Utente 363XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni che, suo malgrado, è alle prese con il problema della calvizie e dell'alopecia. Ormai da anni utilizzo il minoxidil al 5% e, ciclicamente, integratori a base di amminoacidi, zinco, selenio ecc...
La situazione non è ancora particolarmente critica, ma negli ultimi mesi noto che la caduta è in preoccupante crescita. Gradirei sapere la vostra opinione sulle recenti tecniche ( testo rimosso dallo staff ) , le quali rigenererebbero i follicoli danneggiati ostacolando l'ulteriore caduta e, addirittura, favorendo la ricrescita. Essendo una "tecnica" piuttosto recente, ho letto pareri discordanti sulla sua concreta efficacia. E' dunque possibile, secondo voi, ottenere i risultati sperati tramite tale tecnica?
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Dal dermatologo che segue pazienti con problemi di calvizie da più di 10 anni, direi solo una cosa: lei dovrebbe assolutamente affidarsi ad uno specialista preparato con nome cognome che possa sicuramente chiarire la sua situazione, aiutandola a reperire una corretta terapia farmacologica.

Deve difatti sapere che ad oggi nonostante le diverse ricerche scientifiche esiste ancora una ed una sola terapia in grado di impattare correttamente la progressione della calvizie e di fare assistere anche rinfoltimento naturale ovviamente tutto questo deve essere prestabilito sempre dietro un protocollo specialistico dermatologico

Gli unici dati che riguardano il P RP ed i capelli sono ancora mio avviso non sufficienti a prestabilire un protocollo di cura internazionalmente condiviso e quindi praticato.
Con questo non vogliamo screditare le frontiere terapeutiche della P RP ma soltanto avvertire pazienti sulla reale efficacia lungo termine di questa terapia.

Da qui non commento ulteriormente altre ipotesi, raccomandando soltanto di farsi controllare seguire da un medico specialista in dermatologia: l'unico vero e reale esperto di capelli.
Carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
Ringraziandola anticipatamente per la risposta, sono ovviamente convinto che la soluzione migliore possa darla uno specialista che analizzi il mio caso concreto. Difatti ho già fatto, negli ultimi anni, diverse visite (anche da diversi specialisti), le quali mi hanno grossomodo sempre consigliato la stessa cura (minoxidil 5% e integratori, per intenderci). Per anni, grazie ad essa, sono riuscito ad arginare e "contenere" il problema. Negli ultimi mesi, però, la caduta è cresciuta a dismisura. E' per questo che è nato in me il dubbio che la cura non sarebbe più, per così dire, sufficiente, così da valutare queste cure "alternative" (anche magari aggiungendole alle "classiche").
In ogni caso, per vedere se ho ben interpretato il suo pensiero a riguardo: in base ai dati ed alle testimonianze raccolte finora, non ci sono stati riscontri particolarmente positivi riguardo le tecniche in oggetto. E' così?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
I dati sono a mio avviso ancora insufficienti: da ciò che leggo vedo che lei ancora non hai intrapreso ulteriori terapie anche sistemiche volte ad arrestare la calvizie.
Pertanto ho buona ragione di pensare che lei possa essere seguito anche da questo punto, con terapie classiche ed assolutamente efficaci.
Non perda l' occasione di rivolgersi quindi il suo specialista dermatologo di fiducia.