Utente 230XXX
Da circa una ventina di giorni soffro di alcuni dolori molto fastidiosi in diverse parti del corpo. Ho 40 anni e fino ad ora non avevo vissuto niente di simile. Il fulcro del dolore si trova nella zona ilio-sacrale, si e' pensato quindi ad una sciatalgia; altre zone interessate sono il collo (di entrambi) i piedi, la tibia, un polso ed uno zigomo. Una settimana fa non riuscivo nemmeno a camminare, per cui mi sono recato al pronto soccorso dove mi hanno fatto delle radiologie che non hanno lasciato trasparire nulla di evidente, il medico ha quindi diagnosticato una infiammazione superficiale e mi ha fatto una iniezione. Devo dire che l'iniezione e' stata abbastanza efficace e per qualche giorno non ho piu' sentito dolori.
Oltre all'iniezione mi ha prescritto delle medicine (Brufen, Novalgina, Depalgos) che, devo dire, mi hanno parecchio indebolito, in alcuni casi ho creduto di svenire dopo averle prese....e piu' passavano i giorni meno efficaci si dimostravano. Ieri, con l'accentuazione dei dolori sono ritornato dallo stesso medico che mi ha fatto un altra iniezione.
Sembra che questa volta l'effetto sia meno incisivo...che i dolori permangono. Il medico sostiene che potrebbero facilmente trattarsi di dolori reumatici, per cui mi ha consigliato di fare altre visite da un reumatologo....e qui di nuovo prelievi, radiografie, ecc....(sara' da aspettare diverse settimane).
Non posso fare niente per conto mio nel frattempo? Per quanto ne so io molta gente ne soffre...e' una patologia comune....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, il suo quesito non è di possibile risoluzione per via telematica poichè non si possono fare prescrizioni per tale via e senza conoscere il paziente.
Comunque bene hanno fatto i colleghi ad avviarla ad un percorso diagnostico per poi stabilire una terapia se possibile non solo sintomatica ma risolutiva del problema. Vivere senza dolore si può e si deve.
Deve rivolgersi all'attenzione del suo curante per una terapia antalgica che le dia sollievo nel frattempo: è l'unico che può farlo, mi creda. E' vero che i disturbi "per così dire" reumatici sono diffusi, ma non tutti hanno la stessa origine e quindi il trattamento può differire.
Cordiali saluti ed auguri.