Utente 350XXX
Buongiorno,
vi vorrei esporre il mio problema.
Sono circa 3 mesi che accuso dei dolo allo sterno,ai muscoli/nervi sotto di esso e nella zona pettorale inferiore ed esterna (zona ascellare).
Il dolore è una sorta di pressione e tiramento che accuso soprattutto quando cammino o stò in piedi,mentre se stò seduto i sintomi li avverto molto di meno.

Dopo vari accertamenti tutti negativi (rx torace,ecg cuore,ecodoppler cuore,analisi sangue,pneumologia) mi sono recato da un ortopedico,che ha evidenziato (oltre allo sterno incavato,centrale) un rigonfiamento maggiore sulla parte sinistra del petto,che in effetti è quella che mi duole di più ed una tensione zona diaframma,dove alla pressione sento dolore molto intenso.

Quale potrebbe essere per voi una diagnosi e quale altro accertamento potrei fare?

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, da quanto riporta, pur con i limiti del consulto on line, la diagnosi sembra orientarsi per un quadro di "Pectus excavatum" tipo III: lo sterno incavato è torto sul suo asse longitudinale ed un emitorace ( quello sin)è più alto di quello opposto (destro), come succede nella maggior parte dei casi .
Quindi Le consiglio di prenotare una visita specialistica di chirurgia toracica per valutare e confermare o meno tale sospetto clinico.
Disponibile per ogno altro chiarimento invio distinti saluti.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno,
la ringrazio per la risposta.
Domani dovrei effettuare una TAC toracica come mi ha detto l'ortopedico che mi ha visitato.
Lei pensa che sia utile a capire il problema o per una eventuale diagnosi?

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Certo la TAC toracica è importante e può orientare verso una diagnosi, ma è altrettante importante che , specie se l'ortopedico non trova nulla di sua competenza, si faccia visitare dal chirurgo toracico.
Distinti saluti.
[#4] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille.
Effettueró la tac nel pomeriggio.
Una curiosità,se il problema fosse relativo allo sterno e struttura ossea,come mai il dolore lo avverto in determinati momenti e non è permanente? È questo che mi preoccupa,il fatto di avere dolore ma non permanente e di non facile diagnosi mi sa.
[#5] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Ma guardi che la mia è solo un'ipotesi in base a quello che Lei ha riportato nella richiesta. Già la TAC con particolare studio del piano sterno-costale può orientare verso una probabile diagnosi.
Distinti saluti.
[#6] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno,
questo è l'esito della TAC:

REFERTO


TAC TORACE
L'esame è stato eseguito con tecnica volumetrica multistrato nelle sole condizioni basali.
Non sono apprezzabili alterazioni tomodensitometriche a carattere acuto evolutivo in sede pleuro-parenchimale.
Non evidenza di versamento pleuro-pericardico.
Non linfoadenomegalie in sede mediastinica.
Condizione di pectum escavatum.




[#7] dopo  
Dr. Michele Malerba
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Gentile utente, ci siamo perchè ,come ipotizzavo dall'inizio, come ipotizzavo di un quadro clinico di " Pectus excavatum".
Quindi come già le preannunciavo prenoti una visita specialistica di chirurgia toracica sia per valutare il tipo e il grado della lesione e sia per scegliere il trattamento più adeguato .
Sempre disponibile invio cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno.
Perfetto,fisserò appuntamento per una visita in settimana.
La ringrazio per la sua cortesia e gentilezza.
Distinti saluti.
Francesco S.