Utente 536XXX
Buongiorno, mia mamma il 2 novembre 2007 ha avuto un infarto e il 3 le è stat fatta un angioplastica con inserimento di uno stunt. a distanza di 2 mesi cade e si rompe la rotula del ginocchio che le viene ingessato con una doccia. in ospedale le sospendono la cardioaspirina e le ordinano le punture di eparina clexane 4000.
Il cardiologo curante informato di questo le prescrive nuovamente la cardioaspirina e dice di non sospenderla assolutamente. Vado a farla prescrivere al medico di base ma questo mi sconsiglia di fare prendere epanina + cardioaspirina a mia madre che oltre a soffrire di diabete mellito in passato ha avuto anche una melena causata da un'ulcera. Chi deve ascoltare? sono disperata aiutatemi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Santoro
24% attività
0% attualità
0% socialità
SESSA AURUNCA (CE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
L'aspirinetta è un farmaco fondamentale per i pazienti affetti da cardiopatia ischemica, soprattutto quelli con pregresso infarto miocardico e ancor di più quelli in cui si procede ad angioplastica con impianto di stent. Per poter essere più preciso si dovrebbe sapere che tipo di stent è stato impiantato alla sua mamma, se medicato o BMS (non medicato), poichè nel caso degli stent medicati è necessario fare la doppia antiaggregazione, aspirina + un altro antiaggregante, in genere clopidogrel, per sei mesi, invece nel caso dei BMS la doppia antiaggregazione deve essere fatta per un mese. La doppia antiaggregazione va in genere continuata per un periodo variabile dopo un infarto, dipende dal tipo. In ogni caso, se non ci sono controindicazioni,l'aspirina deve essere continuata a vita, eventualmente assumendo protezione gastrica. Nel caso della mamma, non capisco perchè è stata sospesa l'aspirina, a meno che non avesse un grosso ematoma articolare; in questo caso comunque il Clexane (enoxaparina) va benissimo ma per un periodo limitato. Concludendo in linea di massima, fermo restante le considerazioni sul tipo di stent, sono d'accordo con il cardiologo curante della mamma. Saluti, mi faccia sapere
Roberto Santoro
[#2] dopo  
Utente 536XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore la ringrazio per la sua sollecita risposta. sono circa 15 giorni che mia mamma sta prendendo la cardioaspirina più il clexane e per il momento sembrerebbe che non ci siano problemi. per quanto riguarda lo stent non so se è medicato nel referto leggo: "dopo aver posizionato filo guida nella porzione distale del vaso si esegue predilatazione della lesione con pallone di calibro 3.0 lungo 20mm espanso fino a 6 atm; segue quindi stenting della lesione con stent LIBERTE' di calibro 3.0 lungo 16 mm dilatato fino a 14 atm". La ringrazio ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Santoro
24% attività
0% attualità
0% socialità
SESSA AURUNCA (CE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Si tratta di uno stent medicato per cui consiglio di praticare la doppia antiaggregazione aspirina + clopidogrel o ticlopidina per almeno sei mesi. Ne parli con il cardiologo curante della mamma
Roberto Santoro