Utente 687XXX
Buongiorno. Sono una ragazza di 21anni. All'eta' di 19anni ho riscontrato il seguente problema: si formavano in testa dei noduli,o cisti(non so esattamente come chiamarli),che infiammandosi gonfiavano dolorosamente per qualche giorno.Dopo l'infiammazione si sgonfiavano senza mai pero'riassorbirsi del tutto e nella zona interessata cadevano i capelli in un intervallo solitamente che andava tra i 5 e i 15giorni. Mi sono rivolta a uno specialista il quale dopo avermi fatto 2 biopsie,ha concluso dicendo che era alopecia areata,senza pero'spiegarmi la natura cistica della malattia e mi ha fatto curare le zone interessate al livello locale con la schiuma olux,per fare ricrescere i capelli. Le cisti ovviamente rimanevano. Qualche mese fa,dopo 2anni il fenomeno si è ripresentato,con le stesse modalita',anche se con minore intensita',ma con piu'frequenza. Mi sono rivolta a un altro medico,il quale mi ha detto che si tratta di una forma di acne del cuoio capelluto e mi ha fatto fare un ciclo antibiotico(bassado) di 40giorni,accompagnandolo con pillole di ferro e shampoo indicato per capelli fragili.Sia durante la cura che dopo i fenomeni si presentavano ugualmente e non ho riscontrato grandi cambiamenti,eccetto la lieve dimuzione delle dimensioni delle cisti(gia piccole comunque)presenti in diverse zone della testa e l'evoluzione di una,dalla quale col mio aiuto è uscito del materiale duro,simile a un punto nero.Non so quanto questo possa essere stato un caso o collegato all'effetto dell'antibiotico. Vorrei dei pareri perche'continuo a soffrire,non tanto per le cisti in se ma prima di tutto per le infiammazioni molto dolorose quando vengono e chiaramente per la caduta dei capelli,che pero'fortunatamente anche a distanza di lunghi periodi,ricrescono anche autonomamente. Non so quali dati possano essere utili a una risposta.Io non soffro di alcuna malattia,non ho problemi alla tiroide(almeno dagli esami di routine indicati dal medico di base).Ho sempre sofferto pero'di cicli irregolari dovuti(a detta dei ginecologi)a ovaie micropolicistiche e lievi sbalzi della prolattina.Per questo ho fatto un ciclo di 9mesi di pillola grancial,che non è servito a nulla.Mi hanno fatto prvare l'integratore inofolic,ma anche questo,non ha risolto i problemi.Al che ora prendo la pillola milvane e conto di non sospenderla dato che non ci sono metodi di risoluzione del problema.Dico tutto questo perche'non so se sia stata una coincidenza,o se possa essere utile a voi medici che leggete,sapere che la prima volta che ho avuto questi problemi delle cisti,avevo un ritardo del ciclo di circa una mese e mezzo. Ringrazio chiunque rispondera'.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
LA descrizione che fa del suo caso è fortemente compatibile - in via non vincolante vista la sede teleamtica - con un caso di follicolite decalvante del cuoio capelluto.

le consiglio quindi di produrre quanto prima la visita dermatologica che è la condizione necessaria per la scelta della terapia più idonea.

ci tenga pure aggiornati della sua situazione, ben sapendo che tale condizione se confermata dalla sede diretta di visita è curabile con efficacia.

cari saluti

[#2] dopo  
Utente 687XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la sua risp. Lei crede quindi che la cura antibiotica sia quella adatta anche se coi 40 giorni di bassado non ho riscontrato notevoli cambiamenti?Ancora grazie.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non le ho detto questo, ma solo di determinarsi con il Dermatologo per i suo problema: se il medico che cita nella sua richiesta è un dermatologo allora il cerchio è chiuso, ove così non fosse la determinazione dermatologica rimane d'obbligo, così come il controllo periodico.

cari saluti
[#4] dopo  
Utente 687XXX

Iscritto dal 2008
Mi scusi,davo questo per scontato...sia la prima volta che ora mi sono rivolta a dei medici,specializzati in dermatologia e venereologia.Pero'data la mia esperienza..fatta anche di 2biopsie,praticamente inutili,capira'la mia perplessita'.Spero di risolvere,dato che anche questi 40 giorni di antibiotico sono stati quasi inutili.La ringrazio ancora per il suo parere.
[#5] dopo  
Utente 687XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno...le scrivo per aggionarla come lei mi aveva chiesto..:-). Mi sono recata nuovamente dalla dermatologa con cui sono in cura al momento. Lei continua a sostenere che la mia sia una forma di acne del cuoio capelluto e visto che l' antibiotico non ha risolto(dato che anche durante il trattamento ho potuto notare l'infiammazione di noduletti),mi è sembrata molto confusa sul da farsi e mi ha prescritto una pomata all'ittiolo per vedere se riusciamo nell'arco di mesi a fare maturare qualcosa...e una crema a base di cortisone da mettere su eventuali chiazze rosse senza piu'cisti(che comunque non esistono). Secondo lei puo'essere una buona strada? Al momento ho applicato le pomata x 2settimane su 3 punti in cui sono presenti le cisti ma non è successo niente,se non la maturazione di un brufoletto accanto a una ciste(ma non la ciste!) La ringrazio per la risp. Saluti.