Utente 267XXX
Gentili Dottori buongiorno,

mi chiamo Francesco e ho 23 anni e ho ritenuto esporvi la mia esperienza e situazione personale a voi, visto che siete dei professionisti e sicuramente saprete aiutarmi. Vi scrivo perchè sono mesi che accuso dolori toracici frequenti praticamente tutti i giorni soprattutto nella parte centro/sinistra del petto. Ho eseguito vari esami specifici nell'arco di questi mesi (RX toracica, elettrocardiogramma, ecocardiogramma con visita cardiologica e infine a gennaio anche elettrocardiogramma sotto sforzo per iscrivermi in sala pesi visto che erano molti anni che non facevo più attività fisica) e sono risultati tutti negativi a parte una leggerissima tachicardia nell'elettrocardiogramma sotto sforzo che il cardiologo ha interpretato come un pò di ansia per l'esame che stavo effettuando visto che ho effettuato anche gli esami della tiroide e anche quelli sono risultati negativi. Vi premetto che sono un tipo molto ansioso e che ogni volta che sente un dolore forte si impressiona e si impaurisce facilmente (esempio se mi fa male il petto come in questo caso da mesi penso ogni volta che mi prende un dolore anche abbastanza forte di avere un'infarto o cose di questo genere). Finalmente oggi mi sono deciso ad esprovi il mio problema dopo un'evento in sala pesi che mentre facevo attività fisica ho riscontrato come un malessere generale con un senso di oppressione al petto come se mi "mozzasse" il fiato, dolore toracico e battiti aumentati e per la paura ho continuato per un pò ma poi son voluto andare via terminando l'allenamento per tornarmene a casa. Ora quello che mi chiedo, e spero che voi mi possiate dare un'aiuto, è perchè ho questi sintomi? Da cosa possono essere causati? Ci sono eventualmente altri esami che dovrei effettuare per assicurarmi che vada tutto bene? Perchè la mia paura più grande è di avere qualcosa o che mi prenda qualcosa di "brutto" e di morire e per colpa di questa situazione sto "rovinando" e agitando la vita anche delle persone che mi circondano e questo mi dispiace moltissimo, soltanto che purtroppo non riesco a vivere più sereno come una volta visto che accuso questi dolori giornalmente, oltre anche ad altri di vario genere (soffro di colon irritabile) ecc. ecc. In attesa di una vostra risposta, e con la speranza che voi possiate darmi una mano in merito. Anticipatamente vi saluto e ringrazio augurandovi buona giornata.

Francesco

p.s. spero di essere stato esaustivo nella descrizione, ma se avete altre domande da pormi per capire meglio la mia situazione esponetemele pure. vi ringrazio nuovamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' stato sufficientemente chiaro e purtroppo o per fortuna devo dirle che credo fortemente che i suoi problemi non siano cardiaci, ma fondamentalmente dovuti a una nevrosi d'ansia che richiede un opportuno e valido supporto psicologico di tipo specialistico. L'unica valutazione che potrebbe completare la diagnostica (tralaltro extracardiaca) è quella gastroenterologica per escludere un'ernia iatale con o senza reflusso gastroesofageo. Cordialità
[#2] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore buonasera,

la ringrazio per la sua riposta esaustiva e ci tenevo a dirle che sto già facendo delle sedute da una psicologa per questi motivi dovuti all'ansia e alla paura da un pò di mesi ma non vedo molto i frutti visto che andandoci ogni 15 giorni come da lei richiesto non riesco a vedere margini di miglioramento. Per quanto riguarda la questione gastroenterologica ho già eseguito sotto richiesta del medico specialista per risolvere la questione del colon e capire per bene di cosa si trattasse (colonscopia, rettoscopia e altri vari esami del sangue) ed è uscito fuori soltanto che soffro di colon irritabile e che quando sento dolori soprattutto al fianco sinistro io debba prendere per 5 giorni a pranzo e cena SPASMOMAN somatico e basta. Secondo lei devo eseguire altri esami per escludere un'ernia iatale? Se si quali sono? Per il resto cosa ne pensa? Perchè io questi dolori al torace li sento anche quando sono rilassato e tranquillo ed è proprio per questo che mi viene da pensare per quale motivo mi debba fare sempre male il petto visto che ho eseguito praticamente quasi di tutto e anche stando rilassato ho questi dolori. In attesa di una sua dinuovo cortese risposta, anticipatamente la saluto e la ringrazio augurandole buona serata.

Francesco
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il colon irritabile si inserisce nel contesto della nevrosi d'ansia della quale parlavo con somatizzazione,ma non gioca nessun ruolo nella genesi dei suoi disturbi. Per escludere l'ernia iatale può fare un pasto baritato in posizione Trendlenbourg, ma è bene che sia un gastroenterologo a suggerirlo.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

la ringrazio nuovamente per la sua risposta molto esaustiva, ma ho un'ultima domanda da porle. Se non è nemmeno legata a questo disturbo dell'ernia da cosa vengono? Solo ed esclusivamente dall'ansia? Perchè le ripeto come ho scritto in precedenza che io anche in momenti di completo rilassamento o che sono spensierato ho questi dolori al petto che alcune volte mi fanno sentire proprio in un malessere generale che mi stroncano e durano anche per piu minuti e si ripresentano di continuo. Spero che lei sia cosi cortese nuovamente da rispondermi e mi scuso in anticipo se la faccio perdere tempo ma non so più cosa fare per evitare tutto questo e per cercare di non averli più visto che sono mesi che mi affliggono di continuo. La ringrazio in anticipo veramente di cuore.

Francesco
[#5] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore buonasera,

nel precedente messaggio mi sono dimenticato di domandarle se magari allora questi dolori possono essere causati dai muscoli del petto soprattutto al lato sinistro e se esiste qualcosa o qualche dottore per capire se magari ho qualche infiammazione al petto, se sono stirato o qualcosa del genere che riguarda i muscoli del lato sinistro. La ringrazio.

Francesco
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi scuso per il ritardo dovuto ad impegni lavorativi. Ripeto però che le caratteristiche dei suoi disturbi non sono compatibili con un'origine cardiaca ed è molto probabile che siano risentimenti muscolari amplificati dalla sua ansia. Per questo non deve rivolgersi a noi cardiologi. Su indicazione del suo medico di base potrebbe provare con miolitici e antinfiammatori.
Saluti
[#7] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore buonasera,

si figuri per il ritardo, non si deve scusare anzi sono io che le devo chiedere scusa che le rubo il suo tempo. La prego di perdonarmi anticipatamente ma le volevo dire che io ho già provato nel corso di questi mesi, anche più volte delle cure antinfiammatorie sotto indicazione della mia dottoressa di base con OKI per 5 giorni a pranzo e cena ma comunque anche se i dolori si attenuano leggermente poi comunque tornano insistentemente, come stasera, intorno alle 19:30 ad esempio che di punto in bianco mi ha preso un fortissimo dolore al petto sinistro che si estendeva anche alla spalla inizialmente e che tutt'ora persiste con la spalla che sembra sia leggermente passata e anche qui non so che cosa posso fare e cosa debbo pensare, so solo che mi fa molto male e non ho fatto nessun movimento brusco o strano visto che sono stato tutto il giorno a casa purtroppo oggi. Mi scuso nuovamente in anticipo se le rubo altro tempo, forse sarò un caso disperato ma veramente quando mi accadono questi fatti non so proprio dove sbattere la testa e a cosa pensare e la ringrazio di una sua ulteriore risposta augurandole buona serata.

Francesco
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Capisco....cerchi però di accettare il fatto che il cuore non c'entra.
Saluti cordiali
[#9] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore buongiorno,

la ringrazio per la risposta e capisco che come dice lei il cuore non c'entra. Per questo allora le chiedo a chi posso rivolgermi per capire da cosa vengono tutti questi dolori principalmente solo al lato sinistro, che ne so se è per colpa di un muscolo perennemente infiammato, se è una specie di strappo o altro. La ringrazio per la sua risposta e le auguro buona giornata

Francesco
[#10] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi che io sono un cardiologo e quindi mi limito a fare consulenze che riguardano il mio campo di applicazione... è probabile che si tratti di risentimenti muscolari semplici...ne parli con il suo medico curante, che tralaltro potrà visitarla (cosa che non possiamo fare noi a distanza).
Saluti
[#11] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore,

la ringrazio per tutti i suoi consulti. E' stato gentilissimo e chiarissimo.

Francesco