Utente 196XXX
Buon giorno,
tre anni fa ho avuto una gravidanza terminata alla 31° settimana con un parto cesareo d'urgenzaa seguito di un distacco massivo di placenta del 90%. Fortunatamente senza conseguenze per me e la bambina che ora ha 3 anni e sta bene.
Dopo 2 mesi ho fatto un'analisi genetica che ha evidenziato la presenza della sostituzione 677C>T allo stato omozigote per l'enzima MTHFR. Lo stesso giorno ho fatto un esame per controllare l'omocisteina basale e dopo carico. l risultati sono stati i seguenti:
- omocisteina basale 11.9
- omocisteina II punto 50.4
- omocisteina III punto 111.6
- incremento omocisteina dopo 2 ore 38.5
- incremento omocisteina dopo 6 ore 99.7

Dopo tale esame mi è stata prescritta Folina e Benandin per 40 gg.

Il mio ginecologo ritiene che questa sia stata la causa del mio parto prematuro e non mi ha più fatto prendere la pillola anticoncezionale perchè la riteneva rischiosa.

Ho due domande:
- quali rischi ho se volessi una seconda gravidanza?
- probabilmente dovrò operarmi per togliere la cistifellea a causa delle presenza di calcoli che mi causano coliche renali. Devo avvisare i medici di questa patologia?
[#1] dopo  
Dr. Cesare Gentili
28% attività
20% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'aumento di omocisteina può dare un aumento di rischio di alterazioni del tubo neurale, cosa che la sua bimba mi pare non abbia avuto.
Mi sembra giusto segnalare il dato ai medici che la devono operare in quanto livelli aumentati di omocisteina nel sangue sono oggi considerati fattore di rischio per malattia vascolare
Riguardo alla a supplementazione vitaminica di folati e vitamine B6
e B12, la recente letteratura è orientata come segue
-pur riducendo i livelli di omocisteina, non ha
dato i risultati sperati in termini di prevenzione cardiovascolare.
- per ridurre i livelli ematici di omocisteina, è sufficiente
una dieta ricca ed equilibrata per apportare un adeguato quantitativo di tali vitamine
- una dieta bilanciata ricca di frutta e verdura, per l’apporto di fibre, sali minerali ed antiossidanti, è utile nella prevenzione di altre malattie
Per una eventuale gravidanza prenderei invece in considerazione una supplementazione vitaminica di folalati