Utente 247XXX
salve, vivo attualmente nelle filippine ed ho una relazione stabile. Non produco più sperma, gli ultimo mesi si era ridotto, a volte si a volte no, ora mi pare sia scomparso, vengo ma non esce nulla. Ovviamente è calato anche il desiderio. Superati i 50 ho cominciato ad ever problemi di erezione, risolti con qualche parte di pillola cialis, saltuariamente uso parti di consimili. Per il mio endemico e familiare closterolo alto e trigliceridi, da due anni ho cominciato a prendere, su prescrizione cardiologica, il crestor 20. Dopo trent'anni ho visto le mie analisi a posto. Può essere il crestor ?. Ultimamente urinavo troppo spesso e dopo radiografia ho la prostata un pò ingrossata. Un dottore locale, gli ultimi 20 giorni, mi ha dato Tamplus 200mcg/5mg, tamsulosina e finasteride che forse hanno ancora più ridotto lo sperma, ma non so. Un anno e mezzo fa mi son curato un classico 'scolo' in modo adeguato.
Non ho fastidi fisici, (sto prendendo anche vitamina e e b1). ho intenzione di smettere anche la birra serale perchè infastidisce la mia prostata con troppe urine. Volevo sapere se i farmaci che prendo posson esser la causa della riduzione o assenza di sperma e desiderio sessuale, così il mio futuro non è bello.. Grazie tante, qui nelle filippine non è facile trovare un medico di fiducia, nonostante abbiano validissimi laboratori di analisi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la ipertrofia prostatica,la terapia con tamsulosin e la uretrite,possono giustificare ampiamente il disagio sessuale legato al ritardo/assenza della eiaculazione che,ovvamente,possono avere un riverbero anche sul desiderio sessuale e/o sul mantenimento della erezione.Le terapie prescritte vanno seguite pedisseuqmante mentre,per quanto attiene l'assunzione di tadalafil,augurandomi che sia legato ad un farmaco ufficiale e non "locale",la necessità di una diagnosi andrologica rigorosa,che comprenda lo studio del
comparto neuro-vasculo-ormonale che induce e mantiene l'erezione,è esiziale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore per la sollecita risposta,
appena rientro in italia, la prossima estate è mia intenzione di sottopormi a d analisi approfondita.
Ho smesso di prendere il Tamplus per vedere se avevo sperma ed infatti è tornato. Devo però ricordare che l’assenza si verificava spesso anche prima di cominciare con Tamplus. È la tamplusolina che inibisce lo sperma, o il finasteride, entrambi presenti nel Tamluis? Glielo chiedo perché qui è disponibile anche il semplice e famoso –lo usa anche mio cognato-Proscar, cioè finasteride?
Inoltre, visto che, come le dicevo il fenomeno vi era anche prima di assumere il Tamplus, fenomeno poi aumentato mi poare col Tamplus, lei crede che il Crestor 20, che prendo da due anni per il colesterolo, cioè la rosuvastatina, possa provocare o comunque peggiorare tale fenomeno?

Grazie ancora


[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in attesa del rientro,puo' assumere la finasteride.Le ricordo che la prostata produce il 50% del liquido seminale,quindi un problema prostatico puo' dar luogo a disturbi eiaculatori.Cordialita'
[#4] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
grazie dottore, ora il quadro è per me più chiaro. Mi chiedevo un'utima cosa, ho notato che, a seguito di un tosse di questi giorni, ha cominciato a bruciarmi il cannello urinario. Ricordo in passato stesso sintomo quando avevo una infezione urinaria, che un buon urologo italiano mi curò con 20 gg di Prulifloxacina,e ispezione via anale .
Ora mi chiedo, l'ingrossamento della prostata che gli esami hanno riscontrato, non potrebbe esser dovuto a forma di infezione? e se si, dal momento che il finasteride etc, preso solo per due settimane, non mi pare abbia ancora effetto, se non quello di ridurre lo sperma, non sarebbe da curare con antibiotici o altro? è consigliabile un esame specifico di laboratorio? grazie, poichè sono contrario all'uso di medicine senza prima aver approfondito le reali origini del disturbo, in passato mi hanno fatto prendere medicine assolutamente inadeguate.
buone cose e grazie ancora a medicitalia.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...esegua un esame delle urine con coltura.Stia attento all'alimentazione evitando cibi piccanti, spezie,auperalcolici,birra et.,Ci aggiorni in merito.Cordialità.