Utente 284XXX
Buonasera
per 6/8 mesi ho utilizzato sostanze stupefacenti ( ecstasy , speed , ketamina)
Ho accusato un malore circa 4 mesi fa ... dove avevo assunto ecstasy speed )
Da quel momento accuso un fastidio alla testa come un peso dietro al collo e una sensazione strana nel girare il capo che mi provoca come un senso di mancanza di equilibrio .
Tutto questo è associato ad un tremore interno che sento scosse lungo il corpo ( il medico parla di mioclonie ) .. insonnia la notte .
Ora dal 20 di dicembre sono stato in cura prima con daparox e xanax , ora da tre settimane con zyprexa e tranquivirt . Non vedo miglioramenti .
Possibile siano ancora residui di abuso di sostanze ?
Possibile invece che in quell occasione si sia scatenata una malattia neurologica degeneraativa ?
Ho effettuato numerosi esami diagnostici ( RMN encefalo e rachide cervicale , EEG, ECo cardio gramma , eco dopler vasi epiartici e vertebrali , esame vestibolare , esami del sangue ) tutto è risultato negativo . Il problema è stato quindi spostato nell ambito psichico.
Il mio umore però è buono, ottimo direi , avverto solo questa sintomatologia molto fastidiosa .

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

L'umore non è l'unico parametro del funzionamento del cervello. Poiché ha utilizzato sostanze che agiscono sul cervello, come accade spesso dopo un po' il funzionamento del cervello ne è influenzato, quindi manda questo tipo di segnali. Nel complesso è una situazione più o meno opposta a quella dell'effetto acuto delle amfetamine, in cui tutto "scorre" e le sensazioni sgradevoli sono attenuate, qui invece le sensazioni vengono fuori da sole, sono sgradevoli e soprattutto generano preoccupazione.
La cosa fondamentale è però inquadrarlo in termini diagnostici, nel senso che daparox e zyprexa sono due cure diverse tra di loro, la prima si direbbe per un disturbo d'ansia o per una depressione, la seconda per l'alterazione delle percezioni o per uno stato delirante.
[#2] dopo  
284997

dal 2014
Gentile dottore grazie della risposta
Ho fatto molte analisi tutte negative ... per cui sono stato indirizzato da uno pschiatra che mi a xurato in questa maniera ..
Poi in me si era ed è tutt ora instaurata l idea che quell abuso abbia scatenato qualcosa di neuologico quindi mi è stata cambiata la cura con lo zyprexa .
Il fatto è che persiste la sintomatologia ... e volevo sapere da lei se è una cosa che rientra nel normale quindi ci vorra ancora piu tempo o se invece dovrei fare altri accertamentin
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Capisco, ma la diagnosi psichiatrica qualìè stata ? Perché curare una "paura/fissazione" o una convinzione irrealistica (delirio) sono due cose diverse con due tipi di farmaco diverso.
[#4] dopo  
284997

dal 2014
La diagnosi è disturbo somatoforme indifferenziato .
[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Farei rifare la diagnosi.
[#6] dopo  
284997

dal 2014
Quindi dovrei interpellare qualche altro specialista ?
Sono in una situazione in cui mi sento bollato come psicotico .. quando di fatto non ritengo di esserlo e lamento solo questa sintomatologia costante da quasi 4 mesi ..
[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le diagnosi non sono "bolle", sono solo strumenti che servono per prevedere l'evoluzione e scegliere le cure.
L'importante è non lasciarle indefinite con cure che invece sono definite, si rischia appunto di non sapere che malattia si ha, il che rende poi più difficile risalire al perché è stata data.
[#8] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
i medici che mi hanno in cura , visto che clinicamente dai numerosi esami non è risultato nulla parlano di un disturbo sia per quanto riguarda l'angosica e l'idea di avere una malattia neurologica , sia di un disturbo relativo a certi neurotrasmettitori che sono stati toccati se vogliamo dire dall utilizzo di sostanze e che solo con il tempo potranno passare .
Io non da medico mi sono affidato a degli specialisti qui nella città di Roma .
[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

come non è risultato nulla ? E' risultato un disturbo somatoforme indifferenziato. Una delle cose da evitare è che le diagnosi come questa siano fatte per esclusione, ovvero tolte alcune cause possibili, sarà un problema psichico. Se è un problema psichico, ci sono anche sintomi psichici, che di solito sono piuttosto evidenti, anche se la storia parte da un sintomo corporeo.
Le malattie psichiche sono neurologiche, le sostanze toccano il cervello e quindi lo irritano, lo condizionano, lo spostano, e in casi estremi lo danneggiano in senso proprio.
Un disturbo d'ansia o una depressione da uso di sostanze è così che si svolgono.

Per fortuna nella maggior parte dei casi quando i sintomi sono di tipo corporeo, d'ansia e d'umore sono facilmente curabili, in maniera non poi così diversa dalle forem spontanee, anche perché di solito sono forme sollecitate o anticipate, non prodotte dal nulla.

Detto questo, una cura va fatta se i sintomi persistono oltre i giorni successivi all'intossicazione dalle sostanze. Che vadano via è più facile curandoli.
[#10] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Intendevo dire che dagli esami fatti fino ad ora , i medici dicono che per fortuna non ci sono danni organici .
Detto questo io continuo ad avere questi sintomi molto fastidiosi ,questo peso dietro al collo all atezza del cervelletto ,un tremore interno sensazione di scosse piccole ma continue insonnia ... sono preoccupato dal fatto di aver scatenato con l abuso di sostanze qualche malattia neurologica ( morbo di parkinson , sm e quant altro ) .
Ecco perchè dall antidepressivo chi mi ha in cura è passato allo zyprexa perchè dice che la mia è una psicosi .


[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Seppur a livello molecolare, i disturbi psichiatrici sono disturbi che riguardano l'assetto molecolare, più o meno temporaneo, del cervello.

La sua preoccupazione l'ha ribadita a sufficienza. Se è una psicosi lo zyprexa è il farmaco adeguato ad una psicosi, fatto sta che non le ha tolto questo pensiero a quanto dice, né l'attenzione ai sintomi corporei.

Lei esprime paura e non chiaramente una convinzione, per cui farei rivedere la diagnosi.
[#12] dopo  
284997

dal 2014
Buonasera Dottore
Scrivo perchè sto continuando la terapia con zyprexa e tranquivirt, ma non sto avvertendo miglioramenti anzi si sono presentati dei sintomi nuovi .
Ho questo senso di testa pesante , presente sempre nell arco della giornata ed è molto fastidioso , a questo si aggiunge un tremore sia esterno ( denti, mani ) sia interno.
Negli ultimi giorni noto come le gambe siano piu deboli e avverto delle continue scosse lungo gli arti si braccia che gambe e piedi .
A questo devo aggiungere che la notte non riesco a riposare mi sveglio con un dolore addosso e questo proprio negli ultimi giorni sento come uno spillo e un bruciore alla spalla e braccio destro che al mattino risuta come addormentato e dolente .
Devo dire che sono preoccupato da questo perche non sono mai stato ansioso e questi sintomi mi rendono difficile la vita di tutti i giorni .
Possibile che si tratti ancora di sintomi legato ad un abuso di sostanze stupefacenti ?
Ho il timore di avere una malattia neurologica degenerativa visto la sintomatologia in aumento .Non so piu cosa fare sto prendendo una terapia con tranquivirt e zyprexa da circa un mese e 10 giorni ma non noto miglioramenti se non il sentirsi sedato durante il giorno .
[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Aveva già riferito che con questa cura non ha tratto giovamenti, è già stato detto che sarebbe il caso di far rivedere la cura e la diagnosi.
[#14] dopo  
284997

dal 2014
buonasera
mi chiedevo solo se alla base di tutto e visti i sintomi ci potesse essere un altro tipo di problema . ovvero neurologico . ho molto dolore durante l arco della giornata
[#15] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sta ripetendo lo stesso dubbio, ma non è che i problemi psichici non siano neurologici, stiamo parlando di cervello. Per intenderci: una depressione è neurologica nel senso del cervello, psichiatrica come tipo di sintomi, un panico è neurologico perché cerebrale, psichico in parte come sintomi, un disturbo somatoforme o una ipocondria sono neurologici in quanto prodotti da un funzionamento del cervello, e comprendono sintomi psichici "centrali" e una serie di elementi riguardanti il corpo, il che non signfica di origine dalle varie parti del corpo.
[#16] dopo  
284997

dal 2014
Buongiorno dottore
Io sono preoccupato dal fatto che questi miei sintomi possano essere riferiti ad una malattian neurologica degenerativa ed esattamente al morbo di parkinson , causato dal abuso di sostanze .
Dal giorno del mio malore in cui ho sentito proprio spegnersi il cervello , avverto questi sintomi ... ho fatto l'errore di controllare su internet i sintomi , e proprio il peso dietro al collo , il tremore la rigidità , il dolore muscolare articolare nel sonno , la difficoltà a deglutire e la stanchezza durante la giornata sono tutti sintomi del morbo di parkinson . ecco la mia paura è questa . Non vorrei che fosse stato dai medici tutto freinteso e ritenuto impossibile questa poatologia su un ragazzo di 28 anni .

[#17] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sta sempre ripetendo la stessa cosa. Ad ogni passaggio ripropone la sua paura tale e quale. Si sta curando, stiamo solo parlando della diagnosi, ossessione o delirio, perché sono due cure diverse. Siccome con quella per il delirio non sta andando bene, le dicevo di riconsiderarla, perché i casi di ossessione sulle funzioni mentali e paure di malattie neurologiche in chi ha fatto uso di sostanze sono casi frequenti, e sempre di solito secondo la mia esperienza sono disturbi di natura ossessiva (ipocondria).
[#18] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

So di essere ripetitivo ma purtroppo non riesco a vedere la luce in tutta questa situazione , sto male da ormai 4 mesi ed ho solo 28 anni , soffro dal dolore fisico e questo mi fa pensare a cose gravi in quanto con parecchi esami sono state escluse molte patologie
[#19] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La cosa può essere più semplice di quanto crede. Se è un'ossessione gioverà una terapia antiossessiva, a dose adeguata (anche daparox poteva andare, non sempre funziona a dose di 20 mg)
[#20] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Ho avuto una notte molto difficile , sono stato svegliato dal dolore come punte di spillo infilate nei muscoli è stato un incubo .
Il daparox per un periodo mi era stato portato a due compresse da 20 mg al di ma non vi erano miglioramenti .
Sono molto preoccupato sono sincero sono sempre stato bene in vita mia e adesso mi ritrovo in questa situazione
[#21] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Come dicevo ci sono numerose alternative da provare, non vedo perché fermarsi qui.
[#22] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore

Le scrivo dopo mesi , la mia situazione non è cambiata anzi è in peggioramento . mi è stato detto che le mie sono cenestopatie e che ho una atrofia dell ippocampo di destra e sono in cura con seroquel e mutabon .
ho forti dolori la notte a tutti gli arti non riesco a girarmi nel letto sono inchiodato dal dolore se mi muovo la situazione un po migliora ma ho grossa rigidita e mi sento lento , mi sembra di camminare contro un muro ho frequenti fascicolazioni diffuse e mi eìsembra che i muscoli stanno perdendo volueme . se effettuo il test di mingazzioni per gli arti superiori sento il braccio sinistro che comincia a tremare e cede , ho rigidita alle mani e a volte mi cascano degli oggetti .
se metto in tensione le gambe la destra comincia subito a tremare .
le visite neurologiche ed elettromiografie sono nella norma ma ho questi forti dolori e rigidità . sono stato uno sportivo e avverto che cè qulcosa che non va non mi muovo piu bene .
ho subito due ricoveri psichiatrici e sono stto trattato con cymbalta anafranil daparox gabapentin abilify risperidal zyprexa tavor lexotan valium xanax laroxil senza risultato alcuno .
cosa posso fare ? non è questa vita .
[#23] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Siamo allo stesso punto però, parlavamo di diagnosi. Dicevamo "ossessione", e però la terapia non è una terapia per un disturbo ossessivo.
[#24] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore ,
La diagnosi non è di ossessione ( lo psichiatra a cui mi sono rivolto è specializzato proprio nel disturbo ossessivo)
Ma mi è stato detto che sono delle cenestopatie a seguito di utilizzo di sostanze .
Il problema è che i miei dolori sono molto forti soprattutto la notte e non cessano mai .
[#25] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ha una terapia psichiatrica, non una terapia per cenestopatie.
[#26] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Devo dedurre allora che i medici che mi stanno seguendo o non sanno proprio il da farsi o mi stanno prendendo in giro .
Sono stato in cura presso un noto professore italiano specializzato in sostanze professore alla università di Londra ( sul sito non si possono fare nomi ma penso abbia capito di chi si tratta )lui ipotizzava una sindrome serotoninergica e tratto il caso con entact e zyprexa e xanax .
Il mio problema sono i forti dolori e la rigidità soprattutto la notte dove mi sveglio dal dolore si tutto il corpo e non mi riesco a girare nel letto ed è come se do il comando dal cervello di muovere un arto ma questo non si muove . la situazione per quanto mi riguarda è grave ed è tutto cominciato la sera di quel novembre maledetto .
La cosa ancora più frustrante è questo modo di andare a tentativi dei medici che in tutti questi mesi sono passati dal disturbo d ansia , alla ipocondria , al disturbo di personalità al disturbo somatoforme per finire con il disturbo ossessivo compulsivo .
Be farmaci ne ho presi una marea e non è cambiato assolutamente nulla sono come acqua fresca , è chiaro che non è stato ne centrato il problema che per quanto mi riguarda è di tipo neurogico visto che oltra al dolore sto perdendo forza ed ho impaccio nel camminare .
Ultima ipotesi fresca di qualche giorno fa è che io abbia l ipotalamo destra leggermente atrofico che mi è stato detto in psichiatria sta ad indicare una maggiore sensibilità per alcune sostanze e che appunto i miei disturbi sono delle cenestopatie .
[#27] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La "sindrome serotoninergica" non è una diagnosi, è un termine che si usa per indicare un'intossicazione per un eccesso di serotonina. Se intendeva una sindrome legata al sistema della serotonina, questo è un modo di dire ma molto vago, e comunque.

I sintomi li aveva già riferiti, ma i commenti fatti vertevano più che altro sul tipo di inquadramento. I farmaci che ha indicato non sono una marea, sono alcuni.

No, non ho capito chi la stia seguendo ma non importa. A volte si usano termini vaghi e imprecisi per comunicare la situazione, anche perché spesso i termini tecnici non servono al paziente. Nelle terapie che riferisce c'è un antipsicotico e insieme anche un antidepressivo, magari antiossessivo, quindi si capisce male che tipo di orientamento diagnostico sia stato preso.
[#28] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Farmaci ho preso entact cymbalta daparox Anafranil gabapentin laroxil akineton zyprex risperidal abilify seroquel zyprexa valium xanax lexotan tavor .
Mi sembra quindi che un intervento farmacologico c è stato con i sintomi che sono andati peggiorando .
Ripeto i miei sintomi per io semplice fatto che sono sempre presenti e mi impediscono una normale qualità di vivere cosa che a 29,anni dovrebbe essere normale .
[#29] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Un intervento c'è stato ma se non c'è stata una diagnosi guida è tutto da vedere cosa, a che dosi e per quanto tempo il tutto è stato usato.

[#30] dopo  
284997

dal 2014
Gentile Dottore
Provero ad essere più chiaro
18 Novembre 2012 assunzione si sostanze stupefacenti con un malore consistito in una fitta trafittiva al lato destro della testa seguita da una scossa avvertita dal basso fino alla testa , malore risoltosi in circa 10 minuti senza intervento medico .
Nei giorni successivi due episodi di fitta trafittiva al lato destro della testa risoltosi in qualche secondo .
1 dicembre 2012 ero a cena con amici e senza aver fatto più uso di sostanze , fitta trafittiva al lato destro della testa con senso di perdita dell orientamento per qualche secondo e forte tachicardia e malessere sono andato al pronto soccorso
Pressione arteriosa 195\120 battito 140 pulsazioni al minuto trattato con novalgina 1 mg eV dimesso dopo qualche ora con diagnosi di presincope .
Uscito dalla ospedale. Grosso senso di debolezza strana cefalea con sensazione di collo rigido e pieno e tenore al corpo e soprattutto ai denti . dormo e dopo qualche ora mi sveglio con dolori muscolari e cefalea .
12 Dicembre effettuo risonanza encefalo negativa vengo indirizzato da un primo psichiatra : diagnosi disturbo ansioso depressivo con fibromialgia
Terapia daparox 10 mg ( poi aumentato a 20 mg ) e xanax 0.25 tre volte al di .
La situazione non migliora aumenata la rigidità e i dolori la notte .
Febbraio 2013 ricovero in day hospital psichiatrico diagnosi disturbo di personalità e disturbo somatoforme terapia valium 10 gocce tre volte al di e zyprexa 2,5 tre volte al di . la situazione non migliora solita cefalea e dolori muscolari la notte comincio a non riuscirmi a girare nel letto con senso di paralisi .
Aprile 2013 cons ulenza presso questo specialista di Londra , sospetta sindrome serotoninergica , terapia entact 10 mg poi portato a 20 mg e zyprexa 2,5 tre volte al die valium 10 gocce tre volte al di . i dolori continuano alla cefalea e dolore dietro al collo si aggiungono dolori di tipo sciatica a braccia gambe schiena e testa soprattutto la notte .
Giugno 2013 ricovero presso clinica neuropsichiatrica per 35 giorni terapia anafranil 75 , abilify 5 mg , risperidal 4 mg al di akineton 4 mg cymbalta 60 mg, valium 10 gocce tre volte al di . i sintomi non migliorano dimesso con diagnosi di disturbo ossessivo compulsivo .
Luglio 2013 consulto presso un altro psichiatra terapia abilify 10 mg al di , gabapentin 600 mg e tavor da 2;5 al bisogno . i sintomo non migliorano mi sento lento rigido ho fascicolazio i diffuse e la notte forti dolori .diagnosi cenestopatie
Gennaio 2014 i sintomi non migliorano mi sento schiacciato al suolo ho rigidità e dolori soprattutto la botte terapia seroquel 300 e tavor al bisogno nulla cambia.
Marzo 2014 consulto presso un alto psichiatra che visionate le risonanze e spect cerebrale si perfusione parla di atrofia ippocampo destro diagnosi cenestopatie terapia seroquel 300 e mutabon antidepressivo diagnosi cenestopatie.
Questa è la mia storia in sostanza . Ho effettuato numerose visite neurologiche ed esami quali due RMN encefalo una spect cerebrale di perfusione analisi del sangue holter pressorio 3 elettromiografia EEG ECG tutto risultato nella norma .
I disturbi sarò anche ripetitivo continuano e sono molto invalidanti .
Sono un ragazzo sempre stato in salute sportivo ed ho usato sostanze in 6\7 occasioni dall aprile 2012 al novembre 2012 con cadenza di una volta al mese .
L ultima assunzione pero è stata più massiccia .
Grazie
[#31] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"sospetta sindrome serotoninergica , terapia entact 10 mg "

Ecco, quindi NON era una sindrome serotoninergica, visto che le ha prescritto entact.


L'unica diagnosi più chiara è disturbo ossessivo. Ma non c'è una terapia per questo, sì, d'accordo, qualche farmaco antiossessivo c'è stato, ma non a dose piena e associato ad altro.

VIsta la modalità di esordio, si sospetterebbe a logica proprio un disturbo d'ansia, sintomi ossessivi. corporei, attacchi di panico sono manifestaizoni frequenti in persone che iniziano a star male dopo l'uso, occasionale o regolare, di sostanze stimolanti o cannabis.

Quindi, ripeto, i trattamenti fatti fino ad ora coprono un po' tutti i sintomi, ma nessuna diagnosi in maniera precisa (e soprattutto non in maniera mirata quelle che le sono state fatte).