Utente 269XXX
Buongiorno, dopo un figlio avuto senza nessunissimo problema, nel corso di un anno ho avuto tre aborti alle prime settimane, il primo ed il terzo alla quinta, il secondo all'ottava in cui si vedeva la camera gestazionale ma non l'embrione e seguito da raschiamento. Ho fatto tutti gli esami che sono risultati a posto, quindi volevo chiederVi: Nel caso rimanessi di nuovo incinta o anche preventivamente, c'è qualcosa di naturale (fitoterapico, omoterapico o altro) che posso assumere?
Grazie infinite.
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per poter intervenire con qualche probabilità di successo nel suo caso è fondamentale avere la diagnosi esatta, cioè sapere da un punto di vista fisiopatologico quali sono le limitazioni/alterazioni che si manifestano.
Esistono dei rimedi che favoriscono in senso generico la "procreazione" ma della loro reale efficacia non si può documentare molto.

Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, da questo punto di vista ho eseguito degli esami che risultano a posto, quali screening trombofilia, mappa cromosomica mia e di mio marito, dosaggio TSH e LH in terza giornata e tampone vaginale. Non ho ripetuto i dosaggi per gli ormoni della tiroide, in quanto li avevo fatti pochi mesi prima, mentre i gli anticorpi sempre della tiroide sono quasi nella norma (leggermente fuori quelli antiperossidasi che sono a 17 con limite da 0 a 16).
Cosa ne pensa?
Grazie.
[#3] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi, ho dimenticato di dirLe che naturalmente ho fatto anche un'ecografia transvaginale, da cui è risultato tutto a posto.
[#4] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile signora,

non è raro che tra gravidanze portate a termine senza difficoltà si inseriscano eventi come quelli occorsi a lei senza poter risalire con precisione alle possibili cause.
Suggerirei di continuare ad avere una normale vita di coppia e rivolgersi ad un collega esperto in medicina non convenzionale per avere i suggerimenti del caso.

Cordialmente.
[#5] dopo  
Utente 269XXX

Iscritto dal 2012
Grazie.