Utente 626XXX
Salve a tutti,volevo sapere se l'uso per 3/4 mesi di minoxidil o di aloxidil crea sempre assuefazione e quindi la conseguente caduta dei capelli dopo la sospensione di questi prodotti.
Se si,allora mi chiedo perchè i medici prescrivono queste lozioni per curara problemi di alopecia se il problema lo risolverebbero solo in parte e solo per il periodo che se ne fa uso??
Grazia anticipatamente tutti coloro vorranno rispondermi.
Distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La terapia con minoxidil è una delle strade percorse nella terapia della Calvizie: esa non dà assuefazione né reca aumento della "caduta" dei capelli dopo la sospensione.

essendo una terapia non causale effettua l'esercizio della sua funzione per il tempo di somministrazione e non oltre.

cari saluti e si determini con il dermatologo per scoprire quali altre strade si possono percorrere in questa materia:

se vorrà può leggere una mia intervista presente nella sezione MINFORMA del nostro portale Medicitalia.it dal titolo "La Calvizie: una diangosi precoce può salvare i capelli".

cari saluti

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente alla già completa risposta del Collega Laino mi permetto di aggingere che la Calvizie o Alopecia androgenetica è un processo più o meno costante che porta ad una miniaturizzazione del follicolo e con esso ad un capello sempre più corto e sottile sino alla scomparsa.Tale processo come si evince anche dalla parola stessa(alopecia androgenetica) è determinato geneticamente.Cosa ben diversa è l'aumentata caduta di capelli denominata effluvium capillorum la quale può essere innescata da una o talvolta più condizioni che devono essere ricercate(per farle solo un esempio, conosciuto ai più, un'anemia sideropenica).
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 626XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dottor Benini,premetto che sono una ragazza di quasi 22 anni,lei parla di effluvium capillorum...e di alopecia androgenetica che sono due cose diverse...la mia domanda è:come si manifestano entrambe le patologie??è possibile nel diagnosticarle confonderle??
[#4] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Se legge meglio il mio post"..... alopecia androgenetica o calvizie...(cioè sono la stessa cosa = miniaturizzazione del follicolo cioè il capello diventa sempre più corto e sottile).......aumentata caduta di capelli denominata effluvium capillorum(cioè sono la stessa cosa = perdita di capelli = maggior numero di capelli che si perdono nel corso della giornata)"
Non è possibile confonderle da parte del Dermatologo (che è l'unico tricologo = esperto di capelli)il quale può avvalersi anche di metodiche come il tricogramma,il tricoscan,l'hair diameter diversity e il local density area.Potrebbero essere contemporaneamente presenti,clinicamente vi è un diradamento più o meno evidente.La sua età 22 anni potrebbe orientarci, seppur in maniera non vincolante, più su un effluvium capillorum.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 626XXX

Iscritto dal 2008
Dottor Benini la ringrazio per la sua disponibilità.
Volevo chiederLe se in un effluvium capillorum la ricrescita dei capelli è SPONTANEA o deve essere AIUTATA con qualche lozione??(tipo aloxidil)Premetto che é da novembre,dopo un periodo di forte stess che mi portò in una settimana circa a perdere di colpo 5 kili, che perdo molti capelli e non ho(ANCORA)parti completamente diradate..ma sinceramente non vedo ricrescita e questo mi spaventa.

Volevo chiederLE se l'uso,anche se topico,di lozioni quali aloxidil possono interferire con l'efficacia contraccetiva della pillola.


Sicura di una sua risposta La ringrazio anticipatamente.
Distinti saluti.
[#6] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Il periodo di forte stress, può essere una causa di effluvium capillorum,ma come detto in precedenza, possono esservene delle altre,che si escludono anche con esami ematochimici, se ritenuti opportuni che, ripeto, conosce molto bene il Dermatologo che la visiterà realmente,guardando il suo cuoio capelluto,effettuando una semplice manovra che è il pull test(ossia, prendere, tra le dita, una ciocca di capelli localizzata al vertice, tirare e contare i capelli rimasti tra le dita, se risultano in numero maggiore di tre il pull test è considerato positivo)ed effettuando una attenta anamnesi che includerà anche quella famigliare.Se si dovesse ritenere opportuno il Dermatologo potrebbe richiedere anche una delle metodiche elencate nel mio post precedente o avvalersi di ulteriori accertamenti.Alla fine di tutto avverrà la prescrizione della terapia che può avvalersi, nel caso dell' effluvium, di diversi tipi di lozioni ed integratori di tipo alimentare, se ritenuti opportuni.Tali terapie non influiscono sulla contraccezione di tipo farmacologico.
Cari saluti