Utente 239XXX
Buongiorno. Dopo visita oculistica, alla mia bambina di tre anni è stato diagnosticato un lieve astigmatismo sull'occhio destro (0.75). Nel referto si legge: lieve astigmatismo OD associato ad exoforia che potrebbe giustificare ambliopia.
L'oculista ha quindi suggerito correzione con uso degli occhiali (lente da 0.75 su OD, lente neutra su OS). Ora, dopo qualche giorno, la mia bambina non sembra accusare alcun tipo di problema nell'indossare gli occhiali (magari, qualche volta, li toglie, ma nel complesso, sia a scuola che a casa li indossa volentieri). La mia preoccupazione è la seguente: con la correzione di questo difetto visivo attraverso l'uso degli occhiali, posso avere buone speranze che la bimba non soffrirà di occhio pigro e, quindi, non dovrà sottoporsi alla ben più traumatica terapia dell'occlusione dell'occhio sano? Gli occhiali dovrà portarli per sempre?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Filippo Nocera
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Caro papa', un astigmatismo di cosi' lieve entita' non causa mai una compromissione cosi' importante della funzionalita' visiva nell'occhio affetto e quindi ci sono ottime possibilita', vista anche la tenera eta' della figlia, di non avere un "occhio pigro" o comunque di averlo in misura irrilevante; certo il difetto potrebbe variare con la crescita o potrebbe anche sparire nel tempo, per cui non posiamo sapere adesso se gli occhiali dovra' portarli per sempre; la cosa importante e' seguire quindi l'evoluzione dell'astigamtismo eseguendo controlli periodici come consigliatole dal suo oculista.
Un caro saluto.
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la solerte risposta e ne approfitto per chiederLe una ulteriore informazione. Gli occhiali che abbiamo comprato sono tra i più piccoli in commercio. Però, come potrà immaginare, per una bambina di 3 anni, peraltro dal viso minuto, ogni tipo di occhiale sembra sproporzionato e tende a calare leggermente sul naso. Il consiglio dell'ottico è stato però quello di prediligere delle lenti a forma tonda in modo da coprire tutto il campo visivo della bambina. Ora, premesso che la soluzione dell'elastico non è tanto gradita dalla stessa (e per come si sta comportando nell'indossare gli occhiali non vorrei abusare della sua pazienza), il fatto che l'occhiale tenda a calare sul naso può comprometterne la funzione correttiva?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Filippo Nocera
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Se le lenti si allontanano o si avvicinano agli occhi diminuiscono o aumentano di un poco il loro potere correttivo (questo dipende se sono lenti positive che aumentano il loro potere corretivo allontanandosi o lenti negative che aumentano il loro potere correttivo avvicinandosi); quindi calando gli occhiali sul naso le lenti si allontanano un po' dagli occhi e potrebbero correggere lievemente di meno o di piu' come detto sopra; questa variazione e' pero' molto piccola e di solito ininfluente per la buona correzione ottica del soggetto.
Un caro saluto.