Utente 263XXX
Gentilissimi Medici di MEDICITALIA,
sono qui per porre una questione che da circa un mese mi sta turbando.
A marzo mi sono sottoposto ad intervento di circoncisione per questioni igieniche e di eiaculazione precoce.
Intervento andato benissimo e recupero anche.
Da circa un mese però ho problemi ad avere erezioni e, se ci sono, molto scarse e limitate nel tempo.
Sono stato da un andrologo 4 giorni fa e mi ha prescritto Paroxetina EG 10mg al di e EZEREZ, una busta al giorno.
Ho fiducia in quello che mi ha prescritto e detto ma le mie paranoie continuano a persistere....
Vi ringrazio per eventuali delucidazioni e consigli sul da farsi.
Cordiali saluti.
Augusto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che il problema centrale sia la presenza di eiaculazione precoce primitiva,che ha una relazione precisa con la fimosi da Lei curata con la circoncisione.Non ci informa circa gli esami eseguiti dallo specialista per giungere ad una terapia che ha come obbiettivo contrastare il disagio legato alla sola eiaculazione precoce,mentre non prende in considerazione la disfunzione erettile secondaria.Ci aggiorni,se ritiene.Cordialità.