Utente 203XXX
Salve a tutti, ho scoperto di avere il cheratocono esattamente 1 anno fa a seguito di un controllo normalissimo presso una clinica. Dopo aver notato il cheratocono ho iniziato ad eseguire i controlli in modo frequente per verificare l'evoluzione. Al momento dopo 1 anno l'oculista mi indica che attualmente mi trovo al 2° stadio ma risulta stazionario dalle ultime mappe. Circa 5 mesi fa, sono stato presso un ospedale di zona in cui spiegavo il tutto, loro mi hanno consigliato il cross linking senza la rimozione dell'epitelio, ma ben si inserire una vitamina che permetta alla cornea di rafforzarla. Il mio dubbio è il seguente, stando da quanto mi dice l'oculista della clinica privata non ci sono evoluzioni e mi consiglia di continuare con gli occhiali da vista come da lui prescritti, premetto che con gli occhiali vedo benissimo e la correzione è di 2.5 con angolazione a 90°, mentre all'ospedale mi viene consigliato il trattamento del cross-linking, ora io non se procedere con il cross-linking o meno. Mi sono rivolto anche all'ospedale a seguito di una mancanza di prenotazione con il medico che mi tiene sotto controllo in clinica. Vorrei avere dei pareri in merito se procedere o meno. Anche se secondo il mio punto di vista male non mi può far male il cross-linking dato che mi rafforza la cornea.
Datemi il vostro parere.

Un ultima domanda, quali sono i valori da leggere nella topografia per verificare se c'è un peggioramento o meno?

Grazieeeeeeee.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gent.mo,
se il Kcono é stabile e sopporta gli occhiali si sconsiglia il cross linking.

Il K.L. transepiteliale non funziona, o si fa quello classico o non serve.

Il primo valore da leggere é quello dello spessore corneale, poi gli altri valori sono troppo tecnici per spiegarli in poche parole

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta. Vorrei poter indicare qui i miei dati della topografia per poter far notare il cheratocono, ma non so che valori indicare.
Comunque lo spessore della mia cornea al momento se non mi sbaglio sta a 502 contro i 504 di Marzo una diminuzione di 2 punti.
All'ospedale hanno intenzione di agire in questo modo, ovvero non tagliarmi alcuna parte dell'epitelio e irraggiare la cornea attraverso un emettitore di raggi ultravioletti dopo che la stessa è stata imbevuta di una sostanza derivata dalla vitamina B(Riboflavina).

Ora la mia domanda è la seguente mi conviene farlo o sarà meglio aspettare?
Inoltre è un trattamento che potrebbe aiutarmi?

Esattamente che consigli mi fornite.
Inoltre i gradi che mi mancano sono 2.5, questa è la lente che porto.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Lo spessore é invariato
NON FACCIA IL TRATTAMENTO TRANSEPITELIALE, NON FUNZIONA
Se deve fare il Cross Linking deve farlo dopo aver tolto l'epitelio. altrimenti la riboflavina penetra molto poco e non ha effetto

Se é stabile e sopporta gli occhiali il cross linking non é indicato

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Perfetto, grazieeeeee mille.