Utente 932XXX
Salve, sono diversi anni (5almeno) che sono in cura con minoxidil al 2,5% ho notato a mio avviso un lieve peggioramento, per cui mi sono rivolta ad un nuovo dermatologo che mi ha prescritto diversi esami del sangue + ecografie addominale e ovarica. Riporto i valori senza le unità di misura (il medico curante ne ha aggiunti altri di controllo generale) ma salto gli esami delle urine che se sono necessari posso ricopiare.

glicemia basale: 75
creatinina 1.17
colesterolo totale 196 (hdl 65)
indicatore di rischio aterogenico 3.02
trigliceridi 37
sideremia 113
sodio ematico 139
potassio ematico 3.7
transaminasi: got 23 gpt 11

Valori ematologici:
globuli rossi 4,41
emoglobina 12,8
valore ematocrito 39.5
volume globulare medio 89.6
contenuto emoglobinico medio 29,0
Conc. Emoglob.corpuscolare media 32,4
ampiezza distribuzione eritrocitaria 41,5
globuli bianchi 5,45
granulociti: neurofili 42,8 eosinofili 3,5 basofili 0,4
linfociti 43,9
monociti 9,4
piastrine 191
ampiezza distribuzione piastrinica 11,7
volume piastrinico medio 10,4
percentuale grandi piastrine 27.3
piastrinocrito 0,20
emoglobina glicata 5.4% o 34 mmol/mol
glicemia media utlimi due mesi 105

Diagnostica ormonale: (ero in fare follicolare quando li ho eseguiti)
LH 11,2 /FSH 2,9 (sotto media)
prolattinemia 11,9
progesterone 0.8
testosterone libero plasmatico 3.92 (sopra media)
dea-s 152,4
t3-free 2.97
t4-free 0.92
tsh 1.43
testosterone plasmatico 0.55

Ferritina 24ng/ml
cortisolo plasmatico 14,9 (pare sia sotto i valori di soglia)
vitamina B12 334,0
acido folico 8.5

Per quanto riguarda le ecografie: quella addominale è ok, in quella ovarica è confermata sindrome pcos da ovaio policistico (ma lo sapevo già).

La dermatologa prima di fare gli esami mi ha diminuito il minoxidil ad 1ml a giorni alterni, più mezza fiala di tricostimolina alla settimana e shampoo anticaduta, in attesa dei referti. Finalmente sono stata dalla ginecologa, che, anzichè propormi la pillola mi ha detto di prendere per almeno sei mesi, compresse di acido folico (chirofol). Per i capelli mi ha invece suggerito di prendere per almeno un mese Biomineral 5alfa e di tanto in tanto una compressa di folisid, visto che secondo lei la causa potrebbe anche essere dovuta al ferro, che secondo lei è molto basso. Infatti mi ha suggerito di aumentare l'assunzione di carne e elementi ricchi di ferro, combinandoli con le arance, per aumentare l'assorbimento.

Devo ancora tornare dalla dermatologa, ma mi chiedevo se, visto che la ginecologa mi ha messo la pulce nell'orecchio col discorso della curva di carico(per testare insulino resistenza? ma gli esami de sangue li avevo già fatti) se sia il caso di controllarla. Però non sono mai stata in sovrappeso, non ho mai avuto molto irsutismo (peluria si). C'è da dire che amo moltissimo i carboidrati e i dolci, che pare siano legati alla pcos.

Qualcuno sa darmi qualche consiglio sui valori trovati e sulle terapie consigliate dalla ginecologa? Grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent. Le pz
ovviamente evito di entrare nello specifico per correttezza verso la collega che la cura e che giustamente ha richiesto esami a completamento del ciclo diagnostico.
Però la terapia di queste forma patologiche necessita della correzione di tutti i fattori di caduta che possono riguardare certo gli oligoelementi quale ferro ma anche ormonali sessualu che vanno corretti.In questo non sono aderente purtroppo all'approccio della sua ginecologa , senza nulla togliere.
D'altronde il termine ANDRO genetica suggerisce già quali sono le cause , mentre una carenza di ferro , per esempio , può aggiungere caduta e peggiorare il quadro pur non entrando in questa classificazione.
ci faccia sapere.
cordialità
[#2] dopo  
Utente 932XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,

la ringrazio per la risposta tempestiva! In effetti anche io non sono convintissima sul discorso ferro anche se in famiglia mia mamma ha il ferro molto basso, legato però alla celiachia (malattia per cui ho fatto il test genetico e pare che non vi siano geni portatori). Comunque credo sia più una concausa che magari si può sommare alla pcos. Io tendo ad avere problemi di colite e stitichezza e non so se possa influire. C'è da dire che negli ultimi anni ho avuto problemi col lavoro e di altro genere e forse si è anche sommata un'ulteriore causa di stress che bene non fa.

La ginecologa ha preferito darmi l'acido folico anzichè la pillola perchè pare che aiuti di più (a suo dire) e a me comunque la pillola causa un pochino di problemi in effetti, quindi se è equivalente la preferisco.

Mi chiedevo inoltre se la diminuzione dell'aloxidil possa fare peggiorare la situazione. La dermatologa lo ha diminuito perchè dice che ho la cute secchissima, anche se cerco di non usare shampoo troppo sgrassanti.

Vorrei cercare di risolvere il problema, anche perchè c'è buona possibilità che vada a vivere all'estero dove sarà più difficile farmi diagnosticare, oltre al fatto che spero di sposarmi quanto prima e non vorrei apparire mezza spelacchiata :(

Secondo lei sono necessari altri esami più approfonditi? non so, mineralogramma più dettagliato, questa fantomatica curva di carico, altro? Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent. Le pz
l'uso dell'ac .folico dovrebbe essere comunque motivato per prescriverlo e in ogni caso può essere legato al ferro.Una carenza di fe sicuramente un deffluvium ed a volte un effluvium , ma di sicuro non impatta sul problema ormonale androgenetico che potrebbe invece meritarw un estroprogestinico FEmminilizzante (!).
Anche una eventuale terapia locale galenica dovrebbe tenerne conto , visto che si possono aggiungere utili molecole alla lozione , che certamente può essere rivista.Ma non smetta autonomamente il minoxidil.
cordialità
[#4] dopo  
Utente 932XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore,

Leggendo il bugiardino del chirofol leggo però che è principalmente indicato per la regolarizzazione della funzionalità ovarica e la pcos. In passato l'avevo assunto per problemi di spotting (basso progesterone), che avevo risolto. Ancora prima avevo assunto Androcur associato alla pillola.

Sicuramente non interrompo l'aloxidil per paura di un effluvio (al momento il mio pare essere tuttavia più un defluvio).

Ma non c'è nessuna terapia (che so, punture o che altro) che possa migliorare la situazione per poi tenerla sotto controllo? Avevo sentito del plasma ricco di piastrine ma non so se tutti possono farlo (i miei valori di piastrine sono riportati nel primo messaggio).

Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
sono piani completamente diversi. Certamente la sua dermatologa potrà chiarirle ancora meglio. Quello che cercavo di sottolineare e' che nel processo diagnostico e decisionale vanno ricercati e corretti i problemi in maniera causale e precisa. Per .es utilizzare antiandrogeni per la funzione a livello recettoriale ha un senso speciamente se vi sono valori simili.Ma ovviamente le azioni sono su vari piani. Capisco che non è semplice.
La PRP mi sembra attualmente non di prima scelta.
cordialità
[#6] dopo  
Utente 932XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per il chiarimento, vedrò di parlarne quanto prima con la mia dermatologa. Cordiali saluti