Registrati | Recupera password
0/0

Ansia e mal di pancia coliche

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Ansia e mal di pancia coliche

    Salve dottori e' da un anno e mezzo che soffro di mal di pancia e diarrea che si alterna a periodi buoni direi ottimi e il giorno dopo sto male a questo punto mi serve un parere di un psichiatra perche dal gastroenterologo non ho fatto progressi anzi nemmeno loro di preciso sanno cosa io ho, il giorno prima ripeto sto benissimo il mattino seguente mi sveglio con aria nella pancia e mi fa male vado in bago e le feci sono molli il fatto e' che anche durante la stessa giornata mi scompaiono per poi ricomparire, spesso pero' mi accorgo che queste situazioni mi capitano quando devo fare qualcosa di nuovo cioe un qualcosa ch mi porta un po di ansia ovvero agitazione sin dal mattino, ma secondo un vostro parere puo un fatto del genere creare mal di pancia e feci molli come scritto in preceenza o e' da escludere e ritornare a battere la pista del gastroenterologo?? grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1886 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    Gentile utente

    Ha effettuato esami specifici per la valutazione della situazione gastroenterologica?

    È stata ipotizzata una possibile causa psichiatrica?


    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Guardi dottore io ho effettuato una miriade di esami gastroenterologici risultato una motilita' intestinale dovuto probabilmente ad uno stato di stress o ansia ecco i medici dicono che e' questo il problema.
    Essendo quindi una cosa legata allo stress o ansia io ho pensato al psichiatra lei cosa ne pensa una situazione di ansia o agitazione puo comportare questi sintomi???



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1886 Medico specialista in: Psichiatria
    Psicoterapia

    Perfezionato in:
    Psicologia

    Risponde dal
    2003
    Una volta ricevuta l'indicazione diagnostica non ha molto senso chiedersi se sia corretta o meno quanto piuttosto sarebbe il caso di prendere contatto con uno psichiatra per un trattamento appropriato.


    Dr. Francesco Saverio Ruggiero
    http://www.francescoruggiero.it
    http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it


Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28/11/2012, 19:11
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28/11/2012, 15:07
  3. Ansia e insonnia
    in Psichiatria
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 29/11/2012, 11:06
  4. Ansia da una settimana
    in Psichiatria
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 27/11/2012, 10:48
  5. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 24/11/2012, 20:25
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,20        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896