
Anche perché il dolore prima era localizzato in un punto, poi non ci ho pensato più e si è spostato sopra la testa, per poi tornare nella parte posteriore, poi sulla tempia destra ed ora sulla tempia sinistra. Penso che solo questo spostarsi del dolore possa essere una conferma che non ho un tumore. Quindi mi sono piuttosto tranquillizzato, e le vertigini ed il mal di testa vero e proprio sono spariti.


p.s: Domani, se tutto va bene, saprò quando dovrò fare la visita neurologica.
[#50]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

un'ipotesi possibile, in base alla Sua descrizione e con tutti i limiti del consulto on line, potrebbe essere quella della cefalea di tipo tensivo che a volte non dà un vero e proprio dolore ma un fastidio o un senso di pressione.
E' chiaro che questa è soltanto un'ipotesi on line, mi faccia sapere cosa Le dirà il neurologo.

Buona domenica
[#51]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore!

Il mal di testa non mi da più problemi, a parte oggi che si è Presentato dalle 13 alle 18.
Però la sensazione di avere il cervello "infiammato" continua.
Non so come spiegare bene questo sintomo.. Posso dirle solo che non mi da quasi nessun fastidio, a meno che io non muova la testa in modo più o meno brusco. A quel punto sento un "bruciore" forte sopra la tempia destra, ed ora anche sopra quella sinistra.
Negli ultimi tre giorni l' ansia mi è tornata in modo piuttosto marcato.. E mi è capitato durante le fasi più acute, di avere dei tremolii, e soprattutto, dei microscopici "scatti" dei muscoli.. Non so come spiegarmi meglio. A volte, mi succede anche con la testa.
Questi episodi mi hanno fatto entrare in paranoia, accentuando tutto e facendomi tornare il mal di testa oggi.. Che con un oki ed un po' di svago è sparito.
Questi "scatti" mi preoccupano.. Soprattutto quelli alla testa perché mi sono messo in testa che il mio cervello si "spenga" per una frazione di secondo, causandomi questo scatto.
Quindi le scrivo, oltre che per comunicarle nuovi sintomi sopra citati, anche un parere su di essi.. Per capire se possano essere legati ai mal di testa o all' ansia.. Perché sono presenti da ieri e proprio non capisco da cosa possano derivare. E come penso sappia, con un ipocondriaco è un grande problema.
Ci tengo a precisare che questi scatti non sono mai presenti ne la mattina, ne il pomeriggio.. Ma si presentano verso le 18/19 per sparire quando vado a letto.
Non sono presenti quando sono sdraiato, ma quelli alla testa quando sono in piedi, e quelli nelle altre parti del corpo quando sono seduto.. Soprattutto alla mano destra, cioè quella con cui tengo il mouse.
Appaiono con la frequenza di uno ogni 10 minuti più o meno.

Mi faccia sapere, soprattutto per quella convinzione che il cervello si "spenga". È possibile? Non ho nessun flash, o vista offuscata o cose del genere. Semplicemente uno "scatto" che non so descriverle.

Grazie in anticipo.
[#52]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

si tranquillizzi perchè non esiste che il cervello "si spenga", è soltanto una Sua sensazione ma in realtà ciò non può succedere. Probabilmente è un sintomo legato all'ansia.

Buonanotte
[#53]
dopo
Utente
Utente
Grazie, come al solito, per la risposta.
Oggi mi sono rilassato, e non pensando al mal di testa esso è sparito.. Per poi tornare come al solito pensandoci.
Stasera però è tornato da solo, ma non è un mal di testa vero e proprio.. È più una pulsazione occasionale in un punto ben preciso (sempre lo stesso, cioè sopra la tempia destra).. Che ogni tanto si fa sentire anche sull' altra tempia. La solita sensazione di nervo scoperto/infiammato.
In più, da 3 giorni avevo dolori alle ossa del diaframma ed alle costole.. Ed oggi ho avuto un po' di fitte in un punto preciso.. Come un forte bruciore.. Mettendomi in testa che un anno e mezzo di fumo mi abbia causato un tumore ai polmoni.
Quando mi concentro sul dolore intercostale non ho il mal di testa, e viceversa.
Nel profondo sono convinto di non avere niente, ma la parte superficiale prende sempre il sopravvento.
Non sto vivendo al meglio.. Penso che, dopo la sua ennesima tranquillizzazione e dopo averle chiesto se un dolore in un unico punto preciso da due settimane possano essere indicativi di qualcosa di grave al cervello, sposterò il tutto nella sezione "psichiatria" ed in "psicologia"
Grazie in anticipo per un eventuale, e (si spera) ultima risposta.
[#54]
dopo
Utente
Utente
Aggiungo che non provo dolore quando respiro, ne provando ad estendere al massimo la cassa toracica.

Per quanto riguarda il dolore nel punto della testa aggiungo invece che in linea di massima non lo avverto quando sono sdraiato o quando sono seuto.. A meno che non muova la testa in modi strani.
Lo avverto invece quando cammino. Non quando corro.. E quando, dopo essere stato molto tempo sdraiato, mi alzo di colpo.. Ma solo per una frazione di secondo.
[#55]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

anche i sintomi sopra riportati sembrerebbero avere una valenza psicosomatica. Le consiglio, come sempre, una visita specialistica per avere una diagnosi corretta ed una terapia adeguata.

Buona giornata
[#56]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora dottore.
Ora sono in vacanza, quindi non posso andare dal mio medico di famiglia.

Vorrei porle però le ultime due domande della settimana.

1_ Il dolore di un tumore al cervello, che dolore è per intensita e tipo? E, è presente perennemente o può scomparire e ricomparire?

2_ La mia convinzione è di avere un tumore al cervello nella parte sopra la tempia.. All' interno, ma in superficie rispetto al cervello.. E che, dato che non sempre, ma quando muovo la testa in alcuni casi mi fa male SEMPRE nello stesso punto.. È possibile che il tumore non faccia male quasi mai a riposo, ma muovendo la testa "sbatta" contro le pareti della scatola cranica provocandomi dolore?

Perché ho la sensazione (o la convinzione) che il dolore sia leggermente interno.
Aspettando una risposta alle mie domande che sperio sia abbastanza esaustiva da tranquillizzarmi del tutto, la ringrazio anticipatamente come al solito.
Buonanotte!
[#57]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

si tranquillizzi perchè la cefalea di tipo neoplastico non ha nulla a che vedere con la Sua sintomatologia. Se Lei non si cura avrà sempre queste paure. Mi ascolti.

Cordiali saluti
[#58]
dopo
Utente
Utente
Capito.
Quindi la risposta a tutte le mie domande è no?

Se lo fosse, effetuerei comunque la visita neurolgica per tranquillizzarmi, e se non ci riuscissi, andrei da uno psichiatra.
Grazie ancora per la disponibilità.. Aspetto la sua ultima risposta, poi la aggioerò sull' esito della visita.
Buonanotte!
[#59]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

escluderei una neoplasia cerebrale come l'hanno esclusa i medici che ha consultato.

Buon pomeriggio
[#60]
dopo
Utente
Utente
Il problema è che non mi spiego perché il mal di testa non ci sia praticamente più, ma sia rimasto questo dolore SEMPRE NELLO STESSO PUNTO PRECISO.. Non un area ma un punto che non mi da problemi, finché non scuoto la testa, o faccio qualche strano movimento. Ora quando la scuoto non mi fa più male come una settimana fa, ma il dolore, anche se meno forte, è comunque presente.
Ho resistito per tre giorni, ma alla fine ho ceduto e sono andato a cercare i sintomi di una cefalea neoplastica.
Ci sono due punti in comune: il dolore in un punto preciso e l' intermittenza.. Anche se non riesco a capire cosa intendano con questa parola.
Non ho problemi di equilibrio palesi.. Se non quelli causati dal' ansia, che spariscono quando mi rilasso. Non ho convulsioni, se non quei microscatti che ora non sono più presenti.. Ma il fatto che mi fa male un punto preciso e che quando muovo la testa avverti dolore mi fa strano.
Com' è possibile che un muscolo mi faccia male solo quando muovo la testa, e solo in un unico punto?
Ho letto anche del dolore dovuto al cambio di pressione.. Ed effettivamente scuotendo la testa un cambio di pressione c' è.
È anche vero che non ho dolore quando sto fermo, e non ho alcun dolore la notte.. Come è vero che ora che mi sono fatto prendere dall' ansia mi fa più male, ed il dolore si presenta tutte le volte che muovo la testa.
In più ho letto che un tumore può anche non dare sintomi, o darli ma vaghi.. Spesso simili a quelli della cefalea muscolo-tensiva, e a me è stata "diagnosticata" quella.
Sono ancora piuttosto convinto di avere un tumore.. E la situazione comincia a stancarmi. Essere ridotto cosí a 16 anni è incredibile.
A questo proposito, quante possibilità ci sono di avere un qualsiasi tumore a 16 anni, e più nello specifico un umore cerebrale?

[#61]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

deve curarsi! se io rispondessi alle Sue domande non farei altro che alimentare la Sua ipocondria e non farei certamente il Suo bene. Faccia la visita specialistica e si curi e non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi perchè peggiora il Suo problema.

Buon pomeriggio
[#62]
dopo
Utente
Utente
Probabilmente ha ragione. Ma questo dolore mi tormenta, unito alla mia ipocondria ed al fatto di non sapere cos' ho.
Ora non sono a casa, ma domani tornerò e penso che andrò dal mio medico per farmi mandare da un neurologo ed effettuare una RM per tranquillizzarmi ed accertare che non ci sia nulla di grave.
Intanto cercherò di tranquillizzarmi, anche perché, anche se avessi qualcosa di grave non potrei saperlo fino a quando non effettuerò la visita neurologica.
Detto questo la ringrazio, e le farò sapere l' esito della visita.
Se andrà bene e continuerò ad avere questi pensieri, penserò ad andare da uno psichiatra.
[#63]
dopo
Utente
Utente
Ora il dolore è presente spesso ed è accompagnato ad ansia e sensazione di disequilibrio.. Come al solito.
Come al solito ho bisogno di rassicurazioni e di pensare ad altro, quindi.. Si può, pur non essendoci risultati di esami strumentali come la RM, escludere a prescindere un tumore cerebrale, pur essendoci un dolore fisso in un punto preciso della testa quando la muovo?
Se si, in base a quale ragionamento?
Scusi per tutte queste domande, ma ho bisogno di un ragionamento logico per essere tranquillizzato.
[#64]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

faccia la visita neurologica consigliata e mi faccia sapere. In queste situazioni le rassicurazioni valgono a ben poco perchè subito elaborerà una nuova situazione.

Buona serata
[#65]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!

Le scrivo per portarle le prime, vere, buone notizie (a mio avviso).

Mentre ero preso dalle mie solite ansie, ho pensato : " posso pensare quello che voglio, ma ciò non toglie che non avrò nessuna conferma finché non andrò dal neurologo, quindi tanto vale rilassarsi e vedere come va".
Quindi ho smesso di pensarci, ed il mal di tesa che mi affliggeva da un mese e mezzo, per tutto il giorno tranne la notte e la mattina.. E' scomparso.

E' scomparso da due giorni, e per me è una sensazione di rinascita che neanche immagina.
Ora ho solo qualche dolore ai muscoli del collo e della testa sparsi, ma niente di che. Ed in tre giorni ho avuto solo un mal di testa!
Ieri ho avuto tremori e vertigini dovute a dei miei pensieri sulle convulsioni (sempre legate al tumore al cervello), poi spariti stamattina.

Insomma.. Sembra che stia andando tutto bene.
Mi sto convincendo sempre di più, anzi.. ormai sono quasi totalmente convinto, che i miei dolori siano di origine tensiva e cervicale.. Amplificati ENORMEMENTE dall' ansia.

Infatti, i dolori ai muscoli ci sono, quelli si. Come ci sono gli schicchiolii alle ossa del collo. Ma il mal di testa che tanto mi affliggeva non c' è praticamente più da quando ho smesso di pensarci.. Come non c' è più quel fastidioso dolore in un unico punto da quando ho concentrato la mia attenzione su altro. E questo mi fa pensare.

Molto utile è stata anche la chiacchierata con degli specialisti nella sezione "psichiatria" di questo sito.. Anche loro molto competenti. Mi hanno fatto capire molte cose sulla mente umana, e sulle reazioni del sistema nervoso e del fisico in generale rispetto all' ansia, alle paure ed alla somatizzazione.

Sto molto meglio adesso, e a parte qualche ricaduta momentanea durante il giorno, non c' è nulla che non vada. Spero proprio che da ora in poi sia una continua salita per tornare ad essere come prima. Per adesso.. Siamo già a buon punto.

Ci tengo ancora a ringraziarla infinitamente per tutta la considerazione e l' aiuto che mi ha dato, spesso rispondendo a domande non proprio pertinenti alla sezione in cui sto scrivendo.. E questo fa capire molto di lei.

Per sicurezza, effettuerò comunque la visita neurologica intorno alla metà di agosto, ma ora conosco bene il mio problema più grande, ed avendo capito che pensando ad altro i dolori passano, posso combatterlo da solo.

Grazie ancora, la terrò comunque aggiornata sull' esito della visita neurologica.

Buona giornata.
[#66]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi fa particolarmente piacere che tutto si stia mettendo a posto, che si senta "rinato".
La ringrazio per l'aggiornamento e ci sentiamo dopo la visita neurologica.

Buone vacanze
[#67]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore. Mi dispiace disturbarla ancora perché non volevo Proprio, ma proprio ieri, mentre ero in assoluta tranquillità, ho provato un dolore intermittente molto forte solo nel solito punto. Volevo chiederle, nella parte centrale della testa (superficialmente ovviamente).. Quella che sta sopra insomma.. Sono presenti muscoli che possono dare questo tipo di dolore?
Questo dolore intenso e localizzato in un punto preciso è durato più o meno 5 minuti, per poi attenuarsi lentamente e lasciarmi una sensazione di testa pesante frontalmente.. Che ho anche stamattina, con un leggerissimo dolore occasionale in quel punto.
Più che un dolore lo definirei un bruciore, ma ieri era molto forte.
In più ho notato che se metto la testa leggermente abbassata e con gli occhi guardo in alto a sinistra, mi fa "male" un punto vicino all' occhio e quel solito punti.
Non so se questa cosa debba tranquillizzarmi o meno, ma Ora non ho più ansia, e non vorrei che tornasse.. Ma ero tranquillo e questo dolore improvviso che torna non si spiega.
Anche perché passata l' ansia sono passate vertigini e tremori.. Quindi l' unico problema ora è questo.
Mi faccia sapere cosa ne Pensa.. Cordiali saluti
[#68]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione sembrerebbe un dolore di tipo nevralgico ma Le dico questo con tutti i limiti del consulto on line.
Si faccia controllare, in attesa della visita neurologica, dal Suo medico curante.

Cordiali saluti
[#69]
dopo
Utente
Utente
Dottore, pensando ho fatto caso ad una cosa.

Non mi spiego il perché, quando vado al mare mi viene il dolore, mentre quando resto a casa, o quando parto il dolore passa.. Come si spiega?
Contando che quando vado al mare vado a letto alle 3 e mi sveglio alle 7 per molti giorni di fila, e che il dolore mi è passato andando a Torino e facendo una vacanza tranquilla, per poi tornare quando ho cominciato ad andare al mare, può esserci una connessione?

E poi, un altra domanda: cosa intende per dolore di tipo nevralgico?
[#70]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

per dolore di tipo nevralgico s'intende un dolore del nervo.
Circa l'altra associazione, si potrebbe spiegare con l'unidità del mare o col sole in testa ma sono soltanto delle ipotesi.

Cordialmente
[#71]
dopo
Utente
Utente
Ho deciso di tornare dal mio medico domani e spiegargli che il mal di testa, anche se in forma molto più lieve, è ancora presente.. E, dato che penso che il mio medico sia specializzato in neurologia, gli chiederò di farmi qualche "test" come ha fatto la volta scorsa.
Precedentemente mi aveva "diagnosticato" (anche se è un parolone) una cefalea muscolo-tensiva.. Ed effettivamente sono ancora MOLTO teso.. Forse ancora più di quando mi ha visitato.
E già quando mi ha visitato ho urlato dal dolore quando mi toccava dei punti specifici per verificare la tensione dei muscoli.

In più la mattina, quando mi sveglio e resto sul letto, il mal di testa non è presente.. Mi sento la testa perfetta come due mesi fa.
Appena mi alzo niente.. Poi, dopo circa 20 minuti, comincio a sentirmi tutti i muscoli di spalle, collo e testa completamente contratti.. E da lì cominciano i problemi.

Oggi il mal di testa è comparso a tratti: appena mi son svegliato niente.. Poi come al solito dopo 20 minuti la contrattura ed il mal di testa dopo altri 20 minuti.. Durato però solo 40 minuti ed andato via senza lasciarmi sensazione di testa pesante.

Pensa ci sia una correlazione fra tutta questa contrattura ed il mal di testa diffuso, e nel solito punto preciso?
In più, non so se può essere utile, ma sto parecchio tempo davanti al computer da più o meno sei mesi (anche sei ore al giorno nella stessa posizione), ed oltre ad assumere posizioni scorrete, sforzo anche parecchio gli occhi, tant' è che pur mancandomi solo 0.50 gradi di miopia, una volta staccati gli occhi dallo schermo è come se me ne mancassero 4.
Sono andato da un oculista che mi ha detto che per non sforzare gli occhi devo mettermi gli occhiali per leggere, per stare davanti al pc ed a scuola per leggere alla lavagna.
Per un problema di tempo non ho ancora preso gli occhiali.

Contando che il 99% delle volte il dolore nel punto preciso aumenta con il passare delle ore per attenuarsi quando fa buio e sparire quando mi metto a letto, può centrare qualcosa anche questo?

Ultima cosa, lei ha parlato di dolore nevralgico.. Ma esistono nervi che passano al "centro" (superficialmente parlando) della testa?
Ho avuto modo di studiare anatomia, ma non ricordo che la parte parietale vicino alla sutura sagittale (se non sbaglio) abbia molta presenza di muscoli e nervi.. Ed è proprio nella parte parietale destra che io sento questo dolore.. Più o meno in concomitanza con la fine dei muscoli frontali.
Quindi, ci sono nervi e muscoli in quella zona che possono dare fastidio?
Se si, come risolverli?

Grazie ancora!
[#72]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la mia era soltanto un'ipotesi a distanza per cercare di capire il tipo di dolore descritto. Ovviamente tutto il corpo, compresa la scatola cranica all'esterno, è fitto di nervi o di terminazioni nervose, altrimenti, anche toccandosi la testa, non avvertiremmo alcuna sensazione.
Dopo il Suo ultimo post però, avendo Lei meglio definito il quadro clinico, concordo col Suo medico curante circa l'ipotesi della cefalea di tipo tensivo che può essere accentuata da posture prolungate e poco corrette.
Mi faccia sapere cosa Le dirà il Suo medico.

Cordialità
[#73]
dopo
Utente
Utente
Eccomi dottore!

Oggi sono andato dal mio medico, che dopo aver sentito l' ultimo pezzo della mia storia, mi ha dato sempre la stessa risposta, cioè che ho una forte contrattura muscolare che mi provoca tutto questo.
Gli ho chiesto anche a cosa, secondo lui, potrebbe essere dovuto quel dolore che sento ogni tanto nel punto preciso sopra la tempia.. E lui mi ha risposto che potrebbe essere una contrattura che parte dal collo e come riflesso, o come continuazione del muscolo o del nervo, arriva in quel punto.
Pensandoci, effettivamente prima che cominciasse questo dolore sentivo quella sensazione di "nervo scoperto".. Si ricorda? E quando lo toccavo il dolore partiva dalla base del collo e si irradiava seguendo una linea precisa che passa esattamente per il punto che mi fa male ora.

Dopo avermi detto quella cosa, mi ha prescritto dei decontratturanti per bocca:

Uno erano delle gocce, e l' altro delle compresse.

Ha detto che se entro 20 giorni non passa facendo questa terapia dovrei andare da lui per provare con delle punture usando dei prodotti omeopatici.

Che dice? Mi faccia sapere! Cordiali saluti.
[#74]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

ovviamente non è possibile dissentire da una diagnosi fatta dopo una visita medica, pertanto concordo con quello che Le ha detto il Suo medico curante. Veda l'effetto della terapia e mi faccia sapere.

Buon pomeriggio
[#75]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!

Il nome delle compresse prescritte dal mio medico è Expose 100mg.. E leggendo il foglio illustrativo c' è scritto che sono consigliate per mole malattie di origine neurologica ed anche pe la cefalea muscolo-tensiva e per le contratture muscolari.
La seconda medicina che mi ha prescritto erano dei miorilassanti in gocce.


Prendo Expose da tre giorni.. Purtroppo i miorilassanti non ho potuto comprarli perché li avrei dovuti ordinare e la farmacia avrebbe chiuso di li a poco.
Fino a ieri, circa 15 minuti dopo aver preso Expose, avvertivo un leggero bruciore intorno al naso ed alle tempie, che andava via dopo circa due ore.. E' normale?

Per quanto riguarda invece il dolore solito che mi affliggeva, è sparito.. Ma torna ogni tanto, più o meno con la frequenza di una/due pulsazioni al giorno, ma molto meno forti di prima.. Quasi impercettibili, ed in più quando scuoto la testa non avverto assolutamente nessun dolore, cosa che prima succedeva.
Oltre a questo, ieri, ho masticato un boccone per molto più tempo del solito in quanto era difficile da ingerire.. Sforzando i muscoli della mascella.
Ho notato ch masticando, oltre a bruciarmi i muscoli della mascella ho avvertito un dolore leggermente forte precisamente nel solito punto, che è passato quando i muscoli della mascella hanno smesso di bruciare.
Quando mi vengono poi, quelle pulsazioni si accentuano solo la sera tardi.
Purtroppo, ho da poco ripreso a fumare, ed ho notato anche che circa due/tre minuti dopo aver fumato, avverto una pulsazione proprio in quel punto, o in un punto vicino.. Come la tempia.

Quindi non so.. Da come la vedo io ci sono parecchi fattori che causerebbero questo dolore.. Magari tutti insieme.
Uno può essere il fumo, poi la postura scorretta, la vista.. Sono un po' confuso.
Ok, sicuramente è cefalea muscolo tensiva, ed ora sono relativamente tranquillo.. A parte in alcuni momenti.

Ieri però, mentre ero in treno, c' era una signora che continuava a guardarmi, e pensando a cosa volesse, sono addirittura arrivato a pensare che fosse una sensitiva e che mi guardasse perché aveva capito che avevo qualcosa che non andava, come un tumore al cervello. Pur prendendomi in giro da solo e ridendoci sopra, la mia ansia saliva notevolmente in quel momento.

Questo mi ha fatto pensare che per risolvere definitivamente il mio problema, dovrei decisamente rivolgermi ad uno psicologo.
Sia lei, che molti altri dottori mi hanno rassicurato, dicendomi che non ho nulla, anche perché mi tiro avanti questa cosa da più di quattro mesi, e se avessi avuto qualcosa di serio ne avrei avvertito sempre di più i sintomi.. Mentre nel mio caso i sintomi si sono via via attenuati.. E questo penso sia una conferma.. Giusto?

In più le rassicurazioni le ho avute anche da me stesso, perché quando non penso al mio finto problema tutto passa.. Cosa che è successa per tre giorni di fila.. In cui non pensando neanche per 10 minuti a quello che avevo avuto non ho avuto neanche una piccola pulsazione.

Penso proprio che debba puntare a risolvere il problema a livello inconscio.. Perché so che per quanto possa essere tranquillo, alcune cose possono scatenarmi ansia incontrollabile, e devo assolutamente rimuovere queste fonti di preoccupazione.

Le chiedo una conferma a quanto le ho scritto.. Ed una sua opinione sull' idea di andare da uno psicologo e sui "sintomi" che ho accusato.. Intanto, le auguro di passare un buon Ferragosto, magari lontano dal lavoro :)

Cordiali saluti.
[#76]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

tutte le Sue ipotesi sono possibili tranne quella della sensitiva!
Non ha pensato che la signora La potesse guardare perchè le ha fatto simpatia...........?
Scherzi a parte, ritengo che un supporto psicologico Le possa venire particolarmente utile.

Buona serata
[#77]
dopo
Utente
Utente
Ne sono convinto.

Solo che da quando ho iniziato la terapia con Expose, il "dolore" è tornato.. Solo che torna esclusivamente quando fa molto caldo.
Non è un dolore.. Non so come spiegare che tipo di sensazione è.
E' come se ci fosse qualcosa, che si contrae.. Ma non riesco proprio a capire se sia una cosa superficiale o no. E' come se fosse esattamente fra la pelle e l' osso del cranio.
A volte si fa sentire, a volte no.
Ora tra l' atro ho notato che questo fastidio si è spostato leggermente rispetto al solito.. Ed è più vicino alla zona frontale.. Con ogni tanto qualche pulsazione (qualche VERA pulsazione) poco sopra la tempia.
Insomma, più che un punto ora sono tre.
Quando questa sensazione arriva (in questi due giorni spesso), non mi provoca assolutamente nessun dolore.. Solo fastidio, alimentato dal fatto che mi chiedo il perché dopo due mesi e più continui ad avvertire questa sensazione.
Non vorrei ritornare nell' ansia e ricominciare a somatizzare, anche se penso che questa sia una somatizzazione.. Forse l' ultima.
Sto resistendo, ma non so quanto riuscirò a resistere senza che passi.

Quindi la domanda che le porgo è: come mai da quando ho iniziato la cura il dolore, prima sparito, è tornato? E' il caso di sospenderla o mi consiglia di completarla?

E soprattutto.. Perché il fastidio arriva quando fa molto caldo e quando sudo abbastanza, mentre quando la temperatura comincia a diventare più mite il fastidio passa quasi del tutto?
Oggi è stato presente per parte della giornata, e per quanto non mi arrechi nessun fastidio reale, comincio a non sopportarlo più.
Comincio a chiedermi se possa essere legato, come al solito, ad un tumore.. Pur non essendoci un dolore o qualche altro sintomo.
E da lì parte l' ipocondria e penso che il mio medico non abbia valutato attentamente la situazione ed il tempo che è passato da quando tutto questo è cominciato.
Gradirei il suo punto di vista.. Ancora.
Non tanto per risolvere la situazione, perché so che serve altro per risolverla, ma almeno per tranquillizzarmi per un periodo di tempo e vedere come va.

Grazie ancora, come sempre. Buonanotte!
[#78]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

quando vengono prescritte delle cure vanno effettuate e qualsiasi problema va chiarito col medico prescrittore, anche se deve o meno continuare la terapia. Non si faccia prendere dall'ipocondria e ne parli col Suo medico.

Cordiali saluti
[#79]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,3k 186 26
Gentile Paziente, mi ha incuriosito la sua lunga storia: difficilmente troverà un medico disponibile e comprensivo come il Dr Ferraloro!
fermo restando che la sua partecipazione emotiva é decisamente superiore alla media (di qui la necessità di un supporto psicologico), mi hanno inciuriosito alcune sue frasi. Ad esempio:
"Oltre a questo, ieri, ho masticato un boccone per molto più tempo del solito in quanto era difficile da ingerire.. Sforzando i muscoli della mascella.
Ho notato ch masticando, oltre a bruciarmi i muscoli della mascella ho avvertito un dolore leggermente forte precisamente nel solito punto, che è passato quando i muscoli della mascella hanno smesso di bruciare".
Inoltre altri Curanti hanno ipotizzato la presenza di varie "tensioni muscolari"
Ebbene, le tensioni e i dolori nella zona fronto temporale sono spesso legati a disfunzioni dell'Articolazione Temporo Mandibolare, che spesso provocano anche sintomatologie vertiginose senza altre cause evidenti, e sono una frequante causa di cefalea.
Pertanto le consiglierei di farsi visitare anche da un dentista che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Le suggerirei di dare un'occhiata all'articolo qui linkato.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf ( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#80]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, grazie innanzitutto per l' interesse dimostrato nonostante questa non sia una sezione di sua competenza!
Detto questo ho qualche domanda da farle:
Questa disfunzione di cui lei parla, ha qualcosa a che fare con una malocclusione dentale, che mi porta spesso a tenere i denti serrati senza accorgermene, oltre che a tenere spontaneamente la mascella spostata rispetto alla posizione "naturale" per cercare difar combaciare bene i denti alla chiusura della bocca?
Perché spesso sento una sorta di "collegamento" fra il mal di testa e la bocca.. Ed a volte esso si ripercuote sulla parte destra della mascella e nei pressi delle gengive.
Mi faccia sapere! Il mal di testa, a Parte un caso isolato ieri, non è più presente da tempo ormai.. L' unica cosa rimasta è appunto questo dolorino occasionale poco dopo la fine della parte frontale del cranio.
Aspetterò di finire la cura datami dal medico e farò sapere a entrambi gli eventuali sviluppi, sperando che non ce ne siano :D
[#81]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,3k 186 26
"Questa disfunzione di cui lei parla, ha qualcosa a che fare con una malocclusione dentale, che mi porta spesso a tenere i denti serrati senza accorgermene, oltre che a tenere spontaneamente la mascella spostata rispetto alla posizione "naturale" per cercare difar combaciare bene i denti alla chiusura della bocca?
Perché spesso sento una sorta di "collegamento" fra il mal di testa e la bocca.."

R: esattamente!
ha letto l'articolo che le ho linkato?


www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf ( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)

[#82]
dopo
Utente
Utente
Non ancora perché sono in viaggio e le sto rispondendo dal cellulare.. Ma appena arriverò a asa lo leggerò con piacere!
[#83]
dopo
Utente
Utente
Eccomi dottore!
Ho letto l' articolo, e devo dire che combacia con la mia storia.
Soprattutto l' immagine che raffigura la mandibola spostata.. Io la tengo esattamente così.
In più ho anche l' otite da circa sei mesi, se non di più. Spesso tengo i denti serrati involontariamente.. Ma non ho problemi alla colonna vertebrale, che è Perfettamente dritta e aPparentemente senza problemi fino al collo.. Che, insieme alle spalle, è completamente contratto e "scricchiola".
La storia coincide.. E la causa scatenante è stata sicuramente lo stress dovuto all' ansia per la febbricola, quindi si.. Penso Possa essere una spiegazione al mio problema.
Adesso terminerò la cura con i decontratturanti e miorilassanti.. Poi andrò dal neurologo e da un dentista che conosca il problema di cui parla.

Per ora il mal di testa, come ho detto prima, è passato. Ma rimane qualche dolorino.

Al dottor Ferraloro invece voglio comunicare che dopo aver dormito su un cuscino morbido durante le vacanze, una volta tornato a dormire sul mio letto (ieri notte) con un cuscino duro, mi sono svegliato con i muscoli di collo e spalle co pletamente rigidi, ed ho avuto la testa pesante fino ad un ora fa. In compenso però, quel dolorino localizzato si è presentato solo due volte per circa 1 secondo durante la giornata.
Ora quel dolorino/fastidio arriva con una pulsazione.. Non più un qualcosa di marcato.

[#84]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

se il problema fosse il cuscino, dorma su uno morbido anche a casa.

Buona serata
[#85]
dopo
Utente
Utente
Ho dormito su un cuscino morbido e non ho più rigidità ne accenni di mal di testa.. Ma ho ancora quel fastidio localizzato.. Non più sempre in un punto preciso, ma in vari punti in una piccola area.

Sono certo di non avere un tumore come pensavo all' inizio per via della mia ipocondria, ma questo fastidio non mi fa vivere
bene perché vivo nel dubbio.
[#86]
dopo
Utente
Utente
Dottore, le scrivo per aggiornarla sul fastidio che avverto alla testa.

Ora questo fastidio non è più presente quando sono in piedi, ed è presente quando sono seduto da più di 10 minuti, o quando sono a letto.
Tutto il contrario di come era prima insomma.
Sto seguendo la cura con Expose 100mg che non stanno dando risultati visibili.
Il fastidio localizzato continua, ed io sto ricominciando a pensare che sia un tumore.
Più che altro non riesco a capire come facciano tutti i dottori che mi hanno visitato ad escludere questa evenienza senza visite mirate o esami specifici con macchinari specifici.
So benissimo che nessun medico sano di mente farebbe fare mai una TAC ad un ragazzo di 16 anni che probabilmente non ha niente, ma una RM potrebbe essere fatta giusto?
E' che ho come l' impressione che la gente tenda ad escludere un possibile tumore semplicemente perché sono troppo giovane, o perché sono ansioso, oppure perché non ci sono sintomi precisi.
Ho conosciuto persone che non hanno avuto assolutamente nessun fastidio fino a due settimane prima della scoperta del tumore, e della loro morte.
Per questo non riesco proprio a capire come si possa avere la certezza che non abbia niente.
So che questi sono molto simili ai discorsi di un ipocondriaco.. E probabilmente lo sono.. Ma è una cosa che proprio non capisco, ipocondria o no.
Tra l' altro un mio caro amico ha una cisti fra il polmone, il cuore e la spina dorsale, che deve restringere prima della rimozione chirurgica con tre cicli di chemio.. A 16 anni.
Tutto questo mi ha fatto capire che il rischio c' è.
Gli ho chiesto come avesse fatto ad accorgersi della cisti, e lui mi ha detto che sentiva "stringere il polmone" .. E gli dava fastidio quando respirava.
Io ho la stessa sensazione, non sempre presente, ma ormai si presenta con la frequenza di 10 volte in un ora.
Solo che questa sensazione non è ai polmoni, ma in testa.


Sono mesi che scrivo in questo consulto, e pensare al fatto che sono passati 5 mesi ed ancora non è passato nulla non fa che aumentare i miei interrogativi.

Tutta questa storia mi ha fatto porre degli interrogativi, e più che pensare che ho un tumore, ora penso a come possiate escluderlo con tutta questa certezza.

Un altra domanda che le vorrei porre è basata su quello che ha detto circe due mesi fa.
Ha detto che la febbricola è un piccolo problema medico. E' così?
Non ho mai compreso bene le cause e la gravità della febbricola, e continuo a non capirle.

In caso di tumore al cervello, potrebbe essere presente la febbricola?

E, ultima domanda.. In base a tutta la mia storia, escludendo l' ansia e l' ipocondria per un attimo.. I miei sintomi che via via si sono attenuati, ed ora questo fastidio localizzato in un solo punto da più di un mese che migliora per qualche giorno per poi tornare al punto di prima, potrebbe, senza esami diagnostici, escludere un tumore cerebrale?
So che la risposta non è facile ma, ci provi.. La prego.
Scusi ancora se la assillo.. Ma una risposta dettagliata a questa domande potrebbe risolvere il mio problema definitivamente, nel caso non avessi niente.


Grazie in anticipo per la sua infinita pazienza.
[#87]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

il Suo problema non è possibile risolverlo in questa sede. Qualsiasi spiegazione avrebbe la durata di qualche ora o giorno, poi riesploderebbero il dubbio ed i timori sulla neoplasia cerebrale. In data 21 agosto, cioè ieri affermava <<Sono certo di non avere un tumore come pensavo all' inizio per via della mia ipocondria>>, oggi la pensa diversamente. Veda che questi problemi sono curabili, si affidi allo specialista.

Cordiali saluti
[#88]
dopo
Utente
Utente
Sono ancora certo di non averlo.. Ma a livello inconscio. Superficialmente ho il solito dubbio che mi attanaglia.
Purtroppo non posso ancora affidarmi ad uno specialista, e dovrò aspettare almeno due settimane.
Le ho chiesto un parere per evitare di trascorrere due settimane a pensare a cosa abbia o a quando potrei peggiorare se avessi un tumore, dato che sono passati già 4 mesi.
Sono ben consapevole che qualunque rassicurazione lei mi darà, sarà temporanea.. Ma durerà il tempo che basta per permettermi di vivere decentemente finché non andrò da uno specialista a farmi visitare.

Quindi, se ha qualche rassicurazione, le chiedo di tirarla fuori, in modo da farmi passare due settimane rilassanti. Grazie ancora.
[#89]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

il parere dei medici consultati è rassicurante. Inoltre una sintomatologia che varia, in quattro mesi, in senso migliorativo, farebbe non pensare a neoplasie cerebrali.

Buonanotte
[#90]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore!

Ieri il fastidio si è presentato solo in modo leggero la mattina, per poi sparire tutto il giorno e tornare, abbastanza forte, la sera.
Una volta sdraiato sul letto è sparito tutto.
Oggi come al solito mi sono svegliato piuttosto rigido, e sento i muscoli della testa tirare.. Ogni tanto sento anche una pulsazione in quel punto, ma niente di che.

Quindi per ora sembra che vada meglio.
Comunque finalmente, oggi alle 15 effettuerò la visita neurologica, in modo da togliermi ogni dubbio.
Le scriverò una volta tornato.. Buona giornata e buon lavoro!
[#91]
dopo
Utente
Utente
Eccomi.

Dalla visita è risultato che neurologicamente sono perfetto.
Mi hanno fatto parecchi test e non è risultato assolutamente nulla.

Mi hanno detto appunto che non hanno riscontrato nulla, se non un fastidio che io avverto e che sicuramente è presente, ma è soggettivo.
Un medico amico di mio padre voleva addirittura farmi fare una TAC per togliere ogni dubbio, ma giustamente il neurologo che mi ha visitato non l' ha ritenuto necessario.
Ha detto che però se dovesse persistere per ancora un po' dovrei effettuare una RMN cranio per togliermi ogni dubbio, e dalla quale secondo lui non risulterà assolutamente nulla di grave.

Devo dire che dopo una visita "fisica" mi sono parecchio tranquillizzato, ma il fastidio continua.
Il neurologo ha detto che potrebbe tranquillamente essere una conseguenza della cefalea muscolo-tensiva che è presente, che non è colpa della sinusite e poi ha fatto un accenno all' otite che non ricordo.
In sostanza ha detto che sono perfetto e che posso fare una RMN per togliermi ogni dubbio.

Sicuramente, visto come sono fatto, una prova visiva del fatto che non abbia niente sarebbe il massimo.. Quindi penso che faro la Risonanza.
Detto questo volevo farle una domanda: La RM, cosa visualizza? Serve a visualizzare muscoli ed eventuali contratture, oltre che a qualcosa di più dubbio come eventuali tumori?

Grazie in anticipo!
[#92]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

una RM fatta all'encefalo non evidenzia contratture muscolari ma eventuali alterazioni organiche cerebrali, ovviamente compresi i tumori.
Mi fa piacere che si sia, almeno parzialmente, tranquillizzato.

Cordiali saluti
[#93]
dopo
Utente
Utente
Beh, mi sono dovuto tranquillizzare per forza, perché dopo che anche un neurologo che mi ha visitato mi ha detto che non ho niente, se fossi ancora preoccupato dovrei farmi visitare seriamente da uno psichiatra.
E' ovvio che un po' di preoccupazione rimane, perché comunque il fastidio continua, ed io ancora non so cosa lo provoca.
Per questo ho deciso di fare la RM appena il medico amico di famiglia tornerà.. In modo da togliermi ogni piccolo dubbio.
La RM è una foto ad alta definizione dell' interno del mio cranio.. Se non risulta niente in quella DEVO tranquillizzarmi per forza!

Sono stato tranquillizzato da tutti, compreso lei. Tutti mi hanno detto che sicuramente non troveranno niente, quindi farò la RM serenamente.. Sperando che non trovino niente davvero.

Quindi per ora smetto di scrivere in questo consulto, o almeno finché non faro la RM.. O finché non cambieranno i sintomi, ammesso che cambieranno.

Grazie ancora per tutto il suo aiuto sia medico che psicologico!
Mi farò sentire fra un po'. Buona giornata!
[#94]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,3k 186 26
Posso fare una osservazione "cattiva"? Io credo che a lei l'idea di farsi visitare da vari specialisti e prescrivere diversi esami, regolarmante inutili anche se costosi per lei e/o per la collettività, in fondo piaccia più dell'idea di guarire. Auguri. Edoardo Bernkopf
[#95]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

ok, ci aggiorniamo all'esito della RM encefalica.

Buon fine settimana
[#96]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!

Il neurologo che mi ha visitato, dopo aver parlato con il medico di fiducia della famiglia, ha deciso che a suo parere non è necessario effettuare la RM.
Io non sono d' accordo, ma non lo sono più che altro perché servirebbe a tranquillizzarmi ulteriormente.
Lei cosa ne pensa?


Intanto, dopo la visita neurologica, ho deciso di dimenticare tutto e non pensarci.
Il risultato è che quel fastidio/dolore nel famoso punto che descrivevo è sparito. Del tutto.
Ho vissuto bene (con un po' di pesantezza alla testa che mi veniva ogni tanto se mi alzavo la mattina e mi sedevo subito al pc, ma che passava sciacquandomi la faccia con l' acqua fresca) per più di due settimane.
4 giorni fa sono vissuto a vivere a Torino, e nelle ultime sere praticamente non ho dormito e non ho fatto altro che girare notte e giorno.
Il giorno del viaggio ero distrutto, e facevo fatica a rimanere sveglio.
Durante il viaggio ho avuto un leggero ritorno dell' ansia, che poi si è protratto nel tempo. Una volta arrivato a Torino, sistemando delle cose ho avvertito il solito fastidio. Ho attribuito tutto alla stanchezza ed ho lasciato perdere. Ora però sono tre giorni che il fastidio si presenta ogni tanto nell' arco della giornata. Io sono abbastanza tranquillo, ma in dei momenti torna l' ansia, e sono portato a pensare che magari abbia qualcosa che si stia aggravando ora, facendomi tornare il dolore.
In realtà so che, facendo un discorso prettamente logico, se non pensandoci più e rilassandomi mi è passato, e mi è tornato dopo 4 giorni di stress e stanchezza, con in più l' arrivo di un po' di ansia ed il cambio di città e quindi di amicizie, scuola e tutto il resto potrebbe tranquillamente tornare.

Lei che ne pensa? E' molto più leggero di prima, ma c' è. E purtroppo come sicuramente saprà non è l' intensità che mi preoccupa, ma la presenza.
Solo che non mi spiego il perché sia passato non pensandoci. Anzi, in realtà me lo spiego.. Solo che è come se mi dovessi autoconvincere che qualcosa c' è. Mah.
Mi faccia sapere una sua opinione!

Buona giornata.
[#97]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

se il neurologo, dopo averLa visitata, ha ritenuto opportuno non effettuare la RM encefalica, evidentemente ha escluso ogni fattore organico.
Che sia un dolore di tipo psicosomatico lo confermerebbe l'assenza nei periodi in cui non ci pensa. Stia sereno e buona permanenza nella bella città di Torino.

Cordialmente
[#98]
dopo
Utente
Utente
Capisco, e per quanto ormai mi sia rimasto solo un po' di bruciore che sento sia colpa della tensione muscolare dei muscoli della faccia e della testa in generale, mi chiedo come possa un medico, ed in questo caso un neurolog, escludere a prescindere qualcosa.
Capisco che è un neurologo e che io non so assolutamente nulla, e proprio per questo vorrei sapere come sia possibile.
Ok che neurologicamente sono perfetto, ma sono risultato perfetto solo con svariati test fisici e delle prove di sensibilità del corpo e di reazione dei muscoli.

Ci sono casi in cui un eventuale tumore non provoca assolutamente nessun sintomo, giusto? Quindi perché escludere la RM che da quanto ne so è una cosa innocua quando, pur avendo la certezza di essere neurologicamente perfetti, in realtà non si sa se si ha qualcosa?
Pensando a questo mi sono chiesto una cosa.

Premettendo che non penso più di avere qualcosa di grave, nel caso avessi un tumore, il dolore, o comunque il fastidio che sento sarebbe provocato dalla pressione del tumore sul cervello.. Giusto?
E la pressione del tumore sul cervello porterebbe per forza degli effetti collaterali, o comunque qualcosa che si noti neurologicamente oltre ad un dolore leggerissimo, che a volte è solo fastidio?

Le chiedo queste cose giusto per sapere sulla base di quale criterio il neurologo ha scelto di non farmi fare neanche la RM. Ovviamente non metto in dubbio la bravura dello specialista che mi ha visitato, come non metto in dubbio la sua, dato che è d' accordo con lui. Più che altro è per chiarirmi le idee.. E chissà, magari togliermi anche quel minimo dubbio che resta.

Grazie in anticipo!
[#99]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

questo piccolo sintomo non può essere di tipo neoplastico, a ciò si aggiunge la perfetta normalità dell'esame neurologico.
[#100]
dopo
Utente
Utente
Il problema è che un mio amico ha avuto la stessa sensazione che ho io, solo un po' più marcata, e ad un polmone. Alla fine aveva una cisti che sta curando con la chemio.
Probabilmente però un conto è un fastidio ad un polmone un conto è un fastidio alla testa. Probabilmente se ci fosse una cosa del genere nei pressi del cervello mi arrecherebbe molto più dolore.

Quindi lei dice che questo fastidio, che si presenta molte volte come senso di contrazione.. "costrizione" (ammesso che si possa dire) sempre in uno stesso punto della grandezza di un cm circa, e che a volte mi provoca dolore.. Che è presente tutti i giorni ma non tutto il giorno, ed ogni tanto passa per circa una settimana per poi ritornare, soprattutto con il caldo e quando mi muovo tanto, non può in nessun modo essere associato ad un sintomo di tipo neoplastico?

Nel casso la risposta fosse negativa, in che modo posso capire di cosa si tratta ed eventualmente fare qualcosa per risolvere il problema? Pensa che dei miorilassanti che mi ha prescritto il medico possano servire?
[#101]
dopo
Utente
Utente
Tra l' altro hanno appena scoperto che quella che ha il mio amico non è una cisti, ma un tumore maligno a un polmone.. A 16 anni.
[#102]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non guardi altre situazioni perchè ognuna è diversa dall'altra. Lei non ha deficit neurologici evidenziabili alla visita. Una cefalea da neoplasia cerebrale è intensa e quasi mai ha periodi di remissione. Più di questo on line non si può dire.
Provi i miorilassanti prescritti dal medico.

Cordialità
[#103]
dopo
Utente
Utente
Ok. proverò.
Scusi se continuo a scriverle ricevendo da lei in sostanza sempre la stessa risposta. Il problema ora è che più che avere paura per quello che potrei avere, mi chiedo quando passi questo problema, e soprattutto mi chiedo perché non passa.
Riassumendo la storia c' è stata febbricola, poi niente e poi mal di testa. Dopo il mal di testa è arrivato questo dolore localizzato, che al tempo era vero e proprio dolore, che si manifestava solo quando ero in piedi o quando scuotevo la testa.. Ed è come se qualcosa toccasse contro qualcos' altro provocandomi un dolore a volte più forte, a volte meno forte. In seguito è sparito per circa due settimane, per poi tornare in forma più lieve ma comunque persistente, fra il dolore ed il fastidio, che mi ha accompagnato tutti i giorni, ma non tutto il giorno, per un mese. Poi è sparito per altre due settimane, ed ora è tornato in forma ancora più lieve, ma comunque persistente. Da quando l' ansia è diminuita sono sparite vertigini, mal di testa e tremori, quindi qualsiasi cosa che potesse farmi pensare ad un problema neurologico. E' rimasto solo questo fastidio che mi accompagna tutto il giorno, ma che sento solo a volte.. Se dovessi contarle, conterei circa una quarantina di pulsazioni al giorno. Una sola pulsazione, e poi sparisce. Come se si facesse sentire. Spesso quando mi muovo, o mi agito.. Ma a volte anche dal nulla, quando sono in posizioni apparentemente normali.

Guardando da fuori questa storia sembra che tutto stia passando, per il semplice fatto che con il tempo invece di peggiorare, i sintomi sono migliorati.
Solo che non riesco a guardarla oggettivamente.. O meglio, ci riesco, ma mi continuo a chiedere il perché invece di passare definitivamente ritorni ogni volta.
Quello che mi da più fastidio è il non sapere cosa possa avere, eppure so che qualcosa, anche la più banale, c' è.
Quando non ho fastidio sono relativamente tranquillo.. Quando però arriva una pulsazione, che sia sotto forma di fastidio o leggero dolore, mi agito.
Il problema è che non riesco neanche a capire se il dolore è interno o esterno.. Perché sembra che stia proprio nel mezzo.

Chiederò di effettuare una RM per approfondire, e per togliermi definitivamente ogni dubbio, nel caso vedessi su "carta" che non ho nulla.
Intanto, cercherò il foglio con la prescrizione dei miorilassanti e comincerò la cura.. Sperando che funzioni.

Oggettivamente dall' inizio di tutto sono migliorato notevolmente, solo che ogni volta che il dolore ritorna mi chiedo il perché e da lì scatta l' ansia.

Grazie ancora per il suo aiuto in questa storia che probabilmente è più il delirio di una persona che per un piccolo sintomo è diventata ipocondriaca ed ansiosa, piuttosto che qualcosa di neurologico.. O almeno spero!

Ancora una volta, se le andrà di esprimere un opinione la leggerò volentieri, altrimenti, la aggiornerò quando comincerò la cura con i miorilassanti.

Buona serata!
[#104]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non posso aggiungere nulla di nuovo a quello che già più volte ho scritto.

Buona serata a Lei
[#105]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore!

Due giorni fa sono andato a Roma per prendere delle cose, e c' erano circa 30 gradi. Non ho avuto nessun problema con la testa.
Poi però, sono tornato a Torino, e mi sono scontrato con i 10 gradi che c' erano. Dopo qualche ora ho cominciato ad avere forti fitte nel solito punto ed un po' nelle vicinanze.. proprio in concomitanza con l' arrivo del freddo.

Può essere stato lo sbalzo di temperatura a causarlo? Magari irrigidendo i muscoli?
[#106]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

è un'ipotesi possibile, esistono diversi sintomi, infatti, che variano con le condizioni meteo.

Cordiali saluti
[#107]
dopo
Utente
Utente
Perfetto. Comunque, è da due giorni che ho febbre alta dovuta allo sbalzo di temperatura di circa 20 gradi. Oggi sto meglio, ma ho notato che quando avevo la febbre alta (circa 38,6), ovviamente sentivo la testa pesantissima, ma sentivo anche che quando mi faceva male, tendeva a farmi più male nel solito punto.
Questo invece che farmi pensare al peggio mi ha fatto riflettere sul fatto che se il dolore si facesse condizionare dalla temperatura e si comportasse come i soliti mal di testa, non dovrebbe essere qualcosa di neoplastico. No?

Comunque ora il mal di testa è passato, e in più sono riuscito a trovare il miorilassante che mi era stato prescritto: Gelsemium-Homaccord 30ml Gocce Orali .. Un prodotto omeopatico.
Sono rimasto però perplesso dalla quantità che devo assumere giornalmente.
Il medico mi ha detto di prendere 10 gocce 3 volte al giorno.. Non è troppo?
[#108]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

dieci gtt 3 volte al giorno non sono eccessive e poi in omeopatia questo tipo di dosaggio (quantità delle gocce o dei granuli) non è particolarmente importante. Si dà più importanza alle diluizioni (espresse in CH, DH, ecc.).

Cordialmente
[#109]
dopo
Utente
Utente
Capito. Quindi dovrò diluirlo in un tot d' acqua? Se si, quanto?
[#110]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore!

Stamattina, ho cominciato a prendere il Gelemium-Homaccord.
Ho preso 10 gocce in poco più di un fondo d' acqua.. E dopo circa 30 minuti ho cominciato a sentire un bruciore sopra alla narice destra e nel solito punto. E' normale? Oppure ho sbagliato la quantità d' acqua?

Grazie in anticipo!
[#111]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non sono competente in medicina omeopatica, dovrebbe chiedere al medico prescrittore. Comunque utilizzi un pò più di acqua, almeno fino a quando chiede al medico.

Cordialità
[#112]
dopo
Utente
Utente
Ho preso sempre 10 gocce in un po' più di acqua, e l' effetto è stato lo stesso, ma meno forte.. Quindi penso sia correlato alla quantità di acqua.

Ma a suo parere, il fatto che sento una specie di bruciore nel solito punto ed in un' area un po' più estesa, è una cosa buona?
Perché se non prendo il medicinale il fastidio si presenta poco.. Mentre ora che lo prendo è aumentato.
[#113]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

Le ripeto che non sono esperto in medicina omeopatica, chieda al medico pescrittore. Potrebbe anche postare la domanda nella sezione "Medicine non convenzionali" di questo sito.

Cordiali saluti
[#114]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore!

Come lei mi ha consigliato, il 22 settembre ho postato una domanda nella sezione "medicine non convenzionali" e mi è stato risposto che in linea di massima con il tipo di medicinale omeopatico che prendevo io non doveva esserci alcun fenomeno di "aggravamento omeopatico". Nonostante mi sia stato detto questo, forte del fatto che a mio parere la cura stava facendo effetto, ho continuato a prendere il medicinale fino a ieri.

Beh, i miglioramenti sono stati netti, ed il famoso fastidio/dolore localizzato che mi ha fatto impazzire per settimane, è svanito del tutto.
Al posto del fastidio localizzato però, sono arrivati dei forti mal di testa non pulsanti, ma è come se si irradiassero sulla cute. Ho la sensazione netta che sia qualcosa di origine muscolare, e facendo delle prove (ad esempio tendere la pelle della testa premendo con la mano sulla fronte) ho provato una sensazione di sollievo. In realtà quando facevo queste prove il dolore spariva del tutto mentre ero in quelle posizioni, per poi tornare circa mezzo minuto dopo averle abbandonate.
Tutto questo mi ha portato a pensare che sia sicuramente qualcosa di origine muscolare.
Questi mal di testa arrivano all' improvviso ma in modo leggero, per poi aumentare di intensità e svanire dopo circa 30 minuti, lasciandomi però un senso di tensione per ore. Tutto passa la sera quando mi metto a letto, per poi tornare ogni giorno verso le 11.30.

Un' altra cosa che ho notato, è che ho ricominciato a fare attività fisica, e quando la svolgo in modo massivo (Specialmente quando vado in bici), quindi quando sono sotto sforzo, sia durante l' attività, sia dopo, il famoso punto localizzato mi da fastidio/dolore, ma non intenso e non continuo.. A tratti.
Tutto passa sempre dopo circa 30 minuti, lasciandomi però una sensazione di tensione ai lati della testa, nel solito punto ed alla base del collo.

Ora, contando che con la cura omeopatica il fastidio/dolore è svanito per una settimana, ed ora sta tornando ma in modo leggero, può essere la conferma definitiva, accompagnata anche da tutte le visite, tutti gli esami, e dalla mia storia personale, che è solo qualcosa di tensivo? La risposta penso di saperla già.

Buona giornata e buon lavoro! .. E grazie ancora per il sostegno sia medico che morale che ogni volta mi da.
[#115]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

è possibile che i Suoi sintomi siano di natura tensiva, almeno dalla Sua descrizione.

Cordialmente
[#116]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore! Scusi se non mi sono fatto sentire per un po'.

Comunque, stavolta le scrivo per darle notizie veramente buone.
Ho effettuato la RM encefalo ed è risultata perfetta. Da lì ho sentito di essermi tolto un gran peso, e dal giorno dopo qualsiasi tipo di dolore o fastidio è sparito del tutto.
Quindi questo è l' ultimo messaggio che le scrivo, e rinnovo il mio grazie per il supporto morale e medico in una cosa che era evidentemente psicologica.

Grazie mille! E buon lavoro :)
[#117]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi fa piacere che la situazione si sia risolta positivamente.
In fondo il fattore psicosomatico era quello che si sospettava maggiormente.
La ringrazio per l'aggiornamento.

Cordiali saluti ed auguri

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa