Utente 233XXX
Buongiorno a tutti e ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.
Da circa quattro mesi ho notato sulla parte bassa del glande la presenza di una piccola verruca piana (una sorta di bollicina appena più chiara del glande), non ci ho fatto subito molto caso, solo successivamente ho notato la formazione di una seconda in un punto distante un cm circa. Mi sono insospettito ed ho controllato su internet incontrando questo ottimo sito; da subito ho pensato all'HPV (credo oramai di essere sufficientemente informato) quindi ho chiesto parere al mio medico di famiglia. Premetto che non ho mai vissuto rapporti sessuali occasionali e conduco una vita tranquilla (escludo la possibilità di trasmissione sessuale); il mio medico mi ha mandato da un dermatologo il quale ha subito ipotizzato ruber planus o verruche semplici (dice che se non sono a forma acuminata non possono essere manifestazioni di HPV, ma leggendo su internet sapevo che alcuni ceppi danno questa sintomatologia). Dopo due settimana in cui mi ha consigliato un trattamento con semplice mercuriocromo ha deciso di fare una biopsia sul glande (che mi ha lasciato un fossicino non trascurabile). Sono tutt'ora in attesa del referto.
Vorrei da voi un parere perchè continuo a ripetermi ed a leggere che, per questi casi, non si esegue biopsia (non voglio colpevolizzare il dermatologo ma credo sia mio diritto avere piena comprensione del modus operandi solito per questi casi); vorrrei inoltre capire se il fossetto sul glande sparirà o se rimarrà per sempre; infine, parlando con il dermatologo, ho cercato di capire quali potessero essere le eventuali cure nel caso in cui fosse diagnosticato HPV, mi ha parlato di crioterapia con azoto liquido. Se possibile vorrei un parere su questa possibilità e capire come è condotta l'operazione (ho letto che spesso sul pene è sconsigliata).
Sto cercando di affrontare la situazione spiacevole con impeccabilità e dignità ma non è facile soprattutto alla luce dello stile di vita che ho sempre condotto (altrettanto pulito e credetemi impeccabile) che crea un senso di ingiustizia e infiniti perchè. Ringrazio ancora tutti quanti e colgo l'occasione per augurare buone feste a tutti gli iscritti al sito.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la biopsia certamente è a scopo diagnostico.
quindi è stata fatta per avere una diagnosi.E si può fare anche sul pene :ovviamente possono esserci dei reliquati , che in genere migliorano col tempo
Direi comunque che nel suo racconto ci sono molti aspetti poco chiari , dalla diagnosi differenziale tra condiloma acuminato , verruca volgare e l.r.p,,così fatta, alla terapia con eosina (mercurocromo) e altre cose.
Apettiamo il risultato dell'istologico , a questo punto!
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Dott. Griselli, la ringrazio per la solerte risposta, anche io credo che nella mia vicenda ci siano aspetti poco chiari, ma lascio cadere qua qualsiasi velleità, la terrò informata quanto prima sul risultato istologico.
Un saluto cordiale
[#3] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Salve dott. Griselli, mi hanno appena chiamato dall'ospedale molto allarmati per farmi sapere dell'istologico. L'analisi ha evidenziato che si tratta di verruche da HPV, mi ha detto che le mie hanno una strana atipia (credo si dica così, non ho afferrato benissimo) e sono da eliminare immediatamente per via chirurgica perchè vicine ad una forma cancerosa (questo dovrebbe essere il succo). Io ho provato a capire meglio la situazione perchè eviterei ulteriori deturpazioni al glande ed ho avanzato la possibilità di usare l'imiquimod e vedere un pò, mi ha risposto che nel nostro caso l'aldara non funzionerebbe. Mi creda sono molto preoccupato e mi sottoporrò volentieri ad ogni esame del caso ed eventualmente ad una asportazione, ma non vorrei neanche essere vittima di un problema che potrebbe tranquillamente essere eliminato in maniera meno invasiva (mi creda dottore dalle immagini a me sembrano solite papule da HPV). Capisco anche che non può essermi d'aiuto più di tanto, vorrei tuttavia da lei qualche domanda da rimbalzare alla dermatologa (la vedrò mercoledì con il primario) in modo da avere realmente la situazione chiara (cerco di essere più esplicito anche se non sono del settore, capire che ceppo di HPV sia effettivamente, se così pericoloso ed altre informazioni che potrebbero essere utili anche a lei per capire il quadro clinico) io ho letto che in genere L'HPV non è pericoloso per l'uomo. Mercoledì mattina sarò in ospedale.
cordialità
[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
anche se piuttosto raro , anche nell'uomo si può manifestare una trasformazione tumorale .
Il fatto è questo:se vi è una displasia grave o addirittura una franca trasformazione tumorale è un conto , altrimente il "ceppo" non va ad influire sui normali trattamenti consigliati per i condilomi.
Ci faccia sapere.
cordialità
[#5] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dr Griselli, ho finalmente parlato con la dr.ssa dermatologa che mi ha in cura, l'istologico ha evidenziato una papulosi bowenoide: HPV di ceppo 16, mi ha confermato che è il più pericoloso per la precancerogenicità (credo che l'equivoco al telefono sia nato da questo).
Successivamente mi ha risottoposto a visita insieme al primario di dermatologia dell'ospedale civile evidenziando che il problema sta continuando a crescere (dal glande è passato al prepuzio ed al frenulo).
In ultimo mi hanno prescritto complete analisi del sangue per valutare lo stato del mio sistema immunitario e consigliato un medico competente nell'uso del laser a CO2 (sono stati veramente gentilissimi); sono fiduciosi che col laser si riesca a risolvere il problema eliminando anche le zone nuove sul frenulo e prepuzio.
Credo che seguirò questa strada e spero di risolvere il problema.
Mi farebbe infine piacere conoscere anche la sua opinione sul laser o sulle terapie che usualmente consiglia ai suoi pazienti in situazioni simili.
Un saluto cordiale
[#6] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
le terapie consigliabili ed effettuabili in effetti sono tante , ovviamente da scegliere in relazione alla problematica specifica e dopo attenta selezione del paziente.
il laser CO2 è comunemente utilizzato, ed anche io lo uso quotidianamente con ottimi risultati.
Certamente deve seguire le indicazioni validamente espresse dai colleghi, e senz'altro effettuare strette visite di controllo.
cordialità
[#7] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dr. Griselli, un ultima domanda, volevo capire se il laser fosse indicato indifferentemente per vaporizzare i condilomi posti sul glande e/o prepuzio o altro.
Cerco di esplicitarmi meglio, credo che la regione del prepuzio sia sicuramente più sensibile e completamente differente rispetto al glande, stessa cosa per il frenulo;il laser su queste zone può portare a scompensi nell'elasticità o su altre caratteristiche?
Anche in questo caso mi piacerebbe conoscere il suo modo di approccio nella soluzione di problemi simili, mettendo sempre a comune denominatore che ogni lesione o situazione clinica è a sè.
La ringrazio per la sua disponibilità.
Cordialità
[#8] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
se ben effettuato la metodica con il laser Co2 può essere fatta sia sul glande che sul prepuzio , variando opportunamente i parametri e i settaggi della macchina.
Si punta ovviamente a non lasciare reliquati.
Cordialità
[#9] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Salve Dr. Griselli, ho appena effettuato la visita specialistica per valutare le possibili terapie; il medico ha suggerito di provare con un ciclo di imiquimod per 2 mesi (salvo problemi di escoriazioni o altro) al fine di abbattere la proliferazione del virus ed il numero delle papule e, successivamente, di rivalutare la situazione ed eventualmente eliminare le ultime con il laser.
Lo stesso mi ha consigliato di spalmare, a titolo preventivo, uno strato sottile di crema su tutto il glande compreso di prepuzio e frenulo in maniera indifferenziata (sia dove sussistono le verrucche sia dove non esistono), tuttavia informandomi in rete ho appena letto che sarebbe da evitare il contatto con la mucosa sana e soprattutto che sul prepuzio possono insorgere problemi di indurimento dello stesso a carattere permanente.
Le chiedo gentilmente qualche consiglio ed esperienza a riguardo.
Un saluto cordiale