Utente 238XXX
Innanzitutto volevo congratularmi con il sito e con i professionisti che prestano il loro servizio presso il sito.
La mia domanda è la seguente il Dr Salvo Catania in un consulto on line ha risposto: che in sede ascellare i linfonodi rispondono anche a stimoli di natura meccanica, cosa s'intende precisamente?.....faccio pesi ed ho un singolo linfonodo nell'ascella Dx palpabile(il mio medico curante mi riferisice che non è un linfonodo ma bensì una parte dell'inserzione del muscolo)....inoltre in quell'ascella qualche anno fa durante il periodo estivo ho avuto una dermatite(arrossamento bruciore e cattivo odore)guarita da spontaneamente.
Il body building può causare l'aumento dei linfonodi?...un ultima domanda sempre durante l'esame obiettivo il medico ha riscontrato un linfonodo calcifico nel collo a Dx.....dicendomi di non preoccuparmi.....da cosa puo dipendere questa calcificazione?
Grazie in anticipo per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Qualsiasi stimolo meccanico può causare infiammazione da iper afflusso di sangue pertanto i linfonodi reagiscono diventando più grandi. In quanto al linfonodo calcifico del collo non ha significato patologico.
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dott. Rossi per la sua celere risposta, spero di non approfittare trppo della sua bontà ma leggendo tra le sue specializazzioni volevo porle un altra domanda su problemi gastrointestinali.
Il mese passato soffrendo di una tosse serale/notturna, dovuto anche un periodo di forte stress, e soffrendo anche di acidità e cattiva digestione, il medico curante mi prescrisse una cura per un mese con una compressa di Lansox 30mg, durante il periodo di cura non mi ero mai sentito cosi bene ì, non solo non avevo nessuna tosse serale
otturna ma anche i bruciori di stomaco erano totalmente scomparsi, dopo la fine della cura da qualche giorno accuso di nuovo difficoltà nella digestione e bruciori....oltre a qualche accorgimento alimentare cosa consiglia?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Il disturbo che accusa potrebbe correlarsi con una sintomatologia extra esofagea di una malattia da reflusso. Pertanto dovrà chiedere al curante di effettuare esami per fare una diagnosi corretta es. Gastroscopia, pH metria esofagea.