Utente 139XXX
Gentili dottori, buonasera.

Circa due-tre settimane fa mi è saltata un'otturazione di un dente, che successivamente ha cominciato rapidamente a diventare ipersensibile ai liquidi freddi e, a tratti, a fare male (episodi di dolore molto intenso che poi passavano sempre nel giro di qualche minuto).

Oggi, stufo di avere una volta ogni due giorni di media questo dolore, e di andare avanti ad aspirine e aglio schiacciato per farlo passare, sono andato in ospedale e me lo hanno curato in "urgenza".

Il gentilissimo dentista dell'ospedale mi ha detto che il dente,secondo le radiografie, è da devitalizzare, in quanto la carie era già arrivata alla polpa. Lui me l'ha quindi aperto, mi ha fatto un'anestesia direttamente anche all'interno del dente, e mi ha detto che ha tolto la carie e da quel che ho capito anche la polpa, (l'ha definita "la parte che causa il dolore"), ma non mi ha liberato i canali in quanto sarebbe stata un'operazione particolare non possibile da fare in "urgenza".

Quindi ora ho il dente con all'interno dei batuffoli di cotone imbevuti di disinfettante ed una otturazione provvisoria.

Purtroppo mi è stato detto che a causa della grande coda di persone, è probabile che mi richiamino a novembre-dicembre per finire il lavoro di devitalizzazione.

Io nel frattempo ho già una visita odontoiatrica prenotata presso l'usl l'8 agosto.

Col dente in queste condizioni di (immagino si possa definire) "devitalizzazione parziale", posso andare avanti con l'otturazione provvisoria e comunque aspettare questi mesi? O potrebbero insorgere complicazioni pericolose?

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e la consulenza.
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Meglio completare a breve la devitalizzazione per evitare infezioni in quanto la contaminazione salivare può essere responsabile di contaminazione batterica
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Cristoforo Del Deo
24% attività
0% attualità
0% socialità
TERAMO (TE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Non può aspettare tutto questo tempo,se non vuole rischiare infezioni le consiglio di andare al più presto dal dentista per completare la terapia endodontica, in quanto è al corrente che il collega in ospedale le ha risolto il sintomo (dolore).
[#3] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ad entrambi delle preziose risposte.

E' possibile sapere mediamente quanto tempo si può tenere un'otturazione provvisoria senza correre dei rischi di infezione? Due settimane? Un mese max?

Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Meno tempo possibile.
Non c'è un limite minimo che escluda l'infezione
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,

ho effettuato la visita presso l'usl e prenotato la devitalizzazione totale del dente (tramite suppongo la solita rimozione del nervo dai canali) per il 31 ottobre, e di seguito tutti gli interventi necessari ad effettuare la ricostruzione, a distanza di pochi giorni.

Nel frattempo ho ancora il dente completamente aperto e "spolpato" dal dottore del pronto soccorso. Non mi provoca particolare fastidio o dolore, neppure toccandolo internamente con lo stuzzicadenti per rimuovere eventuali pezzi di cibo rimasti incastrati durante i pasti, o spazzolandolo anche internamente con lo spazzolino. Per evitare infezioni, visto che il dente è completamente aperto, ho acquistato un colluttorio con antibatterico.

E' possibile attendere fino al 31 novembre in questo modo, se il dente non fa male? Quali rischi si corrono? In caso di infezione batterica dovrebbe manifestarsi forte dolore o gonfiore ecc? O c'è la possibilità che si manifesti anche un'infezione silente?

Grazie.
[#6] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

Ripropone la stessa domanda ma ha già avuto più di una risposta chiara dai Colleghi: ogni giorno che passa i batteri colonizzano l'interno del dente rendendo più difficile il suo recupero e creando le condizioni per una sua possibile estrazione.

Inoltre la terapia canalare va eseguita SEMPRE sotto diga di gomma, legga qui
http://www.studiodecarli.com/1/conservativa_379886.html
[#7] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012

Ripropone la stessa domanda ma ha già avuto più di una risposta chiara dai Colleghi: ogni giorno che passa i batteri colonizzano l'interno del dente rendendo più difficile il suo recupero e creando le condizioni per una sua possibile estrazione.

Inoltre la terapia canalare va eseguita SEMPRE sotto diga di gomma, legga qui
http://www.studiodecarli.com/1/conservativa_379886.html
[#8] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dott. De Carli,

si infatti ha ragione, volevo capire se era possibile farsi curare tramite il servizio sanitario nazionale, ma a quanto pare, se non si hanno i soldini, si fa in tempo a morire mille volte...

Lunedì andrò da un vostro collega privato e vedrò di risolvere la situazione, spero non sia passato già troppo tempo. Il dente (il nervo rimasto nei canali, piu che altro) fa male solo masticandoci sopra per sbaglio o succhiando il dente (e quindi causando una pressione, positiva o negativa che sia), e ingerendo liquidi freddi.

Non c'è inoltre nessun gonfiore sulla gengiva.