Utente 262XXX
Gentili dottori,
Premetto che circa 2 mesi fa ho fatto una panoramica dei denti, e sono state curate tutte le carie.
Adesso ho un dolore acuto ad un premolare (dente che non è stato curato, poichè non cariato). Il dolore è esclusivamente al tatto, non si tratta di un dolore continuo. Appena tocco il dente, anche solo passandoci la lingua di sopra, avverto come una fitta o una scossa. Ieri sera capitava solo alcune volte, oggi invece diciamo che ogni volta che lo tocco ho questa fitta intensa. Ho preso un antidolorifico, ma con scarsi risultati. Di cosa potrebbe trattarsi?
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Se il dente non é stato trattato potrebbe esserci una carie non evidenziata. La panoramica non é in grado di evidenziare le carie di dimnsioni ridotte e talvolta neppure quelle più grandi. La valutazione clinica e radiologica mediante rx endoorali ( le piccole radiografie ) permette una valutazione sicuramente piú precisa e discriminante
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta,
però mi sembra un dolore strano, non da carie. Diciamo che fino ad ora ho avuto solo piccole carie che non mi hanno mai provocato forti dolori, e tutte sono state curate in tempo. Però la carie non dovrebbe essere un dolore continuativo? A me il dente fa male con delle fitte solo se lo tocco in certi punti, come se per un attimo andassi a toccare il nervo.
Sicuramente lei ne sa più di me e può spiegarmi meglio.
Grazie anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Si possono solo fare ipotesi, senza documentazione
Un'altra potrebbe essere che in presenza di retrazione gengivale c'é una zona molto sensibile di radice esposta
[#4] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Il dolore adesso è molto diminuito. Diciamo che il dente non mi fa più male al tatto, ma ancora non riesco a mangiarci (ho preso antidolorifico e antinfiammatorio). Ieri ho chiamato il mio dentista e mi ha detto di prendere antibiotico (augmentin) e cortisone (3 mg al giorno) che ho iniziato ieri stesso, e mi ha dato appuntamento per domani.
Volevo sapere se, in caso di infiammazione della polpa del dente (come il dentista ha ipotizzato per telefono) sia necessaria la devitalizzazione del dente.
Grazie in anticipo.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Dalla descrizione NON SEMBRA una una infiammazione del nervo.

L'antibiotico si da nel caso di ascesso.
Ma non è il suo caso, perchè il dente sembra vivo.
Il cortisone non trova applicazioni nel suo caso.
L'antidolorifico/antiinfiammatorio che lei ha assunto è idoneo, con l'obiettivo di prendere tempo.

Può essere carie, retrazione della gengiva, trauma da contatto prematuro fra le arcate.
Ma infezione/ascesso, stando alla sua descrizione, no.
[#6] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Grazie delle risposte. Vorrei darvi ulteriori aggiornamenti.
All'epoca dei sintomi sopra descritti, dopo aver preso, come prescritto dal mio dentista, augmentin e cortisone il dolore è sparito ed il dente non mi ha dato più fastidio ( o i denti, non riesco a capire se sia il canino o, più probabilmente, il premolare).
Poco meno di due settimane fa, quindi a distanza di 6 mesi circa dalla scorsa volta, il dolore si è ripresentato, ma in forma molto più leggera. In realtà il dolore è identico (fitta per un istante, come se venisse toccato il nervo) solo che la frequenza è diminuita. Inizialmente non avevo alcun dolore, ma ho notato un rigonfiamento della gengiva sopra il canino,più o meno in corrispondenza dell'osso, poi sono arrivate anche le fitte al dente (tra canino e premolare): mi capitavano 2-3 volte al giorno nel contatto tra arcata inferiore e superiore, e durante il resto della giornata non avevo alcun fastidio. Sono andato nuovamente dal dentista, che mi ha prescritto la stessa cura ed una panoramica, anche se il dente sembra sano. Stavolta ho inizialmente preso solo l'augmentin , e le fitte sono scomparse del tutto, mentre la gengiva è rimasta gonfia. 2 giorni fa ho smesso con l'antibiotico, e sono ricominciate le fitte, sempre pochissime volte al giorno. Oggi le fitte sono aumentate di frequenza, e mi vengono quando tocco in un certo modo il dente. Se non lo tocco, non ho alcun dolore. La gengiva è ancora gonfia. Cosa mi consigliate? Le possibili cause sono sempre le stesse?
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Lo stesso dentista o un altro?
[#8] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Stesso dentista.
Tengo a precisare che la gengiva è leggermente gonfia, infatti il dentista ha parlato di "accenno di gonfiore", e che ho le fitte solo se il dente lo tocco in certi punti e non su tutta la sua superficie. Inoltre oggi le fitte sono diminuite. In questo momento se tocco il dente non mi fa più male.
[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Potrebbe essere utile una seconda opinione.