Utente 304XXX
buongiorno dottore, ho 38 anni e da alcuni mesi soffro di reflusso esofageo ma sopratutto di uno stato ansiono abbastanza fastidioso. in particolare nutro una vera e propria ossessione per il cuore, misuro in continuazione i battiti per timore di essere in tachicardia. ho effettuato 2 visite cardiologiche con ecg ed eco dove si evidenzia il perfetto funzionamento del cuore. la cardiologa mi ha prescitto mezza pastiglia di bisoprarolo 1,25 per tenere i battiti un pò più bassi visto che si aggiravano sui 75/80 al minuto. inoltre ho avuto di episodi di tachicardia notturna dove mi sono molto spaventata. vorrei solo sapere su tutto ciò è legato ad ansia ed al reflusso oppure se dovrei indagare ulteriormente.
grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi sembra di capire che il suo vero problema è l'ansia. Per questo non deve rivolgersi a noi cardiologi, ma direi che sia necessaria una valutazione specialistica di tipo psicologico.
saluti
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dottore, quindi secondo lei dal punto cardiologico è tutto a posto? un'ultima domanda: 140 battiti durante una camminata a passo molto sostenuto (6,7 km/h) sono troppi o rientrano nella norma?
grazie ancora, buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sono nella norma...si tranquillizzi