Utente 287XXX
Nel 2003 a seguito di una etg addome completo è risultato tutto nelle norma tranne “la colecisti appare alitiasica ma presenta piccolissimo adenomioma parietale. Mi fu consigliato di ripetere annualmente l’etg. Nel marzo 2012 ripetendo l’ennesima etg è risultato tutto ok tranne “Invariati (rispetto all’anno precedente) i quattro piccoli adenomi parietali di circa 3- 4 mm. Rappresento che negli anni non ho mai sofferto di coliche alla colecisti. Mi sono sottoposto a visita chirurgica e mi è stata consigliata una colecistectomia laparascopica (al fine di evitare complicanze serie in futuro), che fu eseguita il 3.10.2012; l’esame istologico dopo l’intervento ha evidenziato: “Colecisti dela lunghezza 7 cm. Presenti calcoli. A-margine di resezione su dotto cistico e colletto. B- corpo. C- fondo. Diagnosi: Colecistite cronica e litiasica.”. Dopo cica un mese dall’intervento, all’1,30 c.a. di notte ho avvertito un forte dolore alla bocca dello stomaco (sensazione di pugno allo stomaco) che mi passo nel giro di un’ora; dopo null’altro, sino al 10 gennaio 2013, quindi a circa tre mesi dall’intervento, momento in cui ho iniziato ad avvertire durante la giornata dei leggeri crampi addominali (alla bocca dello stomaco), bocca amara con qualche bruciore di stomaco. Gli esami fatti, il 14/1/13, esami ematologici e delle feci per monitorare le funzioni pancreatiche, sono risultati normali. Il 14.1.13 ho eseguito una etg addome completa risultata nella norma. Il 17.1.13 ho eseguito una edgs con il seguente referto”Esofago regolare per ogni carattere. Linea Z regolare, in sede. Cardias continente. Cavità gastrica normale pe forma e volume, ben distensibile all’insufflazione di aria, rivestita di mucosa normale. Lago mucoso biliare. Pilorio pervio. Nella norma il bulbo e il secondo duodeno. Effettuata biopsia in antro dell’Hpilori mediante test rapido. Conclusioni. Esame normale. Reflusso biliare duodeno – gastrico. HP test: negativo.”. Il gastrenterologo ha detto che deriva dall’asportazione colecisti e ha prescritto la seguente terapia: inizialmente 20 gg con solo peridon tre volte al dì (già fatta, sono scomparsi i crampi addominali, ma rimane la bocca amara, senso di pizzichio alla gola e lingua); successivamente Deursil 300 1 cps x 2 per 2 mesi poi Deursil 450 1 cp die; peridon 1 cp mezz’ora prima dei pasti (da intraprendere). Ho detto al gastroenterologo che dall’intervento ad oggi ho adottato una dieta molto pulita (no grassi, no ragù, solo carni leggere e pesce), mi ha consigliato di introdurre un’alimentazione normale e che forse l’eccesso di bile potrebbe ricondursi al mio regime alimentare eccessivamente pulito. Doc, le chiedo: 1. terapia (omeopatica , fitoterapica, altro) da seguire per reflusso (durata) e eventuali controlli; 2. se per esperienza il reflusso biliare può concludersi o rimarrà cronico; 3. protettori gastrici naturali; 5. se consigliato sport? 6. Consigli.
[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli
28% attività
4% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
E' una situazione abbastanza complessa, ma curabile anche omeopaticamente. Non le dò nessun consiglio perché sarebbe inutile. Si rivolga ad un bravo oemopata dalle sue parti, con una bella visita vedrà ottimi risultati. Mi faccia sapere.
[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Scusi dottore, ma ciò significa che seguendo una terapia omeopatica otrò anche fare a meno dei farmaci? La cosa sinceramente non mi dispiacerebbe. La ringrazio e saluto.