Utente 248XXX
Buongiorno, ho un problema di congiuntivite che non riesco a risolvere da febbraio. Inizialmente ho consultato il medico di base, il quale mi ha prescritto il collirio TOBRASTILL per 7 giorni. Passata la settimana i miei occhi erano ancora arrossati e con presenza di muco giallastro, soprattutto al mattino.Ho fatto anche un tampone congiuntivale a distanza di 9 giorni dalla fine dell'uso di tobrastill ma non hanno individuato alcun batterio! Allora ho fatto il test per l'allergia al pelo del gatto, anche lì nulla. Ho così deciso di consultare uno specialista che mi ha diagnosticato una congiuntivite batterica accompagnata da cheratite puntata... mi ha prescritto BETABIOPTAL COLLIRIO per 15 giorni e OPTIVE PLUS per 20 giorni. Ma dopo un momentaneo miglioramento riscontrato durante i primi giorni di utilizzo dei colliri, è ricominciato il continuo peggioramento di entrambi gli occhi. Contattato l'oculista , mi ha consigliato di continuare altri 5 giorni con il betabioptal, ma dopo il 3° giorno ho deciso di sospenderlo visto l'inefficacia, anzi l'aggravarsi della patologia. Ad oggi ho sospeso i tutti i colliri e non so proprio cosa fare. Per me è un problema molto grave visto che sono molto miope (-17 od e -18 os) e posso condurre una vita normale solo indossando le lenti a contatto. L'oculista mi ha detto che potevo comunque portarle senza esagerare, ma ho un pò paura e non sono sicura sul da farsi. Grazie per l'attenzione che mi volete dedicare.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Spinelli
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Cara utente se lei realmente ha una cheratite puntata la causa potrebbe essere una congiuntivite virale presumibilmente da adenovirus....perciò e' giusta la terapia che ha fatto con antibiotico ( per una eventuale sovra infezione batterica) e con cortisone .....adesso l' unica cosa da fare e' aspettare che il processo si auto limiti( 3 settimane circa solitamente) da solo ma soprattutto si dovrebbe affidare ad un oculista del quale ha fiducia perché la terapia con cortisone potrebbe anche doverla fare per diverso tempo ( qualora ci fossero infiltrati corneali) e quindi andrebbe valutata a scadenze periodiche ravvicinate......ps non metta le lenti a contatto ....ha per caso linfonodi retro auricolari ingrossati?
Buona giornata
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

ad oggi non ho mai riscontrato un ingrossamento dei linfonodi retro auricolari.
Riguardo all'oculista, non metto in dubbio la professionalità del dottore al quale mi sono rivolta, il fatto è che quando gli ho detto dell'evoluzione negativa della mia congiuntivite mi è parso sorpreso e mi ha consigliato solo di sospendere il Betabioptal in quando dannoso dopo un certo periodo di utilizzo. Non mi ha parlato di una eventuale ulteriore terapia con cortisone... La congiuntivite è un problema magari marginale per chi non ha problemi di miopia come i miei, ma per me l'uso delle lenti è imprescindibile... se non indosso le lenti non posso guidare e non posso recarmi in ufficio e tre settimane sono tantissimo tempo!!! Posso usarle solo per le ore di lavoro oppure corro dei rischi? Utilizzo le lenti mensili Proclear della Coopervision.
Grazie mille per la Sua disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Antonio Spinelli
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Il rischio che lei corre e' quello di una cheratite che da superficiale può diventare profonda fino ad ulcerare la cornea....non la voglio allarmare pero' deve trovare una soluzione ....ma il suo oculista cosa le ha detto e cosa le ha prescritto visto che il problema non e' passato?
[#4] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
In realtà non mi ha prescritto nulla, mi ha invitata a continuare ad utilizzare ancora per 15 giorni OPTIVE PLUS (dopo averlo utilizzato già per 20 giorni!!!) ed attendere l'evolversi della situazione. Sarà poi una mia impressione, ma quando utilizzo questo collirio avverto un certo bruciore e un arrossamento più deciso degli occhi, in particolare negli angoli interni. L'altro aspetto che mi lascia perplessa sono i giorni in cui si nota un deciso miglioramento a cui seguono giorni di declino e la cosa si ripete da febbraio.
Ciò che mi spaventa è non avere certezze, non sapere come porre rimedio a questa situazione, solo aspettare che passi.. sempre poi con l'aggravante delle lenti a contatto.
Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Antonio Spinelli
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Cara utente l'optive plus e' una terapia a base di lacrime artificiali e quindi non dovrebbe darle fastidio ma soprattutto nel suo caso potrebbe aiutarla ma non curarla.....ovviamente non vedendo i suoi occhi e' difficile dirle cosa ha e quindi darle una terapia.....la cosa strana e' che il Betabioptal che lei ha utilizzato nel corso di 3 settimane le ha dato peggioramenti invece che benefici.......l' unica cosa che le posso dire e' che se sono rimasti degli infiltrati corneali esiti di cheratiti virali la terapia a base di cortisonici dovrà farla per molto tempo anche mesi quindi ne parli con il suo oculista.......mi dispiace ma e' difficile poterle dire altro senza poter vedere cosa ha il suo occhio
Buona giornata e stia tranquilla ......le lenti a contatto quando guarirà il processo le potrà rimettere o comunque al massimo potrà chiedere al suo oculista qualche rimedio di tipo chirurgico......ma prima deve risolvere il problema
[#6] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Ho capito perfettamente. Proverò a ricontattare il mio oculista e a sottoporgli nuovamente il problema, visto che anche questa mattina i miei occhi si sono presentati arrossati e con presenza di sostanza biancastra. Approfitto della Sua gentilezza per chiederLe se esiste un test o degli esami che individuino la presenza dell'adenovirus...
grazie ancora per la comprensione.
[#7] dopo  
Dr. Antonio Spinelli
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
No solo l' aspetto del quadro clinico fa fare diagnosi di cheratite da adenovirus......buona giornata
[#8] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Ho ricontattato il mio oculista ma egli tende ad escludere che si tratti di congiuntivite virale... sostiene l'ipotesi che si tratti, a questo punto e dopo la terapia seguita, di una congiuntivite allergica... Onestamente la cosa mi lascia perplessa e non so più cosa pensare. Gli occhi propongono sempre gli stessi problemi, oggi con bruciore accentuato. Non ho mai manifestato nessuna allergia, ma il dottore sostiene che potrebbe trattarsi anche di una allergia alimentare. Mi ha infatti consigliato di contattare un allergologo per effettuare i test di rito... non vorrei si stesse arrampicando sugli specchi... Cosa ne pesa?
[#9] dopo  
Dr. Antonio Spinelli
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Cara utente e' difficile pensare qualcosa senza vedere il quadro clinico ....ma se fosse allergia sicuramente con il cortisone eliminerebbe i fastidi...quindi non so cosa dirle...si faccia casomai controllare da un altro collega e veda un po' e mi faccia sapere
Buona giornata
[#10] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore, come da Lei consigliatomi, mi sono rivolta ad un altro oculista. Egli non ha riscontrato alcuna infezione in atto, bensì una lacrimazione molto densa, tanto da creare muco. Quindi, secondo lui, non si tratta di congiuntivite, o almeno, ora il problema è la lacrimazione insufficiente che fa arrossare l'occhio. Mi ha prescritto il collirio BRUNAC per 7 giorni 3 volte al giorno e delle lacrime artificiali quali RESOLVIS omega gocce oculari. Non so, anche queste gocce mi danno sensazione di bruciore... Davvero sono disorientata, com'è possibile che un dottore parli di cheratite puntata e l'altro non evidenzi nulla e non la menzioni nemmeno!?! Adesso proverò a seguire questa cura e incrocio le dita, ma onestamente non è il massimo andare per tentativi a scapito dei miei occhi. Le chiedo cortesemente le Sue impressioni e la ringrazio in anticipo.
[#11] dopo  
Dr. Antonio Spinelli
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Signora e' difficile poter dire qualcosa in merito ,sicuramente quando c' e' una epiteliopatia da dislacrimia se si colora l' occhio con il colorante verde e si guarda alla luce blu, viene fuori un quadro di un occhio tutto con una punteggiatura finissima di colore verde .......ma nello stesso tempo e' difficile fare confusione tra questo e' una cheratite puntata virale ....quindi continui con lacrime artificiali anche ogni ora ....ne provi di diverse e veda con quali si trova meglio.....io penso che alla base di tutto ci sia un uso sconsiderato di lenti a contatto per tutta la vita che pero' capisco visto la sua miopia ,e che ha portato a questa alterazione epiteliale corneale ...quindi non le metta assolutamente per il momento e la sera prima di andare a letto metta una lacrima riepitelizzante densa tipo gel....
Buona giornata