Utente 232XXX
Buona sera gentili dottori,da qualche mese mi è stato diagnosticato il disturbo bipolare di tipo 2.Ho richiesto diversi consulti nella sezione psichiatria e psicologia,ricevendo risposte,consigli e trovando ottimi professionisti.Ora mi rivolgo in questa sezione perchè da qualche tempo ho sospeso la cura farmacologica per tale disturbo(prima depakin crono e cipralex,cambiata poi con lamictal e cipralex poi con lyrica e sertralina) ho interrotto tutto in modo brusco in seguito ai troppi e orti effetti collaterali ed ora mi trovo in uno stato pietoso.Le fasi depressive sono forti e ricorrenti mentre quelle ipomaniacali rare sto male e non riesco a fare nulla ora per curarmi perchè sono bloccata psicofisicamente.volevo chiedere se ci fossero alternative valide alle cure convenzionali per trattare questo disturbo che mi sta rovinando la vita grazie infinite
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
è assolutamente sconsigliabile interrompere spontaneamente e bruscamente la terapia farmacologica convenzionale.
Non è possibile effettuare in questa situazione una terapia di sostituzione con farmaci della medicina non convenzionale (omeopatia e/o fitoterapie).
E' necessario che si rivolga innanzitutto al suo psichiatra per riequilibrare la condizione con la scelta di farmaci meglio tollerati e la valutazione di affiancare un intervento psicoterapeutico; in contemporanea - e soltanto dopo accurata visita medica con esperto omeopata o fitototerapueta - si potrà affiancare una strategia terapeutica non convenzionale nell'ottica di ridimensionare (ove possibile) nel tempo dosaggio e numero di farmaci convenzionali per limitare gli eventuali effetti indesiderati.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
grazie dr Scuotto per la sua risposta.So che è sbagliato e dannoso interrompere la cura farmacologica bruscamente,soprattutto con psicofarmaci,ma ormai l'ho fatto e non ho intenzione alcuna di riprenderli,ho provato,con il mio psichiatra diverse combinazioni e dosaggi di farmaci,ma nessuna è andata bene troppi effetti collaterali forti e condizionanti.ora infatti mi trovo a pezzi totalmente squilibrata e scompensata e so che la soluzione sarebbe ricominciare i psicofarmci insieme ai regolatori di umore ma non lo farò per i motivi spiegati equindi mi trovo così in trappola.sono andata da un omeopata il quale mi ha prescritto fiori di bach(scleratus crab apple willow gentian cerato,pine e altri 2 che non ricordo) ma non credo che per stabilizzare il mio disturbo bastino e so che per poter stabilizzarmi senza farmaci il percorso è lungo anche attraverso la psicoterapia che ho iniziato poi interrotto a causa della mia ricaduta e non riesco a fare altro sono bloccata dal malessere sia mentale che fisico.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
il fatto di sentirsi <<bloccata dal malessere sia mentale che fisico>> è - per essere sintetici - uno dei sintomi della depressione, così come .<<...ma non credo che per stabilizzare il mio disturbo bastino>>.
Le consiglio seriamente di non avventurarsi in autovalutazioni sull'efficacia della terapia, ma di ricercare una interlocuzione stretta con lo psichiatra che la segue e di affidarsi alla sua competenza professionale.
In affiancamento è possibile utilizzare terapie non convenzionali prescritte da un esperto.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore per aver risposto al mio consulto