Utente 186XXX
Salve a tutti.
Ho un problema: ultimamente mi sono accorta di avere ho una forte acidità di stomaco!
Molte volte mangio e non digerisco bene, tanto che continuo a sentirmi gonfia per ore.
E ora mi sono accorta di avere anche una forte alitosi. I denti li lavo sempre, uso sempre filo interdentale e colluttorio ma ogni sei mesi -inevitabilmente- devo andare a fare la pulizia dei denti per togliere il tartaro dai denti che si riforma subito e mi rovina le gengive. Anche quando vado a letto con i denti puliti, la mattina dopo sento di nuovo l'alito molto pesante come se non me li fossi neanche lavati.
La mia dentista mi ha detto che la formazione del tartaro è dovuta alla mia salivazione molto acida e che per l'alitosi non sa davvero cosa fare, e io non capisco davvero a cosa siano dovuti entrambi i sintomi. Potrebbe essere collegata all'acidità di stomaco?

Non bevo caffè, non fumo, mangio molti carboidrati (pasta anche 2 volte al giorno) e almeno 3 volte a settimana la carne rossa, evito il piu possibile aglio e 3 volte a settimana faccio anche i sciacqui con il bicarbonato.
Cosa posso fare? Più passa il tempo, e più la cosa peggiora. E io non so davvero che fare.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la sintomatologia esposta è suggestiva per una condizione di reflusso esofageo; è opportuna una visita specialistica gastroenterologica.
Le allego, per completezza il link all'articolo sulle manifestazioni atipiche di questo disturbo
http://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1006-manifestazioni-atipiche-malattia-reflusso-esofageo-mrge.html
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"ogni sei mesi -inevitabilmente- devo andare a fare la pulizia dei denti per togliere il tartaro dai denti che si riforma subito e mi rovina le gengive. "

Gentile utente, queste parole sono molto comuni per le orecchie di un dentista...

Probabilmente il problema non è collegato con l'alitosi, ma dopo la visita gastroenterologica siggeritele, tornerei dal dentista per apprendere le tecniche di una corretta igiene orale.

Non metto in dubbio il suo impegno, ma l'evidenza (il tartaro) dimostra che l'impegno da solo non basata, e non da i risultati sperati.
Occorre anche una tecnica corretta e degli strumenti idonei.