Utente 194XXX
ernia jatale da scivolamento gastrtie erosiva ed edematosa, cardias beante in soggetto con ansia cronica e postcolecistectomizzato 5 anni fa con protusioni a livello c3 c4,
Per l'ernia jatale assumo una cp di pantorc 20 la mattina e due compresse a volte anche tre di xanax 0,25.
Presento sul busto e su canale dell'esofago dei piccoli rigonfiamenit forse (linfonodi? della grandezza di un fagiolo dolenti come punture di spillo impercettibili alla visita medica ma dolenti come piccole punture di spillo.
Sono molto preoccupato e sono in attesa di una visita neurochirugica per le mie cervicali che irradiano dolenzie alla nuca e alla trempia sx.
HO molto sentito parlare di poliartrite nodosa. Potrebbe essere la causa delle mie artarlgie lombari e cervicali.
Dietro il muscolo sternocleidomaastoideo avverto anche parestesie nucali con infiammazione di un nervetto dolente alla pressione delle dita e quando tendo la testa verso il lato dx..
Sto eseguendo fisioterapia e sia le trens che la tecarterpia cheha nno accentuato la sintomatologia (infiammazione del nervo dietro la muscolo sternocleidomastoideo in prossimità del mastoide).
Scrivo perche' nessuno crede alla mia sintomatologia e vorrei essere riassucurato o indirizzato ad eseguire altri esami?
gastroscopia? colangio RMN? o altro?
NON MI DICA CHE SOMATIZZO PERCHE I SINTOMI SONO REALI.
CHE FARE?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nessuno mette in dubbio i suoi disturbi, ma sono sintomi non facilmente inquadrabili da lontano per cui meritano di essere valutati direttamente dal medico che poi possa indirizzare allo specialista di riferimento.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  


dal 2011
POTREBBE TRATTARSI DI UNA PSEUDO FIBROMIALGIA? E' COME SE AVEESI L'INFLUENZA OGNI GIORNO OPPURE ANSIA CRONICA? CHE SI RIFLETTE SULL'APPARATO GASTROENTERICO E MUSCOLOSCHELETRICO.
le ricodo che circa 1 hanno fa ho eseguito gastroscopia con diagnosi di ernia jatale gastroduodenite iperemica ed edematosa cardias beante, ipb con esame negativo alla biopsia prostatica (PSA 4,6)
GRAZIE
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per farle comprendere quanto influenza può avere l'ansia sul nostro corpo legga un articolo di riferimento:


http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-corpo-va-ansia-sintomi-fisici-disturbi.html


Cordiali saluti


[#4] dopo  


dal 2011
letto tutti gli articoli:
Sono il linea.
ma che correlazioni ci sono con l'ernia jatale? e con l'ernia cervicale.
Come è possibile evitare panico quando l'ernia jatale non le permette chinarsi su lavabo per fare uno shambo o dormire con il busto eretto o sollevato non in sintonia con le cervicali o se quando camini avverti disorientamento
Ci vuole poco a dire ansia o panico quando si deve convivere con queste patologie che 5 anni fa non esistevano.
I medici dicono convivere... ma credo che si difficile uscire dall'ansia con simili patologie.
[#5] dopo  


dal 2011
oggi sono stato a fare una vista neurochirurgica e il medico mi ha riferito che devo portare il collare....totale 100euro S.f. per una diagnosi senza una visita....il tutto dice che parte dalle irradiadiazioni del nervo vago dopo aver sommariamente consultato la mia RMN dell'aprile 2011 protusione (c3-C4)........che infiammano i nervetti del trigemino e le protesi dentarie. e che non devo stimolalare il nervo dietro il musolo stenocleidomastoideo con la fisiokionesiterapi a(tens.tecar ) insomma devo conviverci con questi disturbi........
ma questa e' etica professioinale?
[#6] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non vorrei essermi espresso male. Non metto in dubbio i suoi disturbi e sono certo che non è l'ansia provocarli, ma l'ansia può certamente amplificare i sintomi. E' un crcolo vizioso. Ovviamente bisogna valutare le priorità delle patologie e porre rimedio. Il suo medico dovrebbe coordinare i consulti con gli specialisti.

Un cordiale saluto