Utente 927XXX
Buonasera Dottori

Circa tre mesi fa in seguito ad un periodo di libido inesistente e vari problemi,decisi di fare le analisi ormonali,dalle quali venne fuori che avevo il Testosterone libero a 8,3 (min 8,9 max 42) e quello totale a 360 (min 200 max 1600).Decisi di rivolgermi al Dottore(andrologo specialista) che mi prescrisse una terapia di 8 settimane composta da 1 Testo enantato da 250 mg ogni 15 gg,;eravamo rimasti che a distanza di qualche settimana dall'ultima iniezione avrei dovuto ripetere le analisi.Cosi' pochi giorni fa ho ripetuto le analisi ed ho avuto i seguenti risultati:

LH minore di 0,3 1,3------------11,8

FSH minore di 0,2 2,8-------------6,8

ESTRADIOLO(E2) 65 fino a 56

PROLATTINA 22 4,1------------18,5

TESTOSTERONE 5,64 2---------------9,8

Ora,avendo già chiamato il Dottore che mi ha detto di Usare del nolvadex 20 mg/die per tre settimane e della bromocriptina 1 al giorno per tre settimane. vorrei sapere da Voi se pensate siano validi farmaci per la mia situazione..Io di Lui non mi fido più visto che ora sto peggio di prima e ho nuovamente i problemi di prima.Vorrei sapere se e' corretto intervenire con del Nolvadex e della Bromocriptina.A rigor di logica mi sembra di si,poiche' ho gli estrogeni e la prolattina alta,quindi abbassando questi valori dovrebbero riequilibrarsi gli altri....ma spero in un vostro parere perfavore.grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che,ormai,sia giunto di cambiare il riferimento andrologico,in quanto ho la sensazione che la fiducia sia venuta a mancare in entrambi e che la strategia terapeutica sia poco gratificante.Non sottovaluterei,a questo punto,di considerare un approccio psicosesuologico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 927XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta Dottore;l'idea di cambiare andrologo sicuramente andra' in porto,la fiducia in queste cose e' basilare.quello che vorrei capire pero',anche per avere una delucidazione e una conoscenza mia personale,e' se effettivamente l'utilizzo di antiestrogeni(Nolvadex in questo caso)e della bromocriptina(per abbassare la prolattina),possano essere utili in questi casi con valori come i miei.Sa io non voglio mai essere totalmente ignorante sulla materia anche se mi affido a qualcuno,poiche' come vede non sempre e' un bene certo.Se anche il prossimo andrologo mi indicasse una terapia simile devo avere l'impressione che stia approcciandosi correttamente secondo voi?e' cosi fuori dal mondo utilizzare questi farmaci per riequilibrare i valori nel mio caso?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...avendo,personalmente,delle perplessità sulla strategia terapeutica proposta,aspetterei il parere del prossimo specialista consultato.Cordialità.