Utente 251XXX
egregi dottori buon giorno ,Antonio mazzola da palermo.tengo a precisare che sono un tipo molto ansioso e vado in contro ad attacchi di panico.E da circa sei mesi che comunque la mia ansia e peggiorata a fronte di un lutto,e fare anche le cose che prima per me erano banali mi porta ad un accelelrazione del battito cardiaco.
nel giro di 6 mesi ho fatto 4 elettrocardiogrammi che hanno rilevato una tachicardia sinusale .la prima volta 112 la seconda 101la terza 109 e ieri 104. pressione 120/70
dopo una mezzoretta mi sono fatto misurare la pressione in farmacia 96/67 battiti 92
mi creda sto uscendo pazzo perche poi ieri sera il cardiologo mi ha prescritto il dilatrend a basso dosaggio 6.25lei ritiene che debba prenderlo visto anche gli effetti collaterali che puo avere o sarebbe meglio curare solo l'ansia. .in piu per informarla oltre all 'ansia ho pure le extrasistole e per non farmi mancare nulla ernia iatale.possono questi 3 fattori scatenare la tachicardia ?
e una cosa pericolosa ?anche perche quando ho gli attacchi di panico che premetto non ho mai avuto in precedenza ma da circa sei mesi vanno e vengono non le dico i battiti come sono elevati.da quando faccio uso del lexotan la mia situazione e migliorata a livello psichico,ma mi creda quando arrivo sul lettino per fare l'ecg mi impongo di stare calmo ma non ci riesco.
ultima cosa ieri sera nel referto c'era scritto tracciato neuro distonico ho controllato e riguarda l'ansia lo stress ed il panico tutto a livello del sitema centrale simpatico
dottore puo darmi delle spiegazioni perche non capisco piu nulla e ho paura di ammalarmi di cuore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non condivido la terapia con betabloccante. La sua tachicardia non è un'aritmia e quindi non ha alcuna relazione con le extrasistoli e con l'ernia iatale. La sua è solo ansia e a mio giudizio va curata bene (non solo con i farmaci, ma anche con il supporto di uno psicologo).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 251XXX

Iscritto dal 2012
dottore la ringrazio del consiglio.anche perche non ne posso piu di fare esami