Utente 213XXX
Salve, vi espongo il mio problema: Ho 28 anni e soffro da SEMPRE di disfunzione erettile.
Fin dal primo rapporto avuto a 18 anni ho avuto enormi difficoltà ad avere una buona erezione.
Secondo il mio parere non ho mai avuto una libito particolarmente attiva....
Dopo alcune deprimenti esperienze con alcune ragazze ho semplicemente evitato di avere rapporti sessuali.
Fin quando a 24 anni ho conosciuto una ragazza e mi son convinto ad affrontare il problema (che comunque sottovalutavo).
Per farla breve ho iniziato a prendere levitra e cialis (dietro consiglio medico) ad ogni rapporto (se non prendevo la pillola immancabilmente non funzionavo). Per 3 anni è andato tutto bene e non mi sono mai preoccupato di andare a fondo nell'analisi del problema.
Poi con quella ragazza mi sono lasciato ed il problema è peggiorato mese dopo mese.
Allo stato attuale non riesco ad avere una valida e duratura erezione nemmeno con cialis/levitra (nemmeno a dosaggi importanti).
La mia testa ormai è focalizzata 24 ore al giorno su questo problema per me sempre più devastante.
Non penso ad altro e sono enormemente angosciato. Per me è un vero incubo.
Da poco ho trovato una nuova ragazza con la quale non sono ancora riuscito ad avere un rapporto "decente" ma solo "a rate" in quando riesco a raggiungere l'erezione solo con stimolazione manuale, ma che poi però perdo rapidamente (molto rapidamente) al momento della penetrazione.
Da quando questo problema è diventato così importante ho perso in modo totale qualsiasi libido, la mia eccitazione sessuale e le normali fantasie sono totalmente sparite. Non riesco più a raggiungere l'erezione nemmeno durante la masturbazione. Vedo tutto come un esame e l'angoscia mi perseguita.
Sono veramente disperato e depresso! Anche le erezioni notturne se ne sono andate....

Ho fatto esami del sangue ed esami ormonali. Tutto è risultato perfettamente in ordine.
Sia il mio medico di base che l'andrologo che mi ha visitato sono convinti che sia un problema di ansia da prestazione e non ci sia alcun problema fisico.
Ora dietro consiglio del medico prenderò appuntamento da uno psichiatra (ma siamo sicuri che sia la persona più indicata?).
I miei dubbi sono questi: Ma come può essere un problema di testa così tanto grave da non permettere MAI un erezione normale? (nemmeno con uso di cialis o levitra).
Come posso verificare la presenza di eventuali problemi circolatori? (io sono molto scettico sulla base puramente psicologica del mio male)
Può realmente uno psichiatra darmi un aiuto CONCRETO nel risolvere questo mio grave problema?
Se (come io penso purtroppo) nemmeno lo psichiatra saprà aiutarmi, cosa posso fare ancora? quali sarebbero i passi successivi?
Vi prego datemi un aiuto...sto rischiando una seria depressione, non vedo soluzioni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, per verificare che non ci siano problemi di circolazione va eseguito un doppler penieno dinamico. in caso che anche quest' esame allora possiamo sospettare un problema di tipo psicologico che spiegherebbe anche il perchè farmaci come cialis etc non funzionano in quanto questi si "attivano" solo quando è presente desiderio e stimolazione
[#2] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Salve a tutti, volevo aggiornare la mia situazione: La visita andrologica ha dato come risultato "disfunzione erettile psicogena, assenza di cause organiche".....Quindi come da consiglio del mio medico sono andato da uno psichiatra che dopo un approfondito colloquio ha escluso cause psicologiche e mi ha detto di effettuare un'altra visita andrologica....
Ma cosa devo fare? mi sento come la pallina di un flipper...
Sicuramente ora soffro di una situazione di ansia visto il peggioramento del mio problema...ma essendo sempre stato presente anch'io (nella mia ignoranza) punterei a cause organiche visto che sia le erezioni spontanee sia la masturbazione non mi hanno mai dato erezioni "potenti"...
Considerando che gli esami del sangue e quelli ormonali che sono perfetti e che la psichiatra ha escluso cause psicologiche cosa potrebbe essere?
Prostata? fughe venose? soffro di varicocele (che ultimamente mi da qualche leggero fastidio)...può essere la causa?
Premesso che domani prenoterò UN'ALTRA visita andrologica, potreste comunque darmi i Vostri consigli e le vostre valutazioni e pareri?
Ringrazio già da ora per la Vostra disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ma è stato fatto almeno un ecocolordoppler dinamico delle arterie peniene?

Se non fatto bisogna discuterne con il suo andrologo.

Comunque, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Ho effettuato un'altra visita andrologica...il medico continua ad insistere sul fatto che non ho alcun bisogno di esami "fisici" in quanto è convinto al 100% che il mio problema sia esclusivamente psicologico. Giustifica questa sua teoria con il fatto che comunque ho avuto normali rapporti per anni....io obbietto a questo dicendo che è vero che avevo normali rapporti ma sempre e comunque "drogati" da cialis o levitra....
secondo Voi visto che con l'uso di Cialis e Levitra riuscivo ad avere (NB: RIUSCIVO...ora non più purtroppo) ad avere buoni rapporti significa che a livello fisico è tutto ok?
Sono entrato in un tunnel psicologico che riesce ad annullare l'effetto dei farmaci??
Perchè se fisicamente è tutto ok non sono MAI riuscito ad avere erezioni potenti senza l'ausilio di farmaci?


La terapia da lui datami è questa: Cialis 5 mg ogni giorno + xanax per un mese....a questo affiancherò dei "colloqui sessuologici"...

Cosa ne pensate? Conto molto su un vostro parere per me molto prezioso
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

la rimandiamo al minforma già indicatole; io personalmente, visto che il problema è sempre presente, per escludere in modo categorico un eventuale problema organico, soprattutto alla sua età, le indicherei l'esecuzione di un ecocolordoppler dinamico delle arterie peniene.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente come detto anche dal collega, un doppler dinamico andrebbe cmq fatto