Utente 860XXX
Egregi dottori

Scrivo per ricevere un consulto riguardo mia nonna
Che Ha 92 anni... lunedi scorso si è svegliata col volto molto gonfio tipo reazione allergica (la sera aveva mangiato fragole anche se le ha sempre mangiate in 90 anni) e ineffetti su prescrizione del curante dopo aver preso mezza compressa di Medrol in 2-3 gg si è sgonfiata..tuttavia è rimasta (o almeno prima non ce ne siamo accorti della sua eventuale presenza) una tumefazione dura ben evidente in corrispondenza della parotide dx...che permane tutt'ora. Ha eseguito proprio oggi una ecografia in cui si riscontrano vari noduli IPOecogeni una notevole disomogeneità del parenchima un aumento modesto della vascolarizzazione e calcificazioni varie...il radiologo mi ha fatto intendere fra le righe che si può trattare di qualcosa di maligno tra l'altro mia nonna ne ha dolore ne ha avuto febbre quindi ha escluso calcolosi e infiammazione...ha eseguito analisi del sangue di routine l'emocromo è tutto nella norma per il resto qua e la qualche valoretto "altino" penso compatibile con la vecchiaia (ad es. urea e bilirubina leggermente alti rispetto alla norma)

1) alla presentazione che ho fatto in effetti è escluso del tutto prendere in considerazione una condizione benigna? Sostanzialmente il radiologo ha escluso.

2) c'è una correlazione tra l'episodio simil anafilattico che ha avuto ed eventuale patologia maligna della parotide?

3) la consulenza ORL o maxillo sarebbero utili? E una biopsia? scintigrafia?

Nel ringraziare anticipatamente porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
in considerazione della situazione dal Lei riferita é consigliabile una visita specialistica (come quelle da lei riferite) al fine di valutare la scelta più opportuna circa il da farsi.
Sono inoltre eseguibili esami più approfonditi, dopo valutazione specialistica, prima di arrivare alla biopsia.
Ma tutto deve essere valutato nel quadro generale.
Cordialemente