Senso di instabilità, contratture e ansia

Ho passato negli scorsi mesi un periodo di stress: 3 lavori, uno che odiavo, una srl che avevo fondato, una collaborazione extra e un matrimonio da organizzare. Avevo parecchia adrenalina in sangue, mi piaceva! Nel frattempo fra maggio e agosto ho assunto integratori a base di sali minerali e vitamine che dovevano dare un effetto antiossidante. A fine luglio, 10gg di dieta iperproteica senza sale (sostenuta dall'uso di quegli integratori). A metà agosto, dopo un mese di contratture a schiena, spalle e collo causa stress e cattiva postura, e dopo 7gg vacanza in cui avevo cambiato letto (ritrovandomi quindi ulteriormente contratta), mentre camminavo ho sbandato verso sx e ho cominciato ad accusare senso di instabilità e stanchezza all'occhio sx.
Ho iniziato a peregrinare per specialisti nella speranza di risolvere il tutto prima del matrimonio. Risultati..

- Esami sangue, tutto ok. Ves a 4, lipasi/amilasi/transaminasi/TSH/FT3/Ft4, tutto nella norma, emocromo completo ok, PCR ok, creatinina ok, acido urico ok, fattore reutomatoide ok, antitransaglutaminasi ok, helycobacter negativo.

- RMN encefalo/rachide senza mdc: rettilineizzazione del rachide cervicale (no artrosi, midollo nella norma)

- Fisiatra: derangement cervicale

- Medico di base: rigidità nucale che genera ansia, che a sua volta alimenta rigidità e provoca instabilità

- Neurologo: nulla di rilevante, sindrome ansiosa, aumenta la dose dello xanax (10 mattina, 15 sera) che già mi aveva prescritto il medico di base poichéavevo cominciato a non dormire più

- Vestibologo: modesto scompenso vestibolare solo posizionale (VNS ir: non ny spontaneo o da posizionamento (CSP, CSL, CSA), piccolo ny diretto a sx in decubito laterale; al test vibratorio negativo). Vemps: ok a sx, inferiori alla norma a dx. Prescrive quindi una TAC ai labirinti temendo che ci fosse una deiscenza a dx, in realtà la parte dx è perfetta e vi è un leggero assottigliamento del CSS però a sx. Audioimpedenz ok.

- Posturologo: blocco oculomotorio nell'occhio sx, con strabismo verticale in alcune posizioni, ad esempio se guardo a sx in alto vedo doppio. Attenzione: questa è una cosa che ho ALMENO da dieci-quindici anni e alla quale non ho mai dato peso.

- Oculista: nulla di rilevante.

- Neurochirurgo: signora lei è depressa.

- Psichiatra: contratture muscolari + ansia somatizzata mista a stati fobici e ossessivi. Gli mostro gli integratori che assumevo, dice che comunque dopo 4 mesi sono smaltiti ma non nota nulla di che nella composizione, se non che c'è molta caffeina e possono aver buttato fuori uno stato di ansia latente e che, al max, i sali minerali possano aver alterato un po' l'equilibrio muscolare, fomentando le contratture e la rigidità che a loro volta provocano instabilità. Xanax, 10+10+15, Sereupin + Lyseen. Non ho ancora iniziato nulla di questo, il sereupin mi spaventa.

Non so più da che parte prendere, chiedo aiuto a voi...
[#1]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentile utente,

in attesa di interventi da parte dei Colleghi medici, a cui spetta sempre la prima diagnosi, provo a farla riflettere su questo aspetto, che ha riportato, in seguito alla negatività di tutte le visite effettuate...


< - Psichiatra: contratture muscolari + ansia somatizzata mista a stati fobici e ossessivi. Gli mostro gli integratori che assumevo, dice che comunque dopo 4 mesi sono smaltiti ma non nota nulla di che nella composizione, se non che c'è molta caffeina e possono aver buttato fuori uno stato di ansia latente e che, al max, i sali minerali possano aver alterato un po' l'equilibrio muscolare, fomentando le contratture e la rigidità che a loro volta provocano instabilità. Xanax, 10+10+15, Sereupin + Lyseen. Non ho ancora iniziato nulla di questo, il sereupin mi spaventa..>


Dovrebbe seguire le indicazioni dello Psichiatra e associare, possibilmente, una Psicoterapia se la diagnosi è esattamente di ansia e stati fobici.

Questo perché le permetterebbe di gestire pensieri e comportamenti intrusivi, che le impediscono di vivere serenamente.


Un caro saluto.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.ma dott.ssa, La ringrazio innanzitutto per la sua risposta.
Tengo in considerazione il suo suggerimento, soprattutto perché negli ultimi gg sono tornata dal mio neurologo che mi ha prescritto sertralina + miorilassante (Lioresal), continuando a sostenere che il tutto sia dovuto da uno stato di contrattura muscolare che si alimenta (e va ad autoalimentarsi) con l'ansia.
Inoltre, proprio lunedì ho fatto un'ultima visita anche da un'internista, la quale ha analizzato tutti i referti e mi ha fatto alcuni test anche neurologici (es: Romberg). Ha detto che a suo avviso non ci sarebbe nulla degno di nota né a livello cerebellare e neppure nel contesto orl-vestibolare; di nuovo, mi è stata riconfermata la diagnosi di 'problema tensivo muscolare misto a stati ansioso-fobici' che mi causarebbe questi sbandamenti e disagi.
Risultato, duloxatina (che avrebbe un potere decontratturante). Quando le ho mostrato l'ultimo referto del neurologo, ha detto che zoloft + un miorilassante (meglio il lyseen in quanto più leggero) poteva essere un'ottima alternativa.

Ora sto vedendo cosa fare, ormai è il quarto medico che mi parla di un problema di tensione muscolare misto a stati fobici, e già il vestibologo a suo tempo mi diede un integratore a base di ginkgo e scutellaria, quindi "ci siamo già capiti"...

Ultimo ma non per ultimo, sto prendendo su mia decisione un integratore (SERPLUS) da 15 gg e ho notato miglioramenti anche nel senso di instabilità e sbandamento... ora mi sto ritagliando qualche giorno per vedere cosa fare, cioè se continuare l'integratore oppure andare direttamente a parare sullo zoloft + miorilassante.
Tra l'altro ho visto che, anche se vi fosse un problema vestibolare, la sertralina stessa è spesso utilizzata come coadiuvante della terapia...

Che dire? Purtroppo l'idea di prendere psicofarmaci non mi alletta né mi riempie di orgoglio, ma non ne posso più di sentirmi in barca e sempre in tensione...
[#3]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Non escluda l'associazione con una Psicoterapia, poiché nel tempo potrebbe giovare al punto di ridurre notevolmente i farmaci o, addirittura, sostituirlo con la cura della parola!



Un augurio,

di cuore.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gent.ma dottoressa, ho iniziato un mese fa a farmi aiutare da una psicoterapeuta cognitivo comportamentale (act & mindfulness) e nel frattempo ho cominciato a praticare anche un po' di yoga per aiutare il respiro e il relax.

In cuor mio, spero che non tutto il male sia venuto per nuocere e che questo possa condurmi a un livello di autocomprensione e consapevolezza maggiore.

La ringrazio di cuore e la saluto, a presto!
[#5]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Un augurio,

di cuore, a lei!

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test