Utente 556XXX
Sono una ragazza di 18 anni, quasi due mesi fa ho avuto una forte influenza con arrossamenti alla gola, febbre alta e dolori alle orecchie. Dopo una cura di Agumentin e tachipirina, sembrava risolto, ma dopo qualche settimana stavo peggio di prima. La settimana scorsa il mio medico generico mi ha prescritto una serie di analisi tra cui ANTI EPSTEIN BARR VIRUS i risultati sono i seguenti:
FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili 45%
Eosinofili 2%
Basofili 1%
Linfociti 47%
Monociti 5%
IgG 1204 mg/dl
IgA 280 mg/dl
IgM 149 mg/dl

CITOMEGAL.IgG Anticorpi Presenti
CITOMEGAL.IgM Anticorpi Assenti
FERRITINEMIA 75 ng/mL

ANTI EPSTEIN BARR VIRUS
IgG 2 U/mL
IgM Presenti

Se qualcuno può darmene una spiegazione gliene sarei grata.


[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Direi che il suo Medico ha correttamente identificato una infezione da virus di Epstein-Barr (EBV), ovvero una mononucleosi.
La presenza di anticorpi anti EBV di tipo IgM ci dice che si tratta di una infezione acuta.
Le IgM (immunoglobuline M) sono infatti i primi anticorpi ad entrare in azione (sono più "grossolani" e meno specifici) e vengono sostituiti, nel giro di tre-quattro settimane, da anticorpi più specifici, le immunoglobuline G (IgG), che vengono preparate all'occorrenza, e "tagliate su misura" per un determinato virus o batterio.
Quindi, quando si cercano gli anticorpi contro un virus, se si trova IgG + e IgM - siamo di fronte ad una infezione pregressa: se IgG - e IgM + siamo di fronte ad una infezione acuta; se IgG + e IgM + siamo nella fase intermedia, cioè nella fase cosiddetta di sieroconversione, che dura solitamente dalla quarta alla ottava settimana dall'inizio.
Nel suo caso, e se ne sarà accorta, è quindi in fase di guarigione.
[#2] dopo  
Utente 556XXX

Iscritto dal 2008
Inizio subito con ringraziarla per la risposta datami; ma volevo porle altri quesiti.
Questo tipo di infezione è infettiva? Se si, devo preoccuparmi per i miei familiari? E se è infettiva quali precauzioni devo prendere?
Il mio dottore è molto vago sull'argomento e non mi dà una risposta definitiva, forse per non preoccuparci?
Comunque mi ha prescritto un'ecografia per controllare l'addome, ma a cosa serve?
Il mio medico per il momento non mi ha dato nessun tipo di farmaco da assumere, mi ha solo detto di stare in assoluto riposo, è giusto questo?
Posso stare tranquilla? La ringrazio da ora per la sua risposta.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Che una infezione sia infettiva.... è tautologico!
La mononucleosi si trasmette per contagio interumano (era chiamata la "malattia dei baci"), quindi il rischio di contagiare i familiari esiste.
In realtà il livello di contagiosità non è elevatissimo e, soprattutto, contrarre il virus non vuol dire fare la malattia.
In ogni caso la fase "contagiante" l'ha già abbondantemente trascorsa con i suoi cari, pertanto attenda tranquillo gli eventi.
Presumo che la richiesta di eco addome sia determinata dalla volontà di conoscere le dimensioni della milza, che aumentano durante la mononucleosi. Riscontrare una splenomegalia (milza di volume aumentato) rinforza la diagnosi.
Il suo Medico non le ha dato terapia per il semplice motivo che una terapia farmacologica, in questo caso, non esiste.
Riposo, dieta ricca di frutta e verdura, ed idratazione sono i soliti presidi delle malattie virali.
Auguri.
[#4] dopo  
Utente 556XXX

Iscritto dal 2008
Salve Dottore sono la ragazza che vi ha consultato la settimana scorsa; oggi sono quì per chiedere un parere che riguarda una mia amica.
La mia amica ha 23 anni ed è a stretto contatto con me, ed è per questo che anche lei ha fatto le mie stesse analisi, i suoi valori sono:
esame emocromocitometrico
G.Rossi (RBC) 4.290.000 /mmc
G.Bianchi (WBC) 5.500 /mmc
Hb 11,8 gr/dl
Hb% 73,8 %
Ht 34,4 %
MCV 80,2 fl
MCH 27,5 pg
MCHC 34,3 g/dl
PLT 225.000 /mmc
RDW 16,0 %
MPV 10,4 fl

FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili 49 %
Eosinofili 2%
Basofili 1%
Linfociti 43%
Monociti 5%

AZOTEMIA 28 mg/dl
GLICEMIA 91 mg/dl
CREATINEMIA 0,68 mg/dl
PROTEINA C REATTIVA 0,2 mg/dl
IgG 984 mg/dl
IgA 116 mg/dl
IgM 257 mg/DL

ANTI EPSTEIN BARR VIRUS
IgG 70 U/mL
IgM ASSENTI

Se è possibile vorrei una risposta tempestiva, perchè la mia amica è molto preoccupata poichè la settimana scorsa si è sentita male e ha avuto anche dei collassi (abbassamenti di pressione) e come me sta in ansia anche per la sua famiglia. Devono fare tutti loro le analisi? Possiamo stare tranquilli?
La ringrazio per la sua risposta. Buon lavoro
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
La sua amica NON HA la mononucleosi, in quanto ha solo gli anticorpi-memoria (IgG), che indicano un contatto pregresso con il virus (magari dieci anni fa).
Piuttosto è tendenzialmente anemica, e con i globuli rossi "piccoli".
Le dica di fare il dosaggio di sideremia e ferritina.
Probabilmente ha bisogno di ferro (mestruazioni abbondanti?).
Per il resto deve stare tranquilla.
[#6] dopo  
Utente 556XXX

Iscritto dal 2008
Buon giorno Dott. sono sempre la ragazza di 18 anni. Incomincio con il ringraziarla per la risposta riguardo alla mia amica; ma ora avrei bisogno di un' altra sua ultima risposta.
Ho ripetuto le analisi e vorrei un vostro parere:
GOT/AST 16 U/l
GPT/ALT 15 U/l
ANTI EPSTEIN BARR VIRUS
IgG 68 U/mL
IgM Assenti
Come lei mi ha già spiegato con le precedenti analisi, che io mi trovavo in fase di guarigione, ora è passato del tutto?
Ma con il tempo dovrò ripetere queste analisi? Quindi c'è il rischio che potrebbe avverarsi di nuovo questo virus?
Non so davvero come ringraziarla per la sua buona volotà.
Anticipo col ringraziarla per la prossima risposta.
Cordiali saluti.
Buon lavoro.
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Come previsto si è assistito al "viraggio" anticorpale da IgM (fase acuta) a IgG (anticorpi memoria).
Lei è guarita o sta comunque guarendo.
Non ripeta le analisi, a meno che in futuro abbia altri problemi.
Il virus di Epstein-Barr sopravvive comunque all'interno del nostro organismo, e può, seppur raramente, riattivarsi dopo anni, quando il livello degli anticorpi è sceso.
Se succederà tra vent'anni ci risentiremo....
Auguri.
[#8] dopo  
Utente 556XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio con tutto il cuore. Lei è un ottimo Dottore.
Oltre a ringraziarla non so davvero cosa dirle.
Speriamo che non ci srà bisogno in futuro di ripetere queste analisi...Speriamo bene!
Ma in caso contrario, io aspetterò sempre una vostra risposta.
Buon lavoro...
Grazie