Utente 364XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo di ventidue anni e sono disperato. Soffro di ansia e sono un tipo molto emotivo e sensibile.. Mi è stato diagnosticato un disturbo d'ansia. Purtroppo nulla sembra avere risultati. Ho provato a prendere paroxetina, fevarin e ora zoloft ma nessun risultato. Ho provato anche con xanax, tavor ed en ma poco o nulla (ovviamente tutti prescritti da medici). Io non mi ritengo soggetto all'ansia, ma tutti ne sono convinti, vado anche da uno psichiatra ma risultati pochi.
Soffro di extrasistole da anni che mi rendono la vita un inferno, non mi fanno dormire come in questo momento. Mi prendono dei battiti trigemoni (penso sia il termine giusto) per intenderci ogni due battiti un extrasistole. Ho fatto tutti i controlli del mondo ed è tutto nella norma. Soffro di gastrite cronica che mi procura reflusso e indigestione anche in questo caso pantoprazolo, lansoprazolo ecc non sono serviti a nulla.. In poche parole sia l ansia che l extrasistole che la gastrite non passano nemmeno assumendo i farmaci specifici.
L'unica cosa che ultimamente mi ha fatto bene (ho provato di tutto) è stato una maniporazione di osteopatia.
Che sia.tutto un problema di nervo vago? Non so più cosa pensare, il tempo passa e io non miglioro e la mia vita ne risente.
Grazie,
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Franco Vianini
24% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
Caro Utente,
in effetti potrebbe essere un problema correlato all'innervazione del nervo vago, se hai escluso gli accertamenti cardiologici e sull'H. pylori, ci sono dei semplici test che permettono di valutare se si tratta di ansia o piuttosto di stress eventualmente associato a manifestazioni ansiose;
a mio parere potrebbero essere utili la neuralterapia proprio perchè mi scrivi che l'unica terapia che ha provocato miglioramenti e' stata l'osteopatia, oppure la REAC therapy/CRM terapia; aggiungo una vera visita omeopatica o di medicina omeosinergetica, sedute di terapia mediante ipnosi.
cordialmente e buon anno
dr. F.Vianini