Utente 360XXX
transglutaminasi IgA 12,38
EMA presenti
DQA1*05 presente
DQB1*02 presente
DQA1*0201 assente
DQB1*0302 assente
DQ2 positivo
DQ8 negativo

devo fare la gastroscopia per verificare se sono celiaca oppure non c'è bisogno perchè non lo sono?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I valori sono indicativi per cui la gastroscopia é ritenuta necessaria. Quali sono i suoi sintomi ?


Cordialmente


[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissimo dottore,
i sintomi che presento sono forte mal di pancia, gonfiore, mal di testa, stipsi e parestesia alle estremità ed inoltre ho carenza di ferritina. Quando ho fatto vedere questi valori al gastroenterologo mi ha fatto fare una gastroscopia in day hospital dalla quale risulta un discreto appiattimento plicale. In tempi molto molto brevi è arrivata la biopsia la quale il dottore dice essere negativa a causa del fatto che io avevo escluso cibi contenente glutine perchè anche quantità minime mi provocavano forti dolori addominali. Ad oggi io non posseggo ne un referto della biopsia ne si è giunti ad una conclusione. Cosa devo fare? Per me sarebbe davvero sofferente reintrodurre cibi con glutine per mesi e rifare la gastroscopia (che non hanno voluto farmela con anestesia durante la quale ho sofferto tantissimo).

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente la gastroscopia andava fatta sotto dieta glutinata, almeno da 20-30 giorni. Sicuramente é celiaca, ma senza dato bioptico non può avere la conferma definitiva utile anche al fine di ottenere il riconoscimento dell'ASL.

[#4] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissimo Dottore innanzitutto grazie per la sua risposta, il fatto è che io da molto tempo soffro di questi disturbi e il mio medico curante inizialmente mi aveva detto che il mio mal'essere era causato da stress e dovevo eliminare dalla mia dieta farinacei e tutti i cibi acidi e io ho seguito il suo consiglio. Mentre per quanto riguarda il riconoscimento dell'ASL un suo collega su questo sito afferma "se la diagnosi di celiachia è corretta e i sintomi e l'andamento clinico sembrano confermarlo ritengo che non vi siano problemi a certificare la diagnosi anche in assenza di segni istologici in quanto la diagnosi si basa prevalentemente sulla clinica che possono convalidare ciò".
Quindi io cosa devo fare?
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quello che posso consigliarle é di chiedere alla sua ASL.