Utente 278XXX
E' da alcuni giorni che ho avvertito nuovamente la difficoltà nel respiro profondo, con dolore continuo al petto sinistro al tatto e sensazione di stanchezza continua. Questo dolore l'ho avvertito sempre, da molti anni e ho notato ultimamente che tutto ciò si accentuava maggiormente quando dormivo sul fianco sinistro: alla mattina mi sentivo più stanco e affaticato nel respirare profondamente. Qualche volta capitava come se il sangue cominciasse a non circolare più al braccio sinistro. Così ultimamente ho provato a dormire sul fianco destro e, dopo diverse notti d'insonnia prima di prendere l'abitudine, ho notato che sia il dolore si è attutito, quasi sparito, e sia la respirazione è migliorata, con un maggiore stato di benessere fisico che non avevo avuto mai finora.

Siccome ho sentito dire da una cardiologa, vedendo sull'ecodoppler, che notava come se il mio cuore fosse un po più inclinato, spostato dalla parte sinistra.

Questi problemi che ho avuto dipendono da ciò?
Mi consiglia di dormire sempre sul lato destro per questo fatto che potrebbe essere, forse di origine cardiaco?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Nessun problema. Per il cuore dorma come vuole. Per il dolore se ha tratto giovamento da posizioni diverse da quella sinistra continui così.
Saluti cordiali