Utente 694XXX
cortesemente
da circa 1 anno ho difficolta' erettili-
mi hanno consigliato il viagra ma non ce la faccio propio a farne uso
da 3-4 mesi ho notato sangue nello sperma-
ho fatto le analisi wes + 33
2 anni fa' mi avevano trovato un adenoma alla prostata di 9 mm
mi avevano detto che non era niente di preoccupante a 57 anni
sono un po' in ansia
è vero che con la wes alta si puo' trattare anche di leucemia
o altro tumore ?
grazie
Marcelo
[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività +36
20% attualità +20
16% socialità +16
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile Signore, la VES è un indice infiammatorio aspecifico e pertanto ogni qulvolta il nostro organismo ha una infiammazione o infezione la VES aumenta.
Per quanto riguarda il sangue nello sperma ( emospermia) il più delle volte è indice di un quadro infiammatorio a carico della ghiandola prostatica. Sarebbe peraltro opportuno che lei eseguisse una valutazione urologica ambulatoriale per una visita accurata e l'eventuale prescizione di accettamenti diagnostici più specifici.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
Gentilisimo dott. Mauro Seveso-

seguendo i Suoi consigli ho fatto una ecografia prostatica
->= adenoma di ca 9ml -
e gli esami di sangue e urine completi

significativa mi hanno detto Wes 33 e sangue anche nelle urine
sono stato anche da un urologo
che mi ha trovato una prostatite-
mi ha dato come terapia degli antibiotici e ferprost-omnic

?- non ho notato nessun miglioramento dopo 8 gg di terapia -
ma di prostatite si guarisce o è una malattia cronica ?

secondo lei i miei problemi di eiaculazione precoce che ho sempre avuto potevano o possono dipendere dalla prostatite ?
e per l'impotenza erettile aspetto di vedere con la terapia x la prostatite o prendo il CIALIS come dettomi 1 compressa il martedi' una il venerdi' ?

posso tentare-vista la situazione di avere un rapporto sessuale con la mia compagna ?

grazie -
buona serata
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
in presenza di una prostatite bisogna avere molta pazienza e, oltre alle indicazioni specifiche date dal suo urologo, possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale ad esempio una vita sessuale regolare , non lunghi periodi di astinenza, limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca , formaggi stagionati, ecc, ecc . Lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche. Altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 1-2 litri di liquidi, soprattutto acqua, smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto. Combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica. Spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica. Tenere d'occhio la bilancia, spesso perdere peso migliora il quadro clinico. Infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi. Per le ultime domande specifiche che pone poi queste possono essere evase solo da suo urologo che ha impostato la sua terapia .
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dr. Beretta
la ringrazio per i Suoi consigli-
pazienza-portero' pazienza !
cordialita'

Marcello
[#5] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
mi scusi dott.Beretta-
a circa un mese di terapia-antibiotica+ferprost-e seguendo i Suoi consigli
(salvo l'astinenza al fumo)la situazione è questa-
ancora presenza di sangue nello sperma-
erezioni-rare e non complete-
Lei mi ha dettodi avere pazienza-ma visto che è ancora quasi tutto come prima cosa posso fare aumento l'antibiotico-?
ho sospeso pure la cardioaspirina-sentito il mio cardiologo-
se possibile mi dia Lei un consiglio-

grazie

Marcello
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
forse mi è sfuggito ma in questi mesi è stata fatta ,oltre all'ecografia che lei cita, una valutazione ematochimica del PSA?
Se sì, che valore ha?
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dott.Beretta
ringraziandola per la prontezza nel riscontrarmi
le trasmetto i dati riferiti a esami (14.08.08)

PSA = 1,82
PSA-FRAZIONE LIBERA
fPSA= 0,26
RAPPORTO f/t PSA = 14,3 %
--------------------------------------------------------------------

urine=leucociti = 59
(sangue)VES = 33 > mm/h
--------------------------------------------------------------------

ho fatto anche una ecografia prostatica tr

volume prostata = 14 ml
con ADENOMA PERIURETRALE DI CIRCA 8,5 ML-
PRESENZA DI SPOTS IPERECOGENI ATTORNO AL'ADENOMA E PERIURETRALI
DI VEROSIMILE SIGNIFICATIVO METAFLOGISTICO
regione periferica apparentemente indenne da lesioni afinalistiche
vescicole seminali normali

L'urologo dell'ospedale di Legnano-
mi ha detto che per l'adenoma non mi devo assolutamente
preoccupare-e che devo curarmi la prostatite-
mi ha anche detto che se volevo potevo prendere
per la disfunzione erettile il senafil anziche' il viagra
(non lo ho fatto)
---------------------------------------------------------------------
io invece mi preoccupo-

ancora grazie e buona domenica

Marcello
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
non cada in inutili ansie, gli esiti delle indagini che ci invia sono veramente tranquillizzanti. A questo punto segua attentamente tutte le indicazioni datele dal suo urologo che mi sembra esperto e ben informato e, se ci riesce , provi a seguire anche le mie indicazioni dietetico-comportamentali.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com