Utente 218XXX
buon pomeriggio
vorrei se possibile qualche informazione sull'infiammazione alla prostata:
io sono un ragazzo di 37 anni da un po di tempo quando vado al bagno alla fine rimangono sempre delle goccioline di urina,io lo avevo preso che bevendo poco magari poteva dipendere da questo poi un giorno leggendo su internet ho letto che poteva dipendere da infiammazione della prostata,informandomi mi sono reso conto che ho dei sintomi che corrispondono e come questo gocciolio ed anche poco stimolo di erezione, che io sempre pensato che dipendesse dalla mia testa perquanto dopo un esame spermiografico e risultato che ho pochi spermatozooi (2400 di cui il 6%normali) ed un volume di(2.0 ml) ed quanto urino ho un leggero bruciore alla fine.ora chiedo gentilmente se con questi sintomi si può pensare ad un infiammazione della prostata e se è il caso di andare da un andrologo e che esami. fare spero in una vostra risposta. ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

i sintomi da lei riferiti potrebbero far pensare ad un problema infiammatorio delle vie uro-seminali, prostata compresa.

Ora bisogna, senza perdere altro tempo prezioso, sentire in diretta un esperto andrologo.

Comunque, se desidera avere un'idea complessiva di quali ed eventuali esami deve fare in presenta di tali problematiche urologiche ed andrologiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/salute/prostata

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.




[#2] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille x la risposta cosi veloce
siccome con mia moglie stiamo facendo una fivet ed siamo arrivati alla fine diciamo in quanto lei sta facendo i monitoraggi x prelevare gli ovuli ed a breve tempo verranno rimessi ed io tra un po devo prelevare gli spermatozooi ci possono essere problemi mi spigo meglio gli spermatozooi ci sono o ce problema che nn ci siano neanche quei 2400? spero di essermi spiegato bene sono in crisi perche siamo arrivati alla fine e nn vorrei che ci siano problemi.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

se questi spermatozoi c'erano sicuramente ci saranno ancora; poi, con i numeri da lei riferiti, la tecnica che sarà utilizzata è molto probabilmente una ICSI, tecnica che può essere praticata anche con un numero molto ridotto di spermatozoi.

Se desidera comunque avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille x la sua gentilezza dottore domani avremo il primo monitoraggio di mia moglie secondo lei devo dirlo del mio problema che temo di avere riguardo alla prostata od apettare che passi questo periodo visto che io e mia moglie siamo gia un po nervosi e nn vorrei creare problemi a lei proprio alla fine la ringrazio di nuovo e mi scusi del mio disturbo che le ho dato ma sono molto preoccupato e nn vorrei far preoccupare anche mia moglie.un cordiale saluto e grazie ancora della sua disponibilità

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma voi come coppia siete stati indirizzati verso una tecnica di riproduzione assistita complessa e lei non ha il suo andrologo di riferimento nella struttura utilizzata?

Se desidera avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Ancora un cordiale saluto.