Utente
Buongiorno, innanzitutto volevo ringraziarVi per la cortesia e professionalità che dimostrate sempre nelle risposte.
Ho 22 anni, e come a volte succede, mi piacerebbe essere più formosa (porto una prima molto scarsa), anche per il fatto che il mio fisico così non è molto proporzionato (ho le spalle e i fianchi larghi, sedere un po' sporgente, alta ecc; di seno ho 85,5cm, ma di torace 82,5cm). Volevo solo chiedervi un parere riguardo al fatto che non riesco ad avere aumento di volume nè ingrassando nè con la pillola.
Qualche tempo fa volevo provare a ingrassare, e sono arrivata a pesare circa 30 kg in più; mi è comunque rimasta una prima scarsa, nonostante fossi evidentemente più in carne.
Da quasi un anno prendo la pillola a causa di fortissimi dolori mestruali (prima Yasminelle per un paio di mesi, poi Ginoden, che finalmente mi ha permesso di avere una vita normale), ma neanche in questo caso ci sono state differenze riguardo a questo aspetto; anzi, insieme agli altri sintomi anche il leggero gonfiore del periodo premestruale è scomparso.
Se può servire a qualcosa, Vi dico che all'età del menarca (13-14 anni) avevo ancora un fisico da bambina. Non ho avuto cambiamenti "improvvisi", ma il seno è "cresciuto" mese in mese col ciclo, nel senso che un po' del gonfiore rimaneva (comunque, ho ancora un fisico da bambina). Nella mia famiglia non ci sono donne che hanno questa taglia, anzi; l'unica donna che ha una misura minore è mia madre, che ha una seconda abbondante, ma ha un fisico completamente diveso dal mio: è più bassa di me di una ventina di cm, è piccola e minuta. Ho una sorella che ha due anni meno di me e mi assomiglia molto come corporatura, tranne che è un po' più alta (4cm) e muscolosa e per il fatto che ha una terza.
Ho pensato anche a una mastoplatica, ma non credo che potrei avere un risultato naturale.
Vorrei sapere da cosa può dipendere.
Vi ringrazio infinitamente e Vi porgo cordiali saluti.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Credo sia opportuna una valutazione un pò più globale del Suo caso. Nel senso: Lei ha affermato più di una volta di avere un...fisico da bambina.
Suppongo che tale espressione si riferisca ad un habitus costituzionale minuto, senza una muscolatura particolarmente evidente, con un rapporto peso/altezza leggermente tendente al basso peso (se ha sentito anche il "bisogno" di incrementare il peso corporeo di BEN 30 Kg in più!!).

Io inizierei con una buona visita internistica, completa anche di valutazioni ormonali, una visita ginecologica per capire qual'è (se c'è) la causa della dismenorrea (il dolore mestruale) ed una visita auxologica per comprendere se il Suo sviluppo fisico è stato perfettamente normale o se, invece, non si configuri l'ipotesi di un dismorfismo su base genetica, endocrina, alimentare o anche semplicemente sine materia.

In ultimo terrei in conto (ma non nel senso d'importanza...solo in senso cronologico) la visita senologica, in particolare con un Collega che, oltre ad essere esperto della materia, comunichi con Lei in maniera particolarmente enpatica, anche per eventualmente scoprire, se vi sono, piccole turbe psicologiche che possono aver alterato il Suo senso di percezione di sè e dei suoi rapporti con gli altri.

Tutto ciò alfine di far comprendere allo Specialista senologo se vi sono possibilità di ...ripresa della sua situazione volumetrica mammaria o se, in ultima analisi, è necessario solo una Suo rasserenamento oppure la Chirurgia Plastica.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Salve Dottore, per prima cosa vorrei ringraziarLa per avermi dedicato il Suo tempo.
Quando mi riferivo al "fisico da bambina" intendevo che durante l'adolescenza non ho avuto i cambiamenti tipici che una ragazza ha in quel periodo, e ho ripetuto l'espressione per dire che il mio fisico per quest'aspetto non è molto cambiato da allora. Mi rendo conto di non essere stata molto chiara; non ho neanche indicato l'altezza (1.77m). Ora sono nel mio peso normale; per il resto, sono come mi ero descritta prima; se indicativamente le servono altri elementi, mi faccia sapere, non essendo un medico non so cosa potrebbe essere importante. Al momento non sono particolarmente muscolosa, ma ho smesso da un po' di tempo di fare sport; non ho una corporatura minuta, anzi ho spalle e fianchi larghi (da piccola ho fatto anche nuoto). Per dare un'idea della mia taglia posso dire che compro reggiseni della seconda misura (a volte addirittura terza, dipende dalle marche) perchè la prima mi sta troppo piccola sia come allacciatura (mi schiaccia), sia per il fatto che le coppe hanno anch'esse una forma troppo piccola (mi fa male il ferretto); la "profondità" invece è una prima non piena; sono inutili anche i reggiseni "push-up". Quando sono ingrassata, all'inizio volevo provare a prendere un po' di peso per diventare più formosa, poi mi sono ingrassata per ben altri motivi (avevo smesso anche quella volta di fare sport e avevo preso abitudini alimentari decisamente scorrette - patatine, maionese, nutella e vari dolci in continuazione, molto sedentaria ecc).
Mi perdoni ma non so bene cos'è una visita internistica; per la dismenorrea ho fatto poco tempo fa un'ecografia all'utero, e andava tutto bene. Per la visita auxologica (ho cercato si internet il significato) a quale specialista mi posso rivolgere?
Fortunatamente credo di essere una tra le tante persone a cui un inestetismo non causa problemi psicologici.
Il mio "problema" era semplicemente di natura estetica; a volte non mi sento abbastanza femminile, se così si può dire, ma non so se sono riuscita a dare un'idea di come sono.
La ringrazio molto per la risposta.
Cordiali saluti a Lei e a tutto lo staff.

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Per la visita auxologica, può contattare la Sua ASL per sapere se, fra i vari Specialisti convenzionati, o fra i vari servizi offerti all'utenza, c'è un servizio o uno Specialista per l'Auxologia che, come avrà saputo, è quella parte della scienza medica che si occupa in particolare dello studio dell'accrescimento e dello sviluppo dell'essere umano dalle sue prime fasi, fino all'età adulta.

Per la dismenorrea, l'ecografia pelvica, pur se fondamentale, non è, però, l'unica cosa cui sottoporsi per una diagnosi di natura, di causa del Suo problema, anche se la gran parte delle dismenorree sono senza una causa scatenante (dismenorree primitive o essenziali); dovrà fare almeno una visita ginecologica completa.

Per la questione seno: resto della mia idea di farsi valutare da uno Specialista della materia. Qui sul sito ve ne sono di particolarmente...versati e bravi. Potrebbe inviare una mail a qualcuno di loro, per esempio, per avere delle delucidazioni in merito.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Grazie, è stato molto gentile.

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
concordo pienamente con il collega Santoro sulla necessità di una valutazione generale e auxologica in particolare.
In ogni caso sul versante...seno purtroppo non ci sono mirabolanti soluzioni alternative alla chirurgia.

Se ci fossero "pillole" efficaci per fare aumentare il volume del seno senza chirurgia e se funzionassero non ci sarebbero più interventi di mastoplastica addittiva e non è così.

Ammesso e non concesso che possano funzionare sarebbero legate alla assunzione del farmaco e l'effetto regredirebbe con l'interruzione
dell'assunzione dello stesso.

Esistono prodotti in grado di aumentare temporaneamente le dimensioni del seno. Sono prodotti a base di fitoestrogeni, composti vegetali, che hanno una struttura simile agli estrogeni umani, ma hanno una azione ormonale molto più debole.
Una supplementazione dietetica ottimale di fitoestrogeni è di circa 60 grammi di proteine di soia, corrispondenti a circa 60 mg di fitoestrogeni.
Una terapia o dieta di fitoestrogeni non soltanto non è dannosa ma è addirittura protettiva nei confronti dei disturbi della menopausa, delle malattie cardiovascolari ed è senz'altro utile nella prevenzione dei tumori della mammella come dimostrato dalla minore incidenza di questi tumori nelle donne di molti paesi orientali nei quali prevale una alimentazione povera di grassi animali e proteine, e ricca di vegetali soprattutto di soia.

Un discorso a parte invece meritano i prodotti a base di fitoestrogeni come alternativa "economica" al bisturi per aumentare il volume del seno.
Le aziende venditrici di fitoestrogeni promettono l'aumento di una o due taglie di reggiseno in virtù di una struttura simile a quella degli estrogeni, potendo sfruttare gli stessi recettori per gli estrogeni. La differenza è che il legame che questi ormoni vegetali stabiliscono con i recettori degli estrogeni, è mille volte inferiore.
Pertanto per poter osservare risultati apprezzabili
OCCORRONO GRANDI QUANTITA'di fitoestrogeni.
E il punto è proprio questo :al momento non ci sono studi seri e rigorosi in grado di evidenziare possibili effetti collaterali di GRANDI QUANTITA'DI FITOESTROGENI.
Tra l'altro mancano dati affidabili sulla reale efficacia
di questi prodotti a medio e lungo termine.

Purtroppo non ci sono rimedi miracolosi non invasivi, ma sicuramente
la ginnastica mirata per aumentare il tono dei muscoli pettorali sottostanti è il primo provvedimento consigliabile.

In caso, con frequenza elevata, di scarsi risultati la mastopessi è l'intervento che corregge l'inestetismo del seno “ sceso e svuotato " conseguenza di solito di un veloce dimagramento, o per un cedimento della cute dopo la gravidanza e soprattutto dopo l’allattamento.

L'intervento consente di sollevare e restituire tono, proiezione e consistenza al seno, laddove ci fosse un problema di svuotamento e di allungamento verso il basso.

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com