Utente 291XXX
Salve , sarei interessato a sottopormi ad una seduta di rinofiller in quanto il mio problema al naso è davvero lieve e ho già ottenuto dal medico una simulazione fotografica del risultato che potrei ottenere senza sottopormi ad alcun intervento chirurgico vero e proprio. Il medico con il quale ho preso contatto tramite il suo sito internet mi ha detto che il filler che mi verrá iniettato in anestesia locale è un filler permanente chiamato "Perform" non avendo mai sentito parlare di questo filler prima d' ora ho cercato di documentarmi su internet e non ho trovato proprio nulla nè sulla composizione nè tantomeno sulla qualità dello stesso o sui possibili effetti collaterali. Vi chiedo gentilmente se qualcuno sa darmi qualche informazione in merito poiché come giá detto su internet non si trova nulla al di fuori del sito stesso del medico che lo utilizza e che ne avrebbe inventato la tecnica è registrato il marchio. Altri medici a cui mi sono rivolto sconsigliano l'uso di rinofiller permanenti in favore di uno riassorbibile (acido ialuronico) che essendo naturalmente presente nei sistemi dermici non crea problemi ma che essendo per l'appunto riassorbibili mi costringerebbero a tornare dal chirurgo ogni 10 mesi. Attendendo una vostra risposta porgo cordiali saluti .

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

sulla scia dei buoni consigli (e non soltanto perché siamo in periodo natalizio) è preferibile che il materiale utilizzato sia sempre riassorbibile e non permanente!!


Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Salve, la ringrazio per la celere risposta e per il consiglio che terrò ovviamente in considerazione ma perché conviene usarne uno riassorbibile? Sulla composizione ho trovato che filler Perform in questione contiene il 96 % di acqua e un 4% di polialchimmide quest'ultima sostanza di natura sintetica potrebbe creare problemi?
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

rispondo alle Sue ultime due domande:

- perché utilizza acido ialuronico, sostanza già presente nel nostro organismo e quindi biocompatibile, oltre a non lasciare danni permanenti se l' impianto non è effettuato in maniera precisa;

- le possibilità che sostanze sintetiche possano dare spiacevoli sorprese, anche a distanza di anni, sono presenti e menzionate in numerosi lavori scientifici internazionali.


Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
gentile utente, concordo pienamente con il dott. Marcolongo e aggiungo che quando si parla di possibili complicanze a distanza di anni si intende anche a distanza di oltre 10 anni in alcuni casi.
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
voglio aggiungere anch'io la mia esperienza chirurgica di aver visto casi di reazioni infiammatorie croniche ed acute da uso di filler permanenti anche dopo anni. E' chiaro che non è sempre vero che un filler permanente dia reazioni ma quando questo avviene , ed in particolare nel viso, il trattamento è sempre estremamente complesso e quasi sempre palliativo e non definitivo. Questo è il motivo per il quale oggi un medico prudente NON usa filler permanenti ma esclusivamente temporanei , magari a lento riassorbimento.
saluti