Utente 290XXX
Buongiorno, sono Linda, ho 36 anni, sono alta 167, peso 52 kg. Sono una sportiva e faccio un'alimentazione povera di grassi. A ottobre, dopo alcuni sintomi "strani" ho controllato la glicemia a digiuno (la mattina dopo dieci ore di digiuno) ed era 107, insieme all'emoglobina glicata che era 5.5.
Premetto inoltre che ho una familiarità per diabete tipo 2 (nonni, zii quasi tutti).
Successivamente controllavo la glicemia ogni tanto e i valori parevano anche un pò scesi. Fino a ieri, quando la glicemia è risultata 115 (misurazione confermata da due rilevamenti) dopo le solite dieci ore di digiuno. So che NON è diabete ma devo preoccuparmi? Sarò diabetica? Perchè questa glicemia ballerina?
Grazie per l'eventuale risposta,
Linda

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
I valori attestano una Intolleranza glicidica che insieme alla familiarità rappresenta un segnale di allarme, ovvero un cosiddetto pre-diabete.
Dovrà attenzionare in tal senso la sua dieta e magari effettuare una curva da carico di glucosio.

Ne parli pure con il suo curante.


Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio della sua tempestiva risposta.
Ora però mi faccio e le faccio un'altra domanda. Dopo quel picco di 115 di glicemia ho limitato qualunque cosa potesse provocare un innalzamento, compreso la frutta, e difatti è scesa a 95. Ma come mai questi picchi? Da profana mi sembra essere come un funzionamento a "intermittenza". Io conosco il mio fisico e, considerando quello che mangio, non credo dipenda dall'alimentazione.
Nel ringraziarla ancora le porgo i miei più cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
E' così che deve andare,
ovvero gli accorgimenti dietetici sono il primo presidio nei casi di rilevata intolleranza glicidica.

Cordialmente