Utente 223XXX
Caro dottore, 38 anni io, 37 anni lui stiamo cercando un figlio che non arriva.
I miei esami al momento risultano regolari, temperatura basale bifasica e stick sembrano confermare ovulazioni regolari (anche se la ginecologa finora non ha voluto farmi i monitoraggi per averne la certezza....perchè????? mi chiedo io).
Mio marito invece all'esame del liquido seminale non ha riportato dati incoraggianti:
ed.5^ WHO 2010
volume 3,40ml, colore avorio, aspetto opalescente, viscosità assenza di filamento, fluidificazione a 60min completa, ph 8,0
numero di spermatozoi 22milioni/ml, numero totale di spermatozoi 75milioni/eiac.
motilità totale 65%, progressiva 60%, non progressiva 5%, assente 35%
vitalità, test all'eosina 70%
morfologia (secondo Kruger) : forme tipiche 6%, anomalie della testa 90%, anomalie del tratto intermedio 4%, anomalie del flagello 0
esame microscopico agglutinazioni assenti, cellule rotonde presenti, leucociti assenti, emazie assenti.
Cosa ci consiglia? Oltre a ripetere il test (ma l'abbiamo fatto in un laboratorio di un centro specializzato in PMA) c'è qualche altro esame da fare? Una cura?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se l'esame del liquido seminale è stato fatto in ambiente dedicato questo non sembra presentare grossi problemi.

Comunque una attenta valutazione andrologica in diretta è sempre consigliabile in questi casi per il suo lui e lei invece deve risentire la sua ginecologa che si spera abbia chiare conoscenze in patologia della riproduzione umana.

nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
chiedo scusa della scarsa cavalleria, ma le signore hanno diminuzioone della riserva ovarica e quindi della qualità ovocitaria dopo i 35 anni. Lo spermiogramma di suo marito ha modeste alterazioni della morfologia. Dubito pertanto che una correzione di quel minimo parametro alterato del marito possa garantire una fertilità naturale.Considererei la possibilità reale di un centro di fefcondazione assistita.