Utente 304XXX
Dopo il mio unico messaggio in questo forum (http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/353638-carenza_di_dhea.html), nel quale riscontravo, all'esito degli esami, un quadro ormonale più che sufficiente, mi sono recato dall'andrologo, per giunta uno dei più conosciuti nel Mezzogiorno (titolare del centro Pro Andròs in Barletta), che mi ha rassicurato dicendo di stare più che bene e che le mie paure, relative ad uno stato di ipogonadismo, si possano addebitare alla grande curiosità che ho di studiarmi il corpo umano e i relativi processi, onde trovare ad ogni sintomo una causa patologica.
Ha però aggiunto che i sintomi da deficit di ormoni androgeni che accuso possano derivare da un indebolimento della risposta dei recettori androgeni, visto soprattutto l'uso di Clomid e Fareston che ho fatto (mia sponte, e, ammetto, stupidamente) per debellare un eventuale accumulo di estrogeni dovuto al lungo uso di serenoa repens che ho fatto per annientare la forte seborrea, a livello del cuoio capelluto, con conseguente caduta dei capelli (che, nel frattempo, non si è mai verificata).
Per tali motivi, mi ha consigliato un ciclo di L-Carnitina 2g al giorno, su cui esiste uno studio in merito. Siamo rimasti che gli avrei fatto sapere dopo un mese.

Chiedo ai Dottori di Medicitalia.it se hanno avuto anche loro esperienze similari, sia di patologia che di terapia di cura.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,dopo tutte le invenzioni fantasiose,alimentate da internet,le consiglio,per un po' di tempo, di ascoltare,fideisticamente, i consigli dello specialista reale.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Gentili Dottori,

a distanza di diversi mesi, ho effettuato nuovamente le analisi del sangue.
Riportando appresso i precedenti valori (condizionati, però, dalla contemporanea assunzione di Fareston),
[17 B ESTRADIOLO 35,0 pg/ml UOMINI : 5.0 - 77.0
DHEA 2,2 ng/ml UOMINI : 1.5 - 9.0
DHT 880 pg/ml 250 - 990
F.S.H. 2,41 mUI/ml UOMINI : 1.00 - 10.00
L.H. 5,68 mUI/ml UOMINI : 2.00 - 10.00
S H B G 53,0 nmol/l UOMINI : 10.0 - 73.0
TESTOSTERONE 9,94 ng/ml UOMINI : 3.00 - 10.60
PROLATTINA 14,60 ng/ml UOMINI : 4.10 - 18.50]

elenco a seguire i nuovi valori (questa volta senza alcuna assunzione parallela di farmaci):

17 B Estradiolo 25.0 pgml (valori rif. 5.0 - 77.0)
F.S.H. 1.51 mUI/ml (valori rif. 1.00 - 10.00)
L.H. 3.09 mUI/ml (valori rif. 2.00 - 10.00)
Testosterone 7,22 ng/ml (valori rif. 3.00 - 10.60)

Secondo vostra scienza, reputate i valori delle gonadotropine (sebbene entro i range e considerando il valore abbondantemente sopra la media del testosterone) bassi?
Se sì, vi chiedo a titolo puramente informativo, potrei effettuare mia sponte un test di stimolazione GNRH presso una struttura ospedaliera per una valutazione circa la risposta dell'asse ipotalamo-ipofisario?

Certo di una vostra neutrale risposta, vi auguro una buona giornata.